Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Difendiamo il prodotto italiano!

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Mar Mag 18, 2010 9:06 am

Promemoria primo messaggio :

non credo di compiere un reato se dico questo....riallaciandomi al discorso fatto in merito alle auto da riproporre da parte di fiat ribadisco che prima è necessario cambiare mentalità e difendere i NOSTRI prodotti....non perchè siano i migliori (o magari lo sono) ma perchè fanno rimanere denaro, capitali , in suolo italiano, a beneficio dei nostri connazionali.......io ho cominciato a farlo anche al sueprmercato......perchè devo comprare i pomodori spagnoli quando i migliori li produciamo da noi? è vero alle volte c'è una differenza al ribasso di qualche centesimo ma è la politica attuale della spagna: ribassare per rendersi competitiva.....però questo comporta un ulteriore riduzione del prezzo pagato ai nostri contadini !!!! piuttosto prediligere la catena corta e comprare dal contadino in piazza......ricominciam oa farlo su tutto e troveremo la via d'uscita...forse fra noi sfondo una porta aperta perchè noi siam ogià estimatori.........ma diffondiamo la voce Very Happy


_________________________
avatar
Maurizio1600tc
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1158
Punti : 1235
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 44
Località : Toscana

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Maurizio1600tc il Dom Feb 05, 2012 6:47 pm

karme70 ha scritto:Hai detto cose di un'importanza fondamentale
1 che molti dietro la scusa di andare a produrre in Cina per conquistare il mercato cinese cercano di andare in Cina solo per risparmiare e poi rivendere sul mercato italiano
2 che proprio perchè vanno a costruire in un posto dove lavorano con il culo (e scusatemi il termine) , non per colpa loro ma perchè è manovalanza sottratta ai campi e la curva di apprendimento ha dei tempi precisi, i prodot ti fanno pietà sia per la qualità dei materiali che per la lavorazione.

Assolutamente daccordo Karme.. Exclamation
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Dom Feb 05, 2012 7:22 pm

Maurizio1600tc ha scritto:Lavarsi le mani spesso è una buona abitudine, anche se non si fa niente di particolare o si frequenta posti "a rischio"....

E brutto a dirsi ma il divieto della stretta di mano inventato durante il ventennio non era poi una cosa così stupida! Forse il pretesto era diverso (perchè si privilegiava il saluto romano indicando la stretta di mano come pratica "lasciva" e poco "maschia") ma le mani sono un veicolo importante di germi.....pensate a quanto vi toccate il naso e le prime vie aeree durante un raffreddore ......e qualcosa sulle mani resta di sicuro!!!

per tornare al nostro discorso mi è arrivata tempo fa la mail con le foto di un grattacielo cinese a 11 piani letteralmente caduto su un fianco, neanche crollato , perchè si erano "dimenticati " di fare le fondamenta ....se mi mandata la vostra mail ve la giro

Questo fatto poi che i cinesi facciano dogana per i prodotti europei è una cosa VERGOGNOSA!!!!!! Loro fanno entrare tutta la loro immondizia da noi senza alcun controllo doganale e invece da loro i nostri prodotti raggiungono prezzi spaventosi! Ce ne sarebbe abbastanza da creare un vero e proprio "embargo" nei confronti della Cina....se solo ci fosse la volontà a livello politico, Europa e Usa che chiudono le fronitere alla Cina ...ma a questo punto la volontà si usa solo per far fare soldi a chi va a produrre in Cina


_________________________
avatar
mark_67
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 736
Punti : 829
Reputazione : 63
Data d'iscrizione : 02.12.11
Età : 50
Località : Rovigo
Umore : Tendenzialmente rabbioso

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da mark_67 il Dom Feb 05, 2012 7:44 pm

Sono talmente d' accordo con te su tutta la linea che non commento neanche....
Mi limito ad annuire.
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3409
Punti : 3699
Reputazione : 166
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da nico131 il Dom Feb 05, 2012 8:46 pm

karme70 ha scritto:Ecco, sono riuscito a fotografare in macro il ricalco che ho fatto a matita dallo spinterogeno


è molto piccolo come vedete, più o meno come la moneta da 1 centesimo. E' a sinistra dell'incisione che riporta la marca Magneti Marelli.....qualcuno lo aveva già visto o ne era a conoscenza? Rama??
Certo che non siamo in politica e men che meno ne voglio fare, ma un pò di protezionismo come a quei tempi ci andrebbe, magari non a quei livelli ma qui se non fanno qualcosa invece di metterci 20 anni per andare dal Chiapponi ce ne mettiamo si e no 5...!!!!!
avatar
Maurizio1600tc
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1158
Punti : 1235
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 44
Località : Toscana

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Maurizio1600tc il Lun Feb 06, 2012 2:37 pm

Vero.....
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da 131A000 il Lun Feb 06, 2012 3:14 pm

Il termine protezionismo è esagerato, pero' ne abbiamo già parlato quà, è quello che fanno senza dirlo i tedeschi. A scegliere tra i fornitori, preferiscono i connazionali, e chiedono a quelli stranieri di fare produrre in Low cost. Cosi, i prezzi buoni e la delocalizzazione, la fanno fare agli altri.
Si potrebbe parlare di buon senso, ma dietro c'è pure parecchio cinismo e noi dell'europa detta del sud, volendo essere più bravi a tagliare i prezzi per fare piacere a loro, ci spariamo nei... piedi (come si dice in Francia).

Ho letto che Renault fà solo il 18% delle loro macchine in Francia, mentre i tedeschi stanno sui 60% in germania...
avatar
Pluto127
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1171
Punti : 1248
Reputazione : 11
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 29
Località : Torino

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Pluto127 il Lun Feb 06, 2012 3:27 pm

karme70 ha scritto:Speriamo che torni presto Saturno perchè la congiuntura planetaria in questi due anni mi ha fatto faticare e non pocooooo.....non ne posso più!
Orny hai visto che ti mancano due post al 1000?????
Vi siete dati all'astrologia? Laughing

nico131 ha scritto: Certo che non siamo in politica e men che meno ne voglio fare, ma un pò di protezionismo come a quei tempi ci andrebbe, magari non a quei livelli ma qui se non fanno qualcosa invece di metterci 20 anni per andare dal Chiapponi ce ne mettiamo si e no 5...!!!!!
Hai ragione... Neutral

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Orny60 il Lun Feb 06, 2012 3:40 pm

Pluto127 ha scritto:
karme70 ha scritto:Speriamo che torni presto Saturno perchè la congiuntura planetaria in questi due anni mi ha fatto faticare e non pocooooo.....non ne posso più!
Orny hai visto che ti mancano due post al 1000?????
Vi siete dati all'astrologia? Laughing

nico131 ha scritto: Certo che non siamo in politica e men che meno ne voglio fare, ma un pò di protezionismo come a quei tempi ci andrebbe, magari non a quei livelli ma qui se non fanno qualcosa invece di metterci 20 anni per andare dal Chiapponi ce ne mettiamo si e no 5...!!!!!
Hai ragione... Neutral

Certo che ci siamo datti all'astrologia! Non trovi che sia l'unico rimedio???
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Lun Feb 06, 2012 4:20 pm

Il problema è che se di protezionismo ne parliamo noi veniamo subito accusati di prendere esempio da periodi storici "sconvenienti" ....se lo FANNO loro invece va benissimo! Io penso che, comunque, il protezionismo che applicano i tedeschi sia un qualcosa di più , qualcosa che deriva dalla loro indole, dal loro modo di pensare e non sicuramente un atteggiamento imposto. Sia a livello di piccolo consumatore che di dirigente d'azienda il pensiero va sempre a difendere la patria e i suoi prodotti..cosa che non facciamo noi a nessun livello


_________________________
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da 131A000 il Lun Feb 06, 2012 6:54 pm

Esatto, è solo il termine che non viene considerato come politically correct... Lo fanno ma non lo dicono, anzi, lo definirebbero pure in modo positivo!Tanto io, lavorando in Francia guido solo "italiane", quindi... non sono protezionista per niente!!!
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Lun Feb 06, 2012 8:55 pm

No, tu sei protezionista per l'Italia....e mi pare giusto no???? Laughing Laughing
Come tu giustamente dicevi loro non lo dicono mai! Perchè lo applicano e basta! Siamo noi italiani che siamo dei pecoroni e non pensiamo mai alle conseguenze delle nostre azioni. Ripeto, il commerciante, il libero professionista che si compri pure l'audi ....ma poi quando gli cala il fatturato perchè 1000 suoi concittadini non lavorano più in fiat, fanno fatica ad arrivare a fine mese e non si rivolgono più a lui per le sue prestazioni perchè vanno a comprare dai cinesi STIA ZITTO E SI VERGOGNI perchè è anche colpa sua! QUesto la gente NON VUOLE METTERSELO IN TESTA!! Eppure è lampante ........a Bologna mezza Ducati è in cassa integrazione in vista di licenziamento ......no, si deve comprare la BMW o la japan di turno


_________________________
avatar
Herr Homar
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 472
Punti : 513
Reputazione : 26
Data d'iscrizione : 17.01.12
Età : 42
Località : Ancona
Umore : metereopatico

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Herr Homar il Lun Feb 06, 2012 9:22 pm

Vedo che tutti girano attorno ad un pensiero ma nessuno vuole dirlo esplicitamente:
Vi siete mai chiesti come mai i presidenti della repubblica sono tutti orientati da una parte ben precisa?
Poi baciano il Tricolore per il 150° dell'Unità d'Italia...

Si vergogni chi parla dell'Italia (specie se rappresentante dei cittadini...) e non ha in mente in quale periodo il Tricolore fu onorato come mai in precedenza!
E subito a prenderne le distanze...

Non voglio fare propaganda, ma anche parlare di integrazione e agevolazioni agli immigrati, alloggi e corsie preferenziali, contributi per i ricongiungimenti familiari (!) e potrei continuare, ma non lo farò...

Secondo voi, grazie a questa gente, che fine farà l'Italia, ma sopratutto gli Italiani (quelli veri...)?
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Lun Feb 06, 2012 9:34 pm

se tutto questo è un tentativo per mandare a gambe all'aria il nostro paese e metterlo in mano alle multinazionali straniere spero veramente che chi si è adoperato per far ciò di soldi ne abbia presi davvero tanti ...perchè se lo avesse fatto gratuitamente sarebbe veramente una vergogna


_________________________
avatar
Maurizio1600tc
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1158
Punti : 1235
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 44
Località : Toscana

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Maurizio1600tc il Lun Feb 06, 2012 9:41 pm

A gratis non fa più nulla quasi nessuno Karme....
avatar
Herr Homar
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 472
Punti : 513
Reputazione : 26
Data d'iscrizione : 17.01.12
Età : 42
Località : Ancona
Umore : metereopatico

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Herr Homar il Lun Feb 06, 2012 9:46 pm

A proposito di dazi e protezionismo: lo sapevate che i gialli a Napoli si sono comprati un intero porto?

Dico, fanno li tutto cio che vogliono, senza il minimo controllo! Interi container di escremento che invade allegramente i nostri supermercati e finisce regolarmente sui nostri piatti...

E al mio vicino proibiscono di vendere le salsicce da lui prodotte...
avatar
Maurizio1600tc
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1158
Punti : 1235
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 44
Località : Toscana

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Maurizio1600tc il Lun Feb 06, 2012 9:49 pm

Non ho parole.... Shocked
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da 131A000 il Lun Feb 06, 2012 10:36 pm

Herr Homar ha scritto:Vedo che tutti girano attorno ad un pensiero ma nessuno vuole dirlo esplicitamente:
Vi siete mai chiesti come mai i presidenti della repubblica sono tutti orientati da una parte ben precisa?
Poi baciano il Tricolore per il 150° dell'Unità d'Italia...

Si vergogni chi parla dell'Italia (specie se rappresentante dei cittadini...) e non ha in mente in quale periodo il Tricolore fu onorato come mai in precedenza!
E subito a prenderne le distanze...

Non voglio fare propaganda, ma anche parlare di integrazione e agevolazioni agli immigrati, alloggi e corsie preferenziali, contributi per i ricongiungimenti familiari (!) e potrei continuare, ma non lo farò...

Secondo voi, grazie a questa gente, che fine farà l'Italia, ma sopratutto gli Italiani (quelli veri...)?

Dicevano la stessa cosa in Francia degli italiani ancora 40 anni fà.... poi l'hanno detto per i turchi, gli algerini ecc, lo dicono per gli afghani, i cinesi... E' vero che c'è chi sà approfitare, ma non generaliziamo per cortesia.
Generalizzare è sbagliare. E dà ragione al populismo che sta invadendo tutta l'europa. Quando c'è crisi, è più facile dare la colpa all'altro che a capire che la maretllata sulle dita ce la siamo dati da soli, comprando gli escrementi a prezzo stracciato.

Non dimentichiamoci che l'italia è stata per anni un paese d'emigrazione, ossia un paese che tutti volevano lasciare...ora che è diventato una metà per chi cerca il benessere, ossia un paese di immigrazione, e capisco che è una svolta recente, ma attenti a non riprodurre quello che gli altri hanno fatto ai vostri connazionali.

Si sà bene che tutti gli Italiani sanno solo suonare il mandolino o sono tutti ladri. E ovviamente che non sanno fare le macchine.... Rolling Eyes... Vero??? Tutti i francesi sono arroganti e sciovinisti, tutti??? I tesdeschi tutti con il complesso di superiorità??? Le svedesi tutte gnocche stratosferiche???? scratch
avatar
Herr Homar
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 472
Punti : 513
Reputazione : 26
Data d'iscrizione : 17.01.12
Età : 42
Località : Ancona
Umore : metereopatico

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Herr Homar il Lun Feb 06, 2012 11:17 pm

L'Italia, per molti stranieri, è il paese dove puoi far tutto quello che vuoi, tanto non ti fanno niente!

Chiedete ad un magrebino cosa gli fanno se viene beccato nel suo paese con due canne...
O ad un rumeno se condannato per furto...

Cosa gli fanno qui? Forse una bella 'ramanzina', due carte bollate e via! Libero di nuovo... Molti non risultano neanche, o hanno talmente tanti 'alias' da far sorridere un'ufficio anagrafe!

Non è mia intenzione fare populismo, ma finchè non si capiscono certe cose (o si finge di ignorarle...) è impossibile riemergere!
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da 131A000 il Mar Feb 07, 2012 9:13 am

Mi dispiace ma non ti posso seguire in questo ragionamento... Provaci tu ad andare in un paese in tutta buona fede e farti accusare a priori di approfittare dei soldi degli altri... Vedrai che piacere.

Di nuovo, generalizzare è sbagliare...
avatar
Herr Homar
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 472
Punti : 513
Reputazione : 26
Data d'iscrizione : 17.01.12
Età : 42
Località : Ancona
Umore : metereopatico

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Herr Homar il Mar Feb 07, 2012 12:25 pm

Molti del mio paese negli anni 60 sono andati a cercar lavoro in Svizzera e Germania: appena arrivati venivano 'schedati' ed indirizzati su posti di lavoro più o meno umili ma comunque onestamente retribuiti.
Veniva garantito un alloggio e se sgarravi venivi rispedito oltre-confine cioè in Italia. Ciò disincentivava a priori i fannulloni o potenziali tali!
Molti si sono stabiliti li, altri sono tornati indietro una volta accumulati dei bei soldini.
E non erano affatto visti di buon occhio.
La fiducia ed il rispetto vanno conquistati!

Io non accuso nessuno di approfittare di niente! E' vedere bivacchi di 'disperati' senza niente in mano vagare per i paesi che mi preoccupa!

Quando sono partiti cosa si aspettavano?
Qualcuno gl'aveva promesso qualcosa?
Certo, vedere i nostri telegiornali dove si propaganda la 'prima' accoglienza è un buon incentivo!

O magari si son detti: ok, andiamo in Italia, tanto se delinqui non ti fanno niente, poi ci sono le associazioni che ci tutelano, e poi gli itagliani sono compassionevoli e così fessi da accoglierci a braccia aperte, dandoci da mangiare e magari anche una casa, mica ci rimandano indietro... qui da noi non c'è lavoro... c'è la guerra...

Non è generalizzare, è la base per difendere il Prodotto Italia.

Ospite
Ospite

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Ospite il Mar Feb 07, 2012 12:53 pm

Io se posso dico la mia brevemente.
Se ho capito bene qui si parla di preferire i prodotti costruiti e commercializzati da aziende italiane piuttosto che quelli costruiti all'estero da aziende estere.
Se sbaglio correggetemi.

Io ultimamente ho fatto un paio di acquisti, uno presso un rivenditore italiano e l'altro presso un rivenditore straniero, precisamente tedesco.

In entrambi i casi ho acquistato ricambi e accessori auto.

Nel primo caso, cioè con un rivenditore della zona di Frosinone, ho fatto l'ordine il lunedì mattina e pagato con bonifico anticipato il lunedì pomeriggio.
L'azienda garantiva la consegna della merce tramite corriere espresso entro massimo 48 ore, a fronte di spese di spedizione di 15 euro.
Appena effettuato il pagamento mi è stato comunicato via e-mail che appena la merce sarebbe stata consegnata al corriere sarei stato informato con i dati per la tracciabilità della spedizione.
Passa lunedì.
Passa martedì: nessuna notizia, sul sito l'ordine risulta in lavorazione.
Passa mercoledì: nessuna notizia e nel frattempo scadono le 48 ore; sul sito l'ordine risulta sempre in lavorazione.
Passa giovedì: nessuna risposta; sul sito l'ordine risulta sempre in lavorazione.
Decido allora di telefonare venerdì mattina per chiedere informazioni: all'altro capo del telefono mi rispondono che non sanno a che punto sia la preparazione del mio ordine e che è strano perchè dopo tutto quel tempo il mio ordine avrebbe dovuto già essere stato consegnato.
Manco avessi ordinato 2 bancalli di roba: ho ordinato un filtro dell'aria, una barra duomi e 1 metro di tubo inox.
Si sono promessi di verificare e poi di richiamarmi.
In tardo pomeriggio mi chiamano e mi garantiscono che l'ordine partirà in serata.
Morale della favola la merce mi arriva lunedì pomeriggio.

Il secondo acquisto invece l'ho fatto presso un rivenditore di Hannover (germania) tramite la piattaforma e-bay.
Ho ordinato la merce lunedì sera, pagato con carta di credito martedì mattina, mercoledì pomeriggio avevo la merce in negozio.
Inutile dire che la merce che ho acquistato (un set di molle per assetto prodotte in germania) era venduto ad un prezzo nettamente inferiore a quello praticato dai rivenditori italiani (alla faccia della globalizzazione) e che le spese di spedizione ammontavano a 9,90 euro. Ridicolo.

Ora, è palese che a causare il ritardo di consegna del primo acquisto non è stato il corriere.
Il problema è dato da una cattiva gestione dell'evasione degli ordini da parte del rivenditore italiano, dimostrata anche dal fatto che al telefono non sapevano darmi informazioni sul mio ordine: hanno dovuto verificare e poi richiamarmi.

Questo io la chiamo mancanza di serietà aziendale.
Se ci aggiungiamo che in molti casi a parità di merce i rivenditori italiani praticano prezzi più alti, non ci vuole un genio per capire come mai si preferisce comprare all'estero le stesse cose che si possono tranquillamente anche trovare in Italia.
Si paga di meno e in cambio si ha un servizio addirittura migliore.

Smile
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da 131A000 il Mar Feb 07, 2012 4:17 pm

Herr Homar ha scritto:Molti del mio paese negli anni 60 sono andati a cercar lavoro in Svizzera e Germania: appena arrivati venivano 'schedati' ed indirizzati su posti di lavoro più o meno umili ma comunque onestamente retribuiti.
Veniva garantito un alloggio e se sgarravi venivi rispedito oltre-confine cioè in Italia. Ciò disincentivava a priori i fannulloni o potenziali tali!
Molti si sono stabiliti li, altri sono tornati indietro una volta accumulati dei bei soldini.
E non erano affatto visti di buon occhio.
La fiducia ed il rispetto vanno conquistati!

Io non accuso nessuno di approfittare di niente! E' vedere bivacchi di 'disperati' senza niente in mano vagare per i paesi che mi preoccupa!

Quando sono partiti cosa si aspettavano?
Qualcuno gl'aveva promesso qualcosa?
Certo, vedere i nostri telegiornali dove si propaganda la 'prima' accoglienza è un buon incentivo!

O magari si son detti: ok, andiamo in Italia, tanto se delinqui non ti fanno niente, poi ci sono le associazioni che ci tutelano, e poi gli itagliani sono compassionevoli e così fessi da accoglierci a braccia aperte, dandoci da mangiare e magari anche una casa, mica ci rimandano indietro... qui da noi non c'è lavoro... c'è la guerra...

Non è generalizzare, è la base per difendere il Prodotto Italia.

Bhe, questo è un forum di discussione, allora discuto la tua versione parziale dell'emigrazione e il fantasma di quello che ti è stato raccontato...
Stai solo raggionando come hanno fatto i francesi 120 anni fà (leggi questa... http://www.bellunopress.it/2010/02/08/la-strage-di-aigues-mortes-quando-morire-massacrati-toccava-agli-emigranti-italiani/)... Oggi nessuno giustifica questi comportamenti, pero' continuando a ragionare cosi... Anzi, qualcosa di simile è già successo qualche anno fà mi pare nello stivale...

Il prodotto Italia mi piace quand'è più tollerante. Te lo dico tranquillamente perché questa discussione l'ho pure fatta con i miei genitori che sono emigrati a proposito degli arabi!!! Da non crederci!

Dai parliamo di macchine che ci si diverte di più! Wink

Ospite
Ospite

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Ospite il Mar Feb 07, 2012 4:32 pm

Piccolo OT riguardo al discorso dell'immigrazione degli italiani negli anni '60 verso Svizzera e Germania.
C'è un bellissimo film, "Pane e cioccolata" del 1974 con Nino Manfredi, che narra proprio le vicende di un emigrante italiano in Svizzera.
Smile
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Mar Feb 07, 2012 6:27 pm

Pane e cioccolata è un capolavoro!!!!!!! Bravo Dade ad averlo citato .........

Condivido con Stephane che la tolleranza è un bene prezioso......aggiungo però che nel nostro paese la legge è applicata in modo molto "leggero" già per gli italiani (credo siamo gli unici al mondo ad avere un numero così elevato di tipi di associazioni malavitose) figuriamoci poi per gli stranieri. Qui è il bentegodi per tutti quelli che vivono fregando gli altri .....è ovvio che in certe condizioni e in certe minoranze che vivono ai margini della società fregare significa sopravvivere.....aggiungici poi che alle difficoltà , alle lungaggini e alla ottusità del nostro sistema legale si aggiunge poi il "buon cuore" ("ma sì dai....devono vivere anche loro) ed è fatta la frittata.

Chiudo volentieri l'OT per fare una considerazione sul confronto di Dade fra un pezzo comprato in Germania e uno in Italia .......la differenza di prezzo la vedo anch'io per i pezzi della Lambretta che costano molto meno in Inghilterra e per questo concordo sul tuo punto di vista.......sui problemi di spedizione non ho mai avuto particolari problemi se non in due casi: uno un pezzo che arrivava da Roma che non arrivava mai e un pacco che ho spedito io a Cuneo che è andato smarrito e poi ritrovato. Che le poste funzionino meglio al nord è un fatto ormai certo .......io ho ricevuto una busta da Bologna in 2 giorni (non raccomandata) e sempre posta ordinaria da Brunico spedita di pomeriggio mi è arrivata il mattino dopo passando da Verona!


_________________________
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21019
Punti : 22203
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da karme70 il Mar Feb 07, 2012 6:49 pm

Se mi insegante ad allegare un power point vi metto quella genialata del condominio cinese che si è abbattuto su un fianco


_________________________

Contenuto sponsorizzato

Re: Difendiamo il prodotto italiano!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Ago 19, 2017 3:33 am