E' la provocatoria opera d'arte di Benedetto Bufalino di Lione