Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!

Made In Fiat

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli

SEI PUNTO CINQUE
Seipuntocinque

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22980
Punti : 24203
Reputazione : 511
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Trento

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da karme70 il Mar Apr 14, 2020 7:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Ho accennato qualcosa sulla Peugeot 104 che ritengo un'utilitaria alquanto di classe .........ma riflettendoci.....cosa faceva di una utilitaria una vettura "di classe"??? SOlo il gradimento del pubblico femminile?? Il fatto che potesse diventare una seconda auto??? In casa Fiat ad esempio è molto più "di classe" la 126 della 500 a mio parere........anche perchè 500 ha rappresentato la vettura di punta nel boum della grande motorizzazione........126 poteva assumere in modo migliore il ruolo di seconda auto


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
131A000
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2808
Punti : 3111
Reputazione : 193
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Normandia - Francia

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da 131A000 il Gio Apr 16, 2020 10:46 am

Opera18 ha scritto:Facciamo chiarezza, che le idee vedo che sono confuse.
Quando si parla di auto di classe, ci si riferisce a due cose distinte: il marchio di appartenenza e il tipo di clientela a cui si rivolge. Tutto questo condiziona il modello per intero, dalla linea, all'allestimento, ai materiali impiegati, per finire al prezzo. Esempio: una Lancia Aurelia era di classe.
Di tendenza: per restare in tema, di tendenza era uan Fiat 125 Special. Era gettonatissima all'epoca perché rispecchiava un tenore di vita migliorato, che rendeva accessibile un bene che prima non lo era. Ma l'immagine, i materiali e la finiura non erano quella di una Lancia, nè di una Mercedes, nè di una BMW. E neppure il prezzo.
Se anche metto le virgolette, una 125 Special non diventa una Lancia Flavia. Non so se mi sono spiegata.
Ultimo chiarimento: la serie speciale (205 Gentry) non dona classe perché non è altro che un rilancio del modello che in quel momento è in calo sul mercato. GLi si dà una caratterizzazione, ma tutto finisce lì. La collocazione nel segmento e la clientela restano gli stessi. La verisone top di gamma di un modello, è logico ch eabbia un allestimento superiore. Ma di classe non lo diventa per questo, resta solo il modello base meglio rifinito. Una Croma anni '80, per quanto abbia gli interni in pelle ecc.. non sarà mai una Thema.

Occhio Che 205 Gentry, CLio Baccara sono nate come livelli di finitura in se e non serie speciali limitate. LA roland Garros nata come serie speciale divento' a fronte del successo un livello di finitura per più di 4 anni, finita con una serie speicale Open. Ecco perché citavo queste e non altre.
Il marchio di appartenenza è chiaramente popolare ma queste visto il prezzo hanno centrato una clientela che non avrebbe mai comprato Renault o Peugeot ma si sarebbe rivolto alle straniere. Gentry o Baccara si sono venduta in città, no da operai, la clientela era diversa eccome!
131A000
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2808
Punti : 3111
Reputazione : 193
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Normandia - Francia

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da 131A000 il Gio Apr 16, 2020 10:52 am

HFintegrale ha scritto:Ci fu anche la Citroen Ax GT «  volcane » , con gli interni in pelle nera. Con rifiniture lussuose....

Ecco il link :  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


infatti, ma questa AX era serie speciale come notava Opera. Ma la ricetta è proprio tipo Baccara o Gentry.
La UNo Suite per me è decisamente sotto per dotazione...
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22980
Punti : 24203
Reputazione : 511
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Trento

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da karme70 il Gio Apr 16, 2020 11:10 am

Opera18 ha scritto:No, Karme70. Di classe vuol dire una cosa, di tendenza ne vuol dire un'altra. Non si possono mischiare i termini utilizzando le virgolette, il pensiero non sarà mai chiaro.

Benissimo, chiaritelo voi....mi pare che siamo qui apposta no.......purtroppo non son un cervello elettronico, sono un essere umano e posso dare delle sfumature a certi termini.....certe cose che possono essere chic per me ...magari non lo sono per te o per hf integrale o 131A000 ....e viceversa. L'uomo è in grado , diversamente dalla macchina , di avere delle percezioni che cerca di spiegare in un certo modo ....sta all'altro essere umano comprendere la percezione (si chiama empatia) e dare una spiegazione o confrontare le proprie percezioni con il suo simile. Diversamente il forum sarebbe un lungo tabulato di dati a colonne tipo excel:
auto di classe utilitarie 1,2,3,4,5........
medie di classe 1,2,3,4,5,6........
berline di classe 1,2,3,4,5 ......
utilitarie di tendenza 1,2,3,4,5......
utilitarie di tendenza 1,2,3,4,5.......
Sarebbe veramente sterile e molto noioso e sicuramente non lo seguirei più



_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
HFintegrale
HFintegrale
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschio Messaggi : 1144
Punti : 1406
Reputazione : 79
Data d'iscrizione : 27.10.19
Età : 46
Località : (Francia Meridionale-Costa Azzurra)
Umore : Tranquillo.

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da HFintegrale il Gio Apr 16, 2020 11:21 am

karme70 ha scritto:
Opera18 ha scritto:No, Karme70. Di classe vuol dire una cosa, di tendenza ne vuol dire un'altra. Non si possono mischiare i termini utilizzando le virgolette, il pensiero non sarà mai chiaro.

Benissimo, chiaritelo voi....mi pare che siamo qui apposta no.......purtroppo non son un cervello elettronico, sono un essere umano e posso dare delle sfumature a certi termini.....certe cose che possono essere chic per me ...magari non lo sono per te o per hf integrale o 131A000 ....e viceversa. L'uomo è in grado , diversamente dalla macchina , di avere delle percezioni che cerca di spiegare in un certo modo ....sta all'altro essere umano comprendere la percezione (si chiama empatia) e dare una spiegazione o confrontare le proprie percezioni con il suo simile. Diversamente il forum sarebbe un lungo tabulato di dati a colonne tipo excel:
auto di classe utilitarie 1,2,3,4,5........
medie di classe 1,2,3,4,5,6........
berline di classe 1,2,3,4,5 ......
utilitarie di tendenza 1,2,3,4,5......
utilitarie di tendenza 1,2,3,4,5.......
Sarebbe veramente sterile e molto noioso e sicuramente non lo seguirei più


Se mettessimo i dati a colonne , sembrerebbe di essere alla borsa valori di wall street a New York .... 🤣🤣🤣
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22980
Punti : 24203
Reputazione : 511
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Trento

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da karme70 il Gio Apr 16, 2020 11:51 am

Sì.....magari anche in ordine crescente o decrescente per le singole caratteristiche Laughing

La differenza fondamentale fra una rivista o un video in cui il fruitore deve assumere ciò che viene spiegato senza diritto do replica (od in minima parte) ed un forum è che nel forum c'è confronto e chiunque può eprimere impressioni, percezioni, perplessità ....sarà poi il dibattito a mettere a fuoco il dettaglio


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 12:28 pm

Karme, non si tratta di confrontarsi in un forum o altro. Si tratta di usare i temini giusti per capirsi e farsi capire. Se dico berlina, non dico station wagon, non so se mi sono spiegata. Anche perché questi termini (classe, tendenza, ecc..) sono invalsi nel marketing e hanno un preciso significato. E non vanno confusi con le serie speciali o i diversi allestimenti. Mi dispiace, precisarlo, ma vi dico solamente le cose come stanno nel mondo dell'auto e i termini usati da chi ci lavora. Non capisco perché vi arrabbiate tanto!!
avatar
Silvano Maiolatesi
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 473
Punti : 561
Reputazione : 83
Data d'iscrizione : 02.06.19

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Silvano Maiolatesi il Gio Apr 16, 2020 12:41 pm

La "classe" di un'auto è come il coraggio di Don Abbondio, se una non ce l'ha non la può acquisire solo con una versione più accessoriata o più rifinita. Concordo con quanto affermato da Opera18.
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 1:11 pm

Grazie, Silvano. La dimostrazione viene proprio dalla Peugeot 205 Gentry. Voleva essere di classe, in realtà era una versione molto ben rifinita della 205 GTI 1,9. C'è chi la chiama serie speciale, chi no, non è questo il punto. Il punto è che fallì proprio perché la 205 GTI non era auto di classe. Era una sportiva. Ma, visto che il cliente a cui la Gentry intendeva rivolgersi era un tipo da alta società, qui casca il palco. Il marketing valutò male, la Gentry non era l'auto più adatta. E questo malgrado il tentativo della Peugeot di dare alla Gentry un'immagine all'altezza con la pubblicità “…c’est vous Georges”, che 131A000 ricorderà senz'altro.
avatar
Silvano Maiolatesi
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 473
Punti : 561
Reputazione : 83
Data d'iscrizione : 02.06.19

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Silvano Maiolatesi il Gio Apr 16, 2020 1:54 pm

Per tornare in casa nostra, le Lancia, specie quelle anteFiat, erano tutte auto di classe, anche quelle di fascia un pò più bassa, come l'Ardea, l'Appia e la Fulvia, erano auto dalla meccanica particolare, più raffinata, erano più rifinite ed eleganti, di conseguenza costavano di più e pochi se le potevano permettere, addirittura si dice che i clienti che volevano acquistare una nuova Lancia venivano in un certo senso "vagliati" dai responsabili Lancia alle vendite, un pò come succede ancora oggi a chi volesse acquistare una nuova vettura Ferrari.
131A000
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2808
Punti : 3111
Reputazione : 193
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Normandia - Francia

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da 131A000 il Gio Apr 16, 2020 2:06 pm

Visto che parliamo di 205 gentry, che ripeto non era a tiratura limitata (e quindi non serie speciale, usiamo i termini giusti) ed era una versione "sgonfiata" della 1.9GTI da 130 a 105ch a cambio lungo o automatico, è stata creata per contrare il successo della Clio Baccara. Super5 e Clio BAccara sono state vendute , e molto bene malgrado l'origine popolare a gente dei "beaux quartiers", particolarmente a delle "madame"...

Il problema è che nel 91 la 205 era già vecchia malgrado il capitale simpatia e la Clio appena uscita è rimasta più moderna e più desiderata.

Sicuramente visto dall'Italia erano flop queste utilitarie super allestite ma in Francia, al meno per Renault è stato un successone e una moda dei fine 80/inizio 90.


avatar
Silvano Maiolatesi
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 473
Punti : 561
Reputazione : 83
Data d'iscrizione : 02.06.19

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Silvano Maiolatesi il Gio Apr 16, 2020 2:16 pm

Ecco, la moda o tendenza è cosa ben diversa dalla classe di una vettura. In qualche caso, però, possono anche convivere, una vettura di classe può anche essere di moda o fare tendenza.
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22980
Punti : 24203
Reputazione : 511
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Trento

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da karme70 il Gio Apr 16, 2020 2:41 pm

Opera18 ha scritto:Karme, non si tratta di confrontarsi in un forum o altro. Si tratta di usare i temini giusti per capirsi e farsi capire. Se dico berlina, non dico station wagon, non so se mi sono spiegata. Anche perché questi termini (classe, tendenza, ecc..) sono invalsi nel marketing e hanno un preciso significato. E non vanno confusi con le serie speciali o i diversi allestimenti.  Mi dispiace, precisarlo, ma vi dico solamente le cose come stanno nel mondo dell'auto e i termini usati da chi ci lavora. Non capisco perché vi arrabbiate tanto!!

Non mi sono affatto arrabbiato.....ho detto che io ho proposto un argomento dettato da una mia percezione .....e vi ho chiesto gentilmente di farmi chiarezza in tal senso. Se vi fa piacere posso anche smettere di scrivere e vi arrangiate fra voi così non creo eccessiva confusione


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 3:59 pm

E noi abbiamo fatto chiarezza, Karme! Smile
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 4:02 pm

131A000 ha scritto:Visto che parliamo di 205 gentry, che ripeto non era a tiratura limitata (e quindi non serie speciale, usiamo i termini giusti)  ed era una versione "sgonfiata" della 1.9GTI da 130 a 105ch a cambio lungo o automatico, è stata creata per contrare il successo della Clio Baccara. Super5 e Clio BAccara sono state vendute , e molto bene malgrado l'origine popolare a gente dei "beaux quartiers", particolarmente a delle "madame"...

Il problema è che nel 91 la 205 era già vecchia malgrado il capitale simpatia e la Clio appena uscita è rimasta più moderna e più desiderata.

Sicuramente visto dall'Italia erano flop queste utilitarie super allestite ma in Francia, al meno per Renault è stato un successone e una moda dei fine 80/inizio 90.


Si, però la 205 Gentry (lo dice il nome) era diretta a una clientela ancora più raffinata della Clio Baccarà. Non so in Francia, ma in Europa sicuramente vendette meno delle aspettative. Qui in Italia la Gentry proprio non ha incontrato, malgrado negli anni '90 si vendesse ancora molto bene la 205 GTI.
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 4:03 pm

131A000 ha scritto:Visto che parliamo di 205 gentry, che ripeto non era a tiratura limitata (e quindi non serie speciale, usiamo i termini giusti)  ed era una versione "sgonfiata" della 1.9GTI da 130 a 105ch a cambio lungo o automatico, è stata creata per contrare il successo della Clio Baccara. Super5 e Clio BAccara sono state vendute , e molto bene malgrado l'origine popolare a gente dei "beaux quartiers", particolarmente a delle "madame"...

Il problema è che nel 91 la 205 era già vecchia malgrado il capitale simpatia e la Clio appena uscita è rimasta più moderna e più desiderata.

Sicuramente visto dall'Italia erano flop queste utilitarie super allestite ma in Francia, al meno per Renault è stato un successone e una moda dei fine 80/inizio 90.


Si, però la 205 Gentry (lo dice il nome) era diretta a una clientela ancora più raffinata della Clio Baccarà. Non so in Francia, ma in Europa sicuramente vendette meno delle aspettative. Qui in Italia la Gentry proprio non ha incontrato, malgrado negli anni '90 si vendesse ancora molto bene la 205 GTI.
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 4:03 pm

131A000 ha scritto:Visto che parliamo di 205 gentry, che ripeto non era a tiratura limitata (e quindi non serie speciale, usiamo i termini giusti)  ed era una versione "sgonfiata" della 1.9GTI da 130 a 105ch a cambio lungo o automatico, è stata creata per contrare il successo della Clio Baccara. Super5 e Clio BAccara sono state vendute , e molto bene malgrado l'origine popolare a gente dei "beaux quartiers", particolarmente a delle "madame"...

Il problema è che nel 91 la 205 era già vecchia malgrado il capitale simpatia e la Clio appena uscita è rimasta più moderna e più desiderata.

Sicuramente visto dall'Italia erano flop queste utilitarie super allestite ma in Francia, al meno per Renault è stato un successone e una moda dei fine 80/inizio 90.


Si, però la 205 Gentry (lo dice il nome) era diretta a una clientela ancora più raffinata della Clio Baccarà. Non so in Francia, ma in Europa sicuramente vendette meno delle aspettative. Qui in Italia la Gentry proprio non ha incontrato, malgrado negli anni '90 si vendesse ancora molto bene la 205 GTI.
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 4:05 pm

Come mai il post è andato per tre volte?
131A000
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2808
Punti : 3111
Reputazione : 193
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Normandia - Francia

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da 131A000 il Gio Apr 16, 2020 4:37 pm

Opera18 ha scritto:
Si, però la 205 Gentry (lo dice il nome) era diretta a una clientela ancora più raffinata della Clio Baccarà. Non so in Francia, ma in Europa sicuramente vendette meno delle aspettative. Qui in Italia la Gentry proprio non ha incontrato, malgrado negli anni '90 si vendesse ancora molto bene la 205 GTI.

No, la Gentry è nata per competere nella stessa categoria con un po' di ritardo su Renault, direi pure che era meno raffinata della Renault.

E' vero che la clientela usuale Peugeot è più borghese di quella di Renault, pero' in questo caso centravano la stessa clientela e ha vinto la Renault, più moderna più acessoriata e più qualitativa. Come spesso, le macchine nate in reazione non centrano l'obbiettivo.

Poi come dicevamo all'inizio del post, il contesto conta. Con i miei occhiali francesi, non vedo la stessa cosa di te con gli occhiali italiani...
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 4:50 pm

Ok, erano indirizzate magari alla stessa clientela. Però, baccarà è un gioco d'azzanrdo che si pratica nei casinò. E lì possono andarci tutti, basta che abbiano soldi. Gentry rappresenta la nobiltà minore inglese, quella di campagna. E lì non ci vanno tutti, perché nobili si è di nascita. DIfficile che il marketing abbia sbagliato a dare i nomi. Secondo me la differenza stava proprio nell'essere la clientela Peugeot più borghese di quella Renault. La concorrenza con la Baccarà c'era, perché la Gentry nacque per quello. Però, secondo me, l'intento Peugeot era di porla su di un piano di immagine superiore alla concorrente. Che poi ci sia riuscita o no, su questo si può discutere.
HFintegrale
HFintegrale
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschio Messaggi : 1144
Punti : 1406
Reputazione : 79
Data d'iscrizione : 27.10.19
Età : 46
Località : (Francia Meridionale-Costa Azzurra)
Umore : Tranquillo.

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da HFintegrale il Gio Apr 16, 2020 6:23 pm

Non voglio andare fuori argomento , però so che la denominazione «  Baccara » nella gamma della Renault , cambiò nome nel 1998-1999 con la denominazione “ Initiale Paris”  , gli allestimenti erano + o - gli stessi.....
Opera18
Opera18
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Femmina Messaggi : 2473
Punti : 3076
Reputazione : 354
Data d'iscrizione : 01.03.15

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Opera18 il Gio Apr 16, 2020 6:44 pm

Per me l'unica, vera utilitaria di classe autentica, anche nelle versioni più semplici, è stata, negli ultimi trent'anni, la Lancia Y. La 1^ serie datata 1995. Linea inimitabile, diversa da tutte le concorrenti, aveva qualcosa di ineguagliabile. Accessori, finiture e interni erano da auto media, non da utilitaria. Di fronte a una Y le concorrenti sparivano, fossero Fiat Punto, Nissan Micra, Ford Fiesta, Renault Clio....in eleganza immediatamente percepita, non ce n'era per nessuno.
HFintegrale
HFintegrale
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschio Messaggi : 1144
Punti : 1406
Reputazione : 79
Data d'iscrizione : 27.10.19
Età : 46
Località : (Francia Meridionale-Costa Azzurra)
Umore : Tranquillo.

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da HFintegrale il Gio Apr 16, 2020 6:50 pm

Opera18 ha scritto:Per me l'unica, vera utilitaria di classe autentica, anche nelle versioni più semplici, è stata, negli ultimi trent'anni, la Lancia Y. La 1^ serie datata 1995. Linea inimitabile, diversa da tutte le concorrenti, aveva qualcosa di ineguagliabile. Accessori, finiture e interni erano da auto media, non da utilitaria. Di fronte a una Y le concorrenti sparivano, fossero Fiat Punto, Nissan Micra, Ford Fiesta, Renault Clio....in eleganza immediatamente percepita, non ce n'era per nessuno.

@Opera18, lo stile inimitabile LANCIA.... mi ricordo, quando uscì la LANCIA Y , nel 1995, fu proprio un bel esercizio di stile.... 😉😉👌🏻👌🏻.
avatar
Silvano Maiolatesi
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 473
Punti : 561
Reputazione : 83
Data d'iscrizione : 02.06.19

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Silvano Maiolatesi il Gio Apr 16, 2020 10:01 pm

La Y prima serie marchiata Autobianchi fu lanciata da una pubblicità molto azzeccata che ne fece una piccola di classe ed esclusiva, le serie successive marchiate Lancia, oltre ai meriti intrinsechi della linea particolare e degli allestimenti di lusso, le giovò molto il blasone proprio del marchio Lancia.
131A000
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2808
Punti : 3111
Reputazione : 193
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 49
Località : Normandia - Francia

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da 131A000 il Gio Apr 16, 2020 10:45 pm

Opera18 ha scritto:Ok, erano indirizzate magari alla stessa clientela. Però, baccarà è un gioco d'azzanrdo che si pratica nei casinò. E lì possono andarci tutti, basta che abbiano soldi. Gentry rappresenta la nobiltà minore inglese, quella di campagna. E lì non ci vanno tutti, perché nobili si è di nascita. DIfficile che il marketing abbia sbagliato a dare i nomi. Secondo me la differenza stava proprio nell'essere la clientela Peugeot più borghese di quella Renault. La concorrenza con la Baccarà c'era, perché la Gentry nacque per quello. Però, secondo me, l'intento Peugeot era di porla su di un piano di immagine superiore alla concorrente. Che poi ci sia riuscita o no, su questo si può discutere.

Anche li', occhiali francesi. Baccara e Gentry fà parte del vocabolario di una certa gente, non di tutti e viene capito solo da chi ha soldi... Poi Baccara è foneticamente identico a Baccarat, che è il cristallo più preggiato di Francia della città di Baccarat, se vai a Versailles, i lampadari sono di Baccarat.
E poi, l'oro si pesa in "carat". Quindi, non si sono sbagliati quelli della Renault con il nome come feccero con la fregate, ma con gli occhiali italiani, vedi solo il gioco di azzardo e ipotenzialmente puoi trovarci un significato negativo
Poi se decidono di esportare il nome, sicuramente il campo semantico viene diverso, basta che non ci siano possibili fraintendimenti negativi.

Per la Y, concordo, credo di ricordarmi che potevi ordinare 112 colori diversi. Mi ricordo bene, progetto 840 su base 176. Con il 1.2 16V era perfetta! Questa sono contento di averla noleggiata piuttosto che una smart!
spider
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 3055
Punti : 3528
Reputazione : 454
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 56

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da spider il Ven Apr 17, 2020 9:07 am

Opera18 ha scritto:Per me l'unica, vera utilitaria di classe autentica, anche nelle versioni più semplici, è stata, negli ultimi trent'anni, la Lancia Y. La 1^ serie datata 1995. Linea inimitabile, diversa da tutte le concorrenti, aveva qualcosa di ineguagliabile. Accessori, finiture e interni erano da auto media, non da utilitaria. Di fronte a una Y le concorrenti sparivano, fossero Fiat Punto, Nissan Micra, Ford Fiesta, Renault Clio....in eleganza immediatamente percepita, non ce n'era per nessuno.
... che raccoglieva l'eredità dell'Autobianchi Y10.
E'interessante come il posizionamento nella fascia alta del segmento delle utilitarie, sia rimasto immutato anche cambiando il marchio.
Lancia Y è succeduta ad Autobianchi Y10 quasi come una promozione: "La tua classe innata, piccolina del gruppo, ti permette di fregiarti del marchio più blasonato".
Quando negli anni ottanta una ragazza si presentava a chiedere il preventivo per una Y10, veniva indossando il "vestito buono", ne annusavi da lontano la voglia di distinguersi.

Contenuto sponsorizzato

Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe" - Pagina 3 Empty Re: Come faceva un'utilitaria a diventare di "classe"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Dom Lug 12, 2020 12:18 pm