Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Buoni frutti???

karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22202
Punti : 23401
Reputazione : 443
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Buoni frutti???

Messaggio Da karme70 il Mer Dic 02, 2009 9:59 am

Promemoria primo messaggio :

cominciano gli effetti dell'accordo Fiat Crysler???? intanto chiudono termini imerese facendo disoccupati proprio dove non servono...............


_________________________
Buoni frutti??? - Pagina 10 Dottor12Buoni frutti??? - Pagina 10 Gufata11
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22202
Punti : 23401
Reputazione : 443
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da karme70 il Sab Set 29, 2012 11:19 am

l'alfa secondo me non ha mai perso punti perchè, nonostante la scivolata verso la fascia bassa, ha continuato a reggere con le vendite e ha proposto modelli che tirano sia in Italia che all'estero: mito , 147/giulietta e 159 si sono vendute alla grande in Italia ed in Europa. La qualità in generale è ottima e a livello delle straniere ed anche l'assistenza. Bisogna puntare sul blasone e proporre modelli nuovi. Al momento la Fiat da noi si regge con le utilitarie (panda, punto , 500) e con l'alfa....la lancia invece preoccupa parecchio


_________________________
Buoni frutti??? - Pagina 10 Dottor12Buoni frutti??? - Pagina 10 Gufata11
VidiV
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7461
Punti : 8114
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 30
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da VidiV il Sab Set 29, 2012 11:43 am

E' un vero peccato vedere fior di giovani spendere 30000€ per una VW invece che per una Giulietta, Delta o Bravo. Sono tre AUTO con la A maiuscola, e solo la Bravo è retrograda rispetto le altre, ma ance lei, non ha nulla a che invidiare ad una Golf (diretta concorrente del segmento).
Tre auto, tre stili ben differenti:
La Giulietta, sportiva, giovane, emozionante.
La Delta, elegante, raffinata, spaziosa.
La bravo, concreta,collaudata, piacevole.
Perché prendere una GOLF, stessa minestra ogni volta, anche il nuovo aggiornamento non ha nulla di veramente interessante, perché!!!!
E' un peccato.
Certo, di Giuliette ne vedo sempre più nonostante il periodo nero, è bello, è positivo, e poi su strada fa la sua sporchissima figura!! Smile
Fiat sta dormendo sugli allori.
1, e lo dico da anni oramai, dovrebbe rivangare un vecchio marchio acquisito per rimettere in commercio vetture in basso costo come Dacia per Renault.
2, dovrebbe rivedere PROFONDAMENTE la gamma attuale. Nessuna berlina Fiat, solo utilitarie e giocattoloni come il Freemount, che per quanto bello sia, di fiat ha solo lo stemma.
3, deve abbassare i prezzi. non dicomolto, basta un millino, massimo 2 per ogni modello proposto. Diamine, come faccio a spendere 15000€ per una 500? Cioè, sono 30 dei vecchi e cari MILIONI!!! ma stiamo scherzando? E' una 500, per la miseria!!!! Ok la moda, ok il cult, ok tutto, ma la 500 è carissima, e non ditemi che fate pagare di più la tecnologia con il TwinAir, che lo fate con la metà dei pezzi di un blocco a 4 cilindri, per Giove!!
No, non ci siamo. Cari signori, per me fiat se è fermata alla Marea. e Già lì aveva pensati acciacchi. oggi ha poco di interessante, lavora con pressapochismo.
Guardate la 500L, l'avete vista 'stà 500 gigante? Ma veramente, sembra la macchina di un fumetto!!! Ma no, cavoli , NO!! Non abbiamo bisogno di giocattoli da 18000€, ma di AUTO da 16000 o 15000!!! Se fosse per me, avrei già preso la Palio che vendono in brasile, anzi, voglio TUTTA la gamma brasiliana in italia, cavoli!!!


_________________________
Deus ex machina


Buoni frutti??? - Pagina 10 Madeinfiat.net
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22202
Punti : 23401
Reputazione : 443
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da karme70 il Dom Ott 07, 2012 9:59 pm

Per me il Marpionne, dopo il rassicurante discorso della settimana scorsa , si sta già rimangiando tutto! Ieri mattina si lamentava perchè dopo aver investito per la nuova panda in Italia non ha ottenuto i risultati attesi!!!! E certo, gli investimenti in Italia li ha fatti per l'ennesimo restyling, neanche troppo riuscito , di un'auto che ha "stravenduto"..........mentre il modello nuovo , che dovrebbe attrarre l'attenzione lo va a fare in Serbia! Un genio quest'uomo: secondo lui tutti quelli che hanno comprato la panda penultimo modello appena vista la nuova panda costruita a Torino dovevano immediatamente vendere la loro e comprarne una nuova!!! Ovviamente questo servirà da pretesto per investire sempre meno in Italia!!! E poi venitemi a dire che non si sta mettendo in pratica il complotto ideato negli anni 70 per deindustrializzare questo paese! Ideato e messo in pratica dagli stessi che ci hanno comprato la Fiat, facendolo passare come la Fiat che comprava loro!!!!!!!!!! Ma fatemi il piacere!!!!!


_________________________
Buoni frutti??? - Pagina 10 Dottor12Buoni frutti??? - Pagina 10 Gufata11
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Sab Ott 13, 2012 12:08 am

Fiat: prodotta la 10.000.000° vettura in Polonia

Buoni frutti??? - Pagina 10 03ea277eac9f7602edec0f922620998a%252C0%252C1

Oggi dalle linee di montaggio dello stabilimento Fiat Auto Poland di Tychy è uscita la diecimilionesima vettura prodotta in 41 anni di storia dei due siti industriali di Fiat in Polonia: nell'exstabilimento FSM di Bielsko-Biała (1971) e nella fabbrica Fiat Auto Poland di Tychy (1975). Destinata al mercato tedesco, la vettura è una Fiat 500C Lounge di colore Rosso Corsa ed equipaggiata con un 1.2 benzina. Gli inizi dello sviluppo della industria automobilistica in Slesia risalgono al 1971, quando dalle linee di montaggio dell'ex stabilimento FSM di Bielsko-Biała escono le prime vetture Syrena. Nel 1973, in seguito alla licenza di produzione acquistata dal governo polacco, nella fabbrica si comincia arealizzare le Fiat 126 mentre a Tychy viene avviata la costruzione di un nuovo stabilimento che inizia l'attività produttiva nell'autunno del 1975. Dalla fine del 1971 fino a settembre del 2000, quando la produzione è stata spostata allo stabilimento di Tychy, dall'impianto di Bielsko-Biała sono uscite 1.722.596 unità tra i modelli Fiat 126, 127, Uno, Siena e Palio Weekend. La produzione delle vetture nello stabilimento di Tychy inizia nel settembre del 1975 quando escono le prime "Maluch", Fiat 126. Nel corso degli anni, grazie agli investimenti legati all'avviamento di nuovi modelli, l'impianto di Fiat Auto Poland a Tychy si è trasformato diventando uno dei più moderni ed avanzati nella industria automobilistica internazionale. Oggi la sua organizzazione è conforme agli standard mondiali WCM (Word Class Manufacturing) e le vetture qui prodotte si posizionano nei primi posti delle classifiche di affidabilità come la Fiat Panda e la Fiat 500 entrambe insignite del titolo "Car of The Year". Nei suoi 37 anni di attività, lo stabilimento di Tychy, che fino a maggio del 1992 faceva parte della vecchia FSM ed attualmente è uno degli stabilimenti Fiat, ha prodotto 8.277.404 unità. I modelli Fiat prodotti sono stati la 126, la Uno/Innocenti, la Siena, la Palio Weekend, la Cinquecento, la Seicento, il Ducato, la Punto, la Bravo/Brava la Marea, la Panda, la 500 (berlina, Cabrio e Abarth), oltre alla Lancia Ypsilon e alla Ford KA.

http://autoitalian.blogspot.it/2012/10/fiat-prodotta-la-10000000-vettura-tychy.html
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Mar Ott 16, 2012 11:46 pm

nico131
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3477
Punti : 3767
Reputazione : 190
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 45
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da nico131 il Sab Ott 20, 2012 12:40 pm

L' avete sentita l' ultima di Marchionne di qualche giorno fa? Al di la della bandiera politica uno che parla così di una città come Firenze, città che tutto il mondo ci invidia che considerazione puòl avere dell' Italia, dei suoi cittadini e dei suio operai, che sono quelli che la portano avanti??? Poveri NOI...!!!http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/politica/2012/10-ottobre-2012/firenze-gaffe-marchionne-rabbia-ironica-rete-2112200271316.shtml
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22202
Punti : 23401
Reputazione : 443
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da karme70 il Sab Ott 20, 2012 12:53 pm

..ho sentito anche la smentita immediata la mattina successiva....pare che volesse intendere "città non a livello di grandi capitali europee"........il fatto è che la cosa sembra "scappata" a microfoni spenti ...quindi non lascia spazio a grandi interpretazioni. Ormai penso che la considerazione di Marchionne per l'Italia e gli italiani sia più che chiara


_________________________
Buoni frutti??? - Pagina 10 Dottor12Buoni frutti??? - Pagina 10 Gufata11
karme70
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22202
Punti : 23401
Reputazione : 443
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da karme70 il Mer Ott 31, 2012 9:41 pm

Le ultime notizie di questa mattina. FIat prevede bilanci in perdita per altri due anni. Nessuno stabilimento chiuso (questo solo per oggi però...domani poi si rimangeranno la parola) ma la Lancia "non ha più appeal" ed è destinata a scomparire. Fiat invece punta sulle auto di prestigio (????) .....e per alfa invece? utilitarie?? Io non ci capisco più nulla


_________________________
Buoni frutti??? - Pagina 10 Dottor12Buoni frutti??? - Pagina 10 Gufata11
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Gio Nov 01, 2012 12:25 am

Ecco un riassunto! Very Happy

Gruppo Fiat
I modelli che verranno

Buoni frutti??? - Pagina 10 398260_6207_big_fiat_bravo

Con la presentazione del nuovo piano industriale, il Gruppo Fiat ha rimescolato le carte, proponendo uno scenario piuttosto diverso da quello ipotizzato solo due anni e mezzo fa: la crisi che ha colpito il settore auto in Europa ha obbligato i vertici del Gruppo a rivedere le proprie strategie. Vediamo quali saranno i modelli che dovrebbero vedere la luce nel prossimo futuro.

Fiat. Come ampiamente preannunciato, il 2013 porterà nel listino della Casa torinese una sola novità, la Fiat 500XL, variante a sette posti della 500L: come la sorella, sarà costruita nello stabilimento serbo di Kragujevac e sarà venduta in Europa e Usa. Nel 2014 è attesa anche la Fiat 500X, anticipata con una breve apparizione lo scorso mese di luglio: secondo i nuovi piani, questa sarà l'unica vettura a marchio Fiat costruita in Italia. L'anno successivo sarà quello più ricco di novità per il marchio torinese. Nell'arco del 2015 potrebbero arrivare il restyling della Panda, la nuova generazione della 500 (e probabilmente anche la nuova 500C), oltre alla futura Punto, che non debutterà prima in considerazione delle cattive previsioni sul mercato europeo fino al 2014. Nel corso dello stesso anno poi, è atteso anche l'arrivo in Europa della Viaggio (verosimilmente nella futura versione a due volumi), la cui produzione in Cina è stata recentemente avviata.

Lancia. Nel nuovo piano industriale della Fiat non sono previste per la Lancia novità di prodotto fino al 2015. In quell'anno il Gruppo presenterà due vetture, verosimilmente la Ypsilon facelift e un nuovo modello di segmento C o D strettamente derivato da un omologo Chrysler (la nuova 100 o la nuova 200) e prodotto in America. Sul destino del marchio torinese, che esce pesantemente ridimensionato dai nuovi programmi, si è del resto espresso molto chiaramente lo stesso Marchionne, secondo cui "la Lancia non tornerà più quella di un tempo". Bisogna inoltre ricordare che proprio ieri è stato sottolineato un aspetto centrale per il futuro della Casa: i modelli americani verranno eventualmente riproposti in Europa solo nel caso di una chiara fattibilità economica.

Alfa Romeo. Per il Biscione i prossimi anni saranno particolarmente intensi, come abbiamo scritto ieri: l'anno prossimo l'Alfa Romeo aggiornerà la propria gamma con il lancio della 4C e il debutto degli aggiornamenti di MiTo e Giulietta. Nel biennio 2014-2015, secondo il piano, arriveranno sei nuovi modelli. I primi dovrebbero essere la grande berlina di segmento E e la variante spider (con tetto targa) della 4C. A seguire, l'anno successivo, le versioni berlina e familiare della Giulia, la sport utility e la Duetto, realizzata in collaborazione con la Mazda. Giova sottolineare che ci stiamo muovendo nel campo della speculazione, e che siamo stati abituati negli anni scorsi a frequenti ripensamenti sul lancio di nuovi modelli, particolarmente per quello che riguarda l'Alfa.

Jeep. L'unico marchio americano dei quattro "global brand" su cui punta Marchionne, vedrà il debutto della nuova Cherokee l'anno prossimo, ma soprattutto quello della B-Suv, attesa nel 2014. Il modello, che secondo i programmi verrà prodotto in Italia, sarà il gemello della Fiat 500X cui facevamo riferimento più sopra. Nel 2015 poi, sarà la volta dell'unico crossover destinato a sostituire contemporaneamente la Compass e la Patriot.

Maserati. Anche per il Tridente sono in cantiere molte importanti novità: nel 2013 verranno lanciate la Quattroporte e la Ghibli. Fra il 2014 e il 2015, infine, verranno presentate le tre novità che chiuderanno il cerchio del rinnovamento per il marchio: la sport utility Levante e le nuove generazioni di GranTurismo e GranCabrio.

http://www.quattroruote.it/notizie/industria/gruppo-fiat-i-modelli-che-verranno
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Gio Nov 01, 2012 4:55 pm

Intervista, L'amministratore delegato del Lingotto
«Possiamo farcela, ecco la svolta Fiat
Investiamo in Italia, poi fusione Chrysler»
Marchionne: credo nel Paese, ora uno sforzo di tutti Sfideremo i marchi tedeschi con Alfa e Maserati

TORINO - «Ha visto come ha reagito la Borsa? Totalmente prevedibile». Perché non chiude in Italia? «Ovviamente». Dopodiché Sergio Marchionne smette di guardare le quotazioni. Amen, se gli analisti «non condividono la strada che abbiamo scelto». Lui, alla fine, sul Paese ha deciso di puntare. Le tre sacche da viaggio sono lì, in un angolo dell'ufficio: sempre pronte, messe in fila una dietro l'altra. Le ore di volo fanno 40 giorni all'anno, e tra poco riparte di nuovo per Detroit. Ma intanto il messaggio è questo: «Ci credo. Credo nell'Italia, quella di Mario Monti, quella che vuole cambiare». Dunque: «Prima investo qui per andare a fare concorrenza ai tedeschi». Solo dopo manderà avanti la completa fusione Fiat-Chrysler: «Diciamo 2014-2015. Tutto insieme non lo posso fare».

Promette: pieno rilancio di tutti e cinque gli stabilimenti italiani, riassorbimento completo dei 23 mila dipendenti. L'aveva già fatto. Poi, con la crisi in Europa, sono arrivati i dubbi. Perché adesso gli scettici le dovrebbero credere?
«Perché bugie non ne ho mai dette. Ho guardato il mercato, l'ho affrontato resistendo alle critiche ma senza fare macelleria sociale. Adesso, dico che nonostante tutto le condizioni ci sono. È vero, questo è un Paese complicato. Molto complicato. Martedì ero al consiglio d'amministrazione. C'era la Fiom, fuori, che fischiava. Noi, dentro, prendevamo decisioni di grande coraggio. Se la Fiat avesse scelto di andarsene, l'impatto sociale forse si sarebbe potuto gestire, quello sull'immagine dell'Italia a livello internazionale no. Il più grande gruppo industriale del Paese che lascia? Sarebbe stato devastante».

Eppure lei per primo lo ha ammesso: era un'opzione. E non è che, nel frattempo, le condizioni strutturali del Paese siano così cambiate. Fosse andato in Polonia, o in Brasile, alla Fiat sarebbe costato meno.
«Vero, e perciò la Borsa ha reagito come ha reagito. Vero pure che Monti era riuscito a calmare le acque ma ora siamo di nuovo in attesa di atterraggio: un periodo indefinito, scandito dal clima elettorale. Vero, infine, che il mercato europeo dell'auto sta raschiando il fondo del barile e per altri due anni continueremo a vederlo da lì, dal basso».

Appunto. E quindi? Dove sta la convenienza? Se dice che lo fa solo per responsabilità verso il Paese non le crederanno.
«Chiariamo subito: io stesso l'ho definita una scelta "non per deboli di cuore". In Europa tre costruttori chiudono fabbriche, Ford guadagna in America ma non mette soldi qui, la Francia dà a Peugeot sette miliardi pubblici. Noi faremo da soli. Ma vede: la Fiat è un cantiere aperto, non chiude mai. Per la terza volta, con la condivisione totale di John Elkann e della famiglia, rivoltiamo l'azienda. L'abbiamo fatto nel 2004. Rifatto nel 2009, con Chrysler. Ed è stata quella la mossa, intelligente, che ci consente ora di ridisegnarla completamente, puntando ovviamente a guadagnare nonostante tutti gli scenari italiani ed europei. Oggi è grazie a Chrysler che possiamo far leva su Alfa e Maserati e andare a dare fastidio ai concorrenti dei brand premium».

Nuova dichiarazione di guerra ai tedeschi? L'obiettivo è ambizioso.
«Vedrete».

Il rilancio Alfa l'ha promesso altre volte, in passato. Per sua stessa ammissione ha sempre fallito.
«Se non avessi avuto le architetture e le piattaforme della Chrysler, i motori base, i 2.300 concessionari americani mi sarebbe impossibile anche adesso. Li ho. Possiamo metterci i soldi».

Quanti? Quando?
«Non l'ho detto nemmeno ai sindacati. L'annuncio di Fabbrica Italia è stato il mio più grande errore: il mercato è crollato e mi hanno impiccato sui dettagli. Ora lavoreremo in silenzio, a testa bassa, lasciando che a parlare siano i fatti. Il primo lo vedrete a gennaio, con la nuova Maserati Quattroporte».

È vero che Melfi partirà presto, a giorni?
«La prossima settimana ci vanno i nostri tecnici. Entro l'anno cominceremo a spendere i primi soldi».

Perché ha spostato lì i mini Suv, Jeep compresa, che fino a tre mesi fa sembravano ancora previsti a Mirafiori?
«Perché da due i modelli sono diventati tre. A Mirafiori l'impianto non sarebbe bastato. E poi è quello con i maggiori costi strutturali».

Dunque qui, a Torino, conferma: polo dell'alta gamma Alfa-Maserati?
«Confermo. Mirafiori e Grugliasco saranno la nostra arma per sfondare anche negli Usa. E di nuovo c'entra Chrysler: il Suv della Maserati, che chiameremo Levante, lo possiamo fare perché abbiamo la piattaforma della Grand Cherokee».

Intanto cancella la Lancia.
«No. Rimane la Ypsilon. Il resto arriverà da Chrysler».

Ridimensiona anche il marchio Fiat, se è vero che Panda e 500 saranno un brand nel brand.
«Di nuovo: no, Fiat resta. È però "500" il marchio spendibile anche all'estero. Negli Usa da un anno sorpassiamo stabilmente le vendite Mini: ma chi la compra vuole guidare la 500, non la Fiat. Mi devo spendere il marchio, allargarlo a un'intera famiglia. Con la 500L, che abbiamo appena iniziato a vendere. E altre sorprese che arriveranno».

Per la Panda non è la stessa cosa.
«Non in America. Ma là il prossimo Freemont sarà di fatto un "Pandone"».

Quella che lei promette è una totale rivoluzione Fiat. Marchi, modelli, fasce di mercato. Tutto in due, tre anni al massimo. Stavolta non si torna indietro?
«Legga quest'agenzia. La solita Fiom: "Mirafiori, lo stabilimento delle illusioni". Ma non scherziamo. Ci vuole un enorme coraggio a investire adesso, andare sulla fascia alta mettendo in gioco tutte le nostre competenze ed eredità migliori. La Ferrari, l'Alfa, la Maserati, dall'altro fronte i 70 anni della Jeep. Se l'avessi fatto in questi due anni, buttando soldi nel sistema come molti avrebbero voluto, avrei portato i libri in Tribunale. Adesso che possiamo permettercelo, però, occorre sempre la stessa cosa: pagherò le royalties a Montezemolo, ma il concetto è quello suo, è fare squadra. Con i sindacati e con il governo».

Ai primi, ossia a Cisl, Uil, Fismic e Ugl che con Fiat hanno firmato i nuovi modelli contrattuali, ha sostanzialmente detto: o anche voi vi impegnate attivamente per isolare le minoranze che «non fanno il bene del Paese e soprattutto dei lavoratori», o la competitività per l'export è a rischio. Non si stupisca se la Fiom dice che vuole dividere il sindacato.
«È la Fiom che si è divisa da sola. È incapace di adattarsi a una realtà in cui la maggioranza vuole lavorare e non farsi condizionare dalla minoranza. Non mi importano gli attacchi personali. Ma ai referendum ha vinto il lavoro. Sono quelle persone, sono i ragazzi di Pomigliano che io devo difendere. Gente che non mi ha mai mollato e che devo proteggere».

Ne manda a casa 19 per far posto agli iscritti Fiom reintegrati dal giudice.
«È totalmente coerente. La cassa integrazione è arrivata anche lì. Non c'è lavoro sufficiente, dove metto anche solo un assunto in più? Risponda la Fiom. Ma non accetto lezioni di democrazia».

Problema di sindacato?
«Problema di rappresentanza. Poi è vero che il sindacato in Italia è troppo frammentato: ma con Cisl, Uil, Fismic, Ugl condividiamo un progetto, hanno accettato di mettersi in gioco, la loro parte la fanno. Perché devono essere considerati servi di un padrone che non esiste più se non nella storia dell'Ottocento? Perché c'è chi va a fare comizi davanti all'Irisbus, costretta a chiudere perché da anni è senza commesse pubbliche, e poi però compera autobus in Turchia? E perché i media questo non lo raccontano? A proposito di giornali: dobbiamo starci, all'aumento di capitale di Rcs?».

Deve dirlo lei.
«L'ha già detto John. Se ci sono piani credibili, si sostengono».

La Fiat usata in campagna elettorale: non dica che non se l'aspettava.
«Guardi, non so cosa vogliano fare i partiti. So che l'alternativa a Monti non è bella. Se non ci va lui, all'estero, chi ci mandiamo? Abbiamo recuperato credibilità. Il coraggio di quest'uomo che si è giocato tutto, faccia e credibilità, è unico».

Quanto gioca la sua presenza sulla sua scommessa per l'Italia?
«Un bel po'. E anche la speranza che rimanga. Quando l'ho visto per la prima volta da premier mi ha detto: "Non ho un euro". Avete scritto che ieri ci siamo sentiti. È vero. Mi ha detto solo: "Decisione stoica, la ringrazio". Ho apprezzato allora e adesso. Anche se "chi comanda è solo", quella di Monti è un'Italia diversa da quella che ho conosciuto in questi anni. È quella per cui si può scommettere».

Dal governo non si aspetta proprio niente? L'ha detto lei, che agevolazioni all'export sono necessarie.
«Guardi, l'Europa della libera concorrenza nell'auto è già saltata. La Francia dà sette miliardi a Psa. La Germania l'ha fatto in passato e, se sarà necessario, alla fine interverrà su Opel. Noi sappiamo che in Italia, mercato che in cinque anni ha perso il 40%, non c'è niente da dare a nessuno e comunque noi non lo vorremmo. Continueremo a fare da soli. Ma per l'export, per tutte le imprese, i paletti ci sarebbero. In entrata e in uscita. Se uno fa cento bottiglie da esportare, su quelle cento gli si potrebbero magari ridurre le imposte ed eliminare i passaggi burocratici».

Ci crede?
«C'è un tavolo, lavoriamo insieme. Vediamo».

«Vediamo» pure le voci su una maxifusione con Gm, Opel, Psa e lei alla guida?
«Pettegolezzi».

Che contribuiscono, però, a farla finire in mezzo alla campagna elettorale non soltanto in Italia: anche Mitt Romney l'ha tirata in ballo contro Barack Obama.
«Un autogol, credo. Posso dirle questo: qui mi chiamano "l'americano", là mi ha dato fastidio quello sprezzante " Italians " con cui Romney ha bollato la Fiat. Non è piaciuto a me e, credo, a nessun altro italiano».

http://www.corriere.it/economia/12_novembre_01/marchionne-fiat-chrysler_093dfc3e-23f4-11e2-9217-937e87f32cd3.shtml
avatar
Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da Manolete il Ven Nov 02, 2012 4:33 am

Faremo, venderemo, investiremo...

Mi viene in mente la celeberrima canzone di Mina: Parole, parole, parole...
VidiV
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7461
Punti : 8114
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 30
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da VidiV il Ven Nov 02, 2012 1:37 pm



_________________________
Deus ex machina


Buoni frutti??? - Pagina 10 Madeinfiat.net
avatar
Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da Manolete il Ven Nov 02, 2012 2:15 pm

Parlare di che? Dello smantellamento di tre case automobilistiche più che centenarie? Della cancellazione arbitraria del loro passato glorioso? O che mi si vuol far credere che "Panda" possa essere un marchio a sé stante? Ma via, non mi faccia ridere questo marpio(n)ne, la Panda è un'utilitaria a basso prezzo per chi non può comprarsi di meglio. Non sarà forse che si vuole lasciare la fiat con due soli modelli e si prende come scusa questa scemata del "marchio a parte" per nascondere la verità, ossia che non si investirà più in modelli più grandi? Twisted Evil
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Gio Nov 15, 2012 6:01 pm

Sergio Marchionne
"La Giulia è in pieno sviluppo"

Buoni frutti??? - Pagina 10 400055_1792_big_giulia2

I piani per il lancio dei nuovi modelli previsti nel piano industriale del Gruppo Fiat-Chrysler sono già avviati, e al centro delle attenzioni della dirigenza c'è il marchio Alfa Romeo. L'aggiornamento della gamma Alfa assorbirà una buona parte delle energie del Gruppo nel corso dei prossimi anni.

"Non ho alcuna intenzione di vendere l'Alfa". Il Biscione, unico marchio che verrà direttamente coinvolto nell'accordo con la Mazda (oltre alla Spider costruita in Giappone su base MX-5 non ci sono altri sviluppi, per il momento), ha ora a disposizione i fondi su cui impostare un piano concreto, proprio grazie ai profitti realizzati dal ramo americano nel corso degli ultimi anni. Completamente fuori discussione la cessione della Casa alla Volkswagen: come dichiarato da Sergio Marchionne nella lunga intervista rilasciata a Luca Ciferri di Automotive News Europe, "ci sono cose che non sono in vendita. Se andate da Piëch per comprare l'Audi, vi dirà che non è in vendita. Non si tratta di una questione di prezzo, non ho alcuna intenzione di vendere l'Alfa, punto".

La Giulia "è in pieno sviluppo". Dopo il debutto della 4C, sportiva d'immagine che verrà prodotta in serie limitata, sarà la volta per l'Alfa di rilanciarsi in un settore assolutamente cruciale, quello delle berline medie. La Giulia, afferma Marchionne, "è in pieno sviluppo, verrà costruita in Italia (come la possibile sport utility) e sarà venduta a livello globale". Non esistono invece decisioni ufficiali sul ritorno dell'Alfa nel segmento delle grandi berline, ma se dovesse concretizzarsi un simile scenario, sarà grazie a un prestito tecnico dai nuovi modelli della Maserati, che curerebbe anche l'assemblaggio del modello a Torino.

Il futuro della Fiat. Per quanto riguarda il marchio Fiat, non è precisa intenzione di Marchionne restringerne il campo d'azione al solo segmento A, come può apparire dal piano industriale presentato nelle settimane scorse: l'ad vede ancora la possibilità teorica di realizzare una compatta che si ispiri allo stile della 500, ma saranno in ogni caso le due citycar (500 e Panda, per l'appunto) a costituire il cuore della gamma.

L'erede della Lancia Delta. Ancora diverso il discorso della Lancia, la cui offerta si baserà di fatto sui modelli provenienti dalla Chrysler: se le mosse future nei segmenti superiori verranno valutate volta per volta, a detta di Marchionne la riproposizione della prossima Chrysler 100 in sostituzione dell'attuale Lancia Delta pare praticamente decisa. Il problema della Casa torinese è che al di fuori dell'Italia non viene percepita come un Costruttore con un lungo passato nei segmenti più prestigiosi: da qui le difficoltà commerciali in Europa, dove è complicato imporsi senza un'immagine molto forte.

Le grandi prospettive della Jeep. Per un marchio alle prese con una situazione difficile, ce n'è un'altro - americano - particolarmente promettente per i suoi margini di crescita. La Jeep supererà nel 2014 le previste 800.000 unità l'anno, ma sul lungo termine deve arrivare a vendere un milione di auto in tutto il mondo. Per raggiungere il traguardo, bisogna però ampliare significativamente la base produttiva attuale, e l'apertura - recentemente annunciata - di una fabbrica in Cina, contribuirà in maniera determinante al conseguimento dell'obiettivo.

http://www.quattroruote.it/notizie/industria/sergio-marchionne-la-giulia-e-in-pieno-sviluppo
avatar
Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da Manolete il Ven Nov 16, 2012 4:14 am

Meno male che marpionne considera l'Alfa Romeo un marchio strategico per gli Stati Uniti, altrimenti sarebbe già stata trasferita a Wolfsburg!
VidiV
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7461
Punti : 8114
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 30
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da VidiV il Ven Nov 16, 2012 8:38 am

Manolete ha scritto:Meno male che marpionne considera l'Alfa Romeo un marchio strategico per gli Stati Uniti, altrimenti sarebbe già stata trasferita a Wolfsburg!
Vero, ma è triste sapere che non punta sulla Lancia Sad .
Ha chiaramente espresso che non tornerà quella di un tempo; un vero peccato.
Perchè abbandonare a se stesso un marchio così prestigioso?! Crying or Very sad

Comunque per alfa era il momento di ringiovanire il parco auto. Se non fosse per Giulietta e Mito, ha ben poco in cantiere. Però, ho letto in giro, e la 159 adesso è in vendita a prezzi stracciati!! Cool Fatevi avanti!!!


_________________________
Deus ex machina


Buoni frutti??? - Pagina 10 Madeinfiat.net
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Ven Nov 16, 2012 5:29 pm

Il Boss ha scritto:
Manolete ha scritto:Meno male che marpionne considera l'Alfa Romeo un marchio strategico per gli Stati Uniti, altrimenti sarebbe già stata trasferita a Wolfsburg!
Vero, ma è triste sapere che non punta sulla Lancia Sad .
Ha chiaramente espresso che non tornerà quella di un tempo; un vero peccato.
Perchè abbandonare a se stesso un marchio così prestigioso?! Crying or Very sad

Comunque per alfa era il momento di ringiovanire il parco auto. Se non fosse per Giulietta e Mito, ha ben poco in cantiere. Però, ho letto in giro, e la 159 adesso è in vendita a prezzi stracciati!! Cool Fatevi avanti!!!

Veramente Lancia e Chrysler saranno tutt'uno come Opel\Vauxall

Lancia non chiude. Anche Brown Scott ne dà la conferma

Buoni frutti??? - Pagina 10 Scott-brown1

Seppur la notizia che Lancia non chiude qui sul nostro Blog sia data come certa, in tutto il web si crede ancora il contrario.
Noi non ci stiamo e, dopo la conferma da parte di Marchionne, dal Reponsabile di Comunicazione di Lancia EMEA e dalla pagina ufficiale Facebook di Lancia, ecco arrivarne un’altra dal portavoce di Chrysler, Brown Scott. Quest’oggi infatti, ai microfoni di Motor Trend, ha dichiarato:

“Ciò che Marchionne aveva detto è che l’unica vettura che Lancia produrrà sarà la Ypsilon, il resto della gamma sarà sviluppato in collaborazione con Chrysler e prodotto in Nord America (come già previsto nei piani di prodotto del 2010 ndr). Ne è dunque stato annunciato lo sviluppo di nuovi modelli, NON la fine della Lancia”.

Dunque non è la fine di Lancia, anzi, con i prossimi modelli si parla anche di collaborazione tra i due Brand. Ciò fa presagire che nelle prossime Chrysler 200C e 100C, modelli vitali per il Brand di Chivasso, ci sarà anche “un’impronta” torinese.

http://www.lanciaitaliablog.com/2012/11/lancia-chiude-anche-brown-scott-ne-da-la-conferma/


Marchionne: l’erede della Flavia pronta il prossimo anno, la nuova Delta in fase di approvazione

Buoni frutti??? - Pagina 10 Lancia-marchionne

In un’intervista di questa settimana, il sito web Automotive News ha avuto il piacere di parlare con Sergio Marchionne, l’Amministratore Delegato di Fiat-Chrysler e molte sono le anticipazioni che ha lanciato riguardo ai futuri modelli Lancia-Chrysler.
Anzitutto è stato confermato il debutto della Chrysler 200 (la futura Lancia Flavia) al Salone di Detroit che si terrà nel gennaio 2013. Da questo modello, Marchionne si aspetta un successo che gli permetterà di prendere una notevole fetta di mercato in un segmento molto redditizio negli Stati Uniti.
Riguardo alla Chrysler 100 (che qui prenderà il nome di Lancia Delta), l’AD sembra interessato ad una sua approvazione, spinto dal successo della Ford Focus e dalla mancanza di una versione compatta hatchback negli Stati Uniti (ricordiamo che in USA viene venduta come segmento ‘C’ solo la Dodge Dart, una 3 volumi), le quali sembrano essere sempre più apprezzate dalla clientela americana rispetto a molti anni fa.
Alla domanda se verrà esportata in Europa con il marchio Lancia, Marchionne ha risposto con un sì.

Riguardo alle scarse vendite fatte registrare da tutte le Chrysler marchiate Lancia in Europa, il manager italo-canadese ha risposto così:

A meno che non sei veramente premium, vendere una berlina dalle grandi dimensioni nel mercato Europeo, ma più specialmente in quello italiano, sembra davvero un’impresa. Con le condizioni economiche che stiamo affrontando, questo è un mercato piccolo. Ma non solo per noi, per tutti. Detto questo la Thema – indipendentemente dai suoi risultati commerciali – è imbattibile nel rapporto qualità-prezzo.

http://www.lanciaitaliablog.com/2012/11/lerede-della-flavia-pronta-il-prossimo-anno-la-nuova-delta-fase-di-approvazione/
avatar
Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da Manolete il Sab Nov 17, 2012 5:09 am

Il Boss ha scritto:Però, ho letto in giro, e la 159 adesso è in vendita a prezzi stracciati!! Cool
Sarebbe strano il contrario, visto che è a listino con un solo motore ed è un modello stracotto.

Il Boss ha scritto:Fatevi avanti!!!

No, grazie. Preferisco una 156 di 10 anni! Twisted Evil

michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Mar Dic 11, 2012 6:13 pm

Maserati: Wester, a Grugliasco a regime 1.500 dipendenti

Modena restera' comunque il cuore della casa del Tridente (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Nizza, 10 dic - "Modena e' e restera' il cuore dell'azienda Maserati, l'impianto storico della societa', ma in futuro ci saranno altri due siti produttivi, di cui uno sara' quello di Grugliasco, alle porte di Torino" (ex Bertone). Cosi' ai giornalisti Harald Wester, ceo di Maserati, che alla presentazione della sesta generazione della Quattroporte ha precisato che "lo stabilimento di Grugliasco, che copre una superficie totale di oltre 100mila mq., e' stato completamente rinnovato in 12 mesi, ed e' adesso una fabbrica modernissima e altamente tecnologica che ha come punto di riferimento quella di Pomigliano. La forza lavoro a Grugliasco a regime sara' di 1.500 addetti. Con due turni produrra' 135 vetture al giorno, ma vogliamo arrivare a 200 vetture al giorno inclusa la Ghibli, e quindi necessiteremo di 3 turni". Attualmente sono 450 i dipendenti tornati in fabbrica a Grugliasco (rilevata da Fiat nel 2009). Wester non ha voluto precisare il nome dell' stabilimento a cui si riferiva, oltre Grugliasco, ma secondo indiscrezioni dovrebbe essere quello di Mirafiori, dove verrebbe prodotto il futuro crossover Levante a fine 2014. A Grugliasco e' appena iniziata la produzione della sesta generazione della Quattroporte, le cui vendite sono previste nel totale del ciclo vita (7,5 anni) a 80mila unita'.

http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/economia/dettaglio/nRC_10122012_1407_289654449.html
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Ven Dic 14, 2012 9:50 pm

Fiat Pomigliano: regalo di Natale a dipendenti
Nella busta paga 500 euro per risultati ottenuti con Swcm e premio Lean production

Buoni frutti??? - Pagina 10 1355493751227_a1

POMIGLIANO D'ARCO (NAPOLI) - Regalo di Natale per i 2.146 dipendenti della newco Fabbrica Italia Pomigliano, che ritroveranno nella busta paga di fine mese 500 euro in più per i due premi ricevuti della medaglia 'Silver World class manufactoring' di giugno, ed il primo posto alla Lean Production di settembre.

Con una comunicazione affissa in bacheca, l'amministratore delegato della newco, Sebastiano Garofalo, ad un anno esatto dal lancio ufficiale della nuova Panda, ha ringraziato i dipendenti. "Il 2012 per tutti noi è stato un anno caratterizzato da ansie e sacrifici - ha sottolineato Garofalo - ma anche da grandi soddisfazioni. Finalmente grazie al vostro lavoro ed alla costanza nel perseguire obiettivi sempre più sfidanti, anche la miglior concorrenza, oltre che il managment Fiat, ha riconosciuto i risultati che noi abbiamo raggiunto. Mi riferisco al conseguimento del Silver WCM a giugno, ed alla vittoria di settembre nella gara della Lean Production con oltre 700 siti produttivi internazionali. Il riconoscimento relativo al Silver WCM prevede anche un premio in denaro di 200 euro. La novità che ho il piacere di comunicare è che anche per la vittoria nella competizione internazionale Lean Production riceverete un premio aggiuntivo in denaro di 300 Euro. Bravi".

http://ansa.it/web/notizie/specializzati/motori/2012/12/14/Fiat-Pomigliano-premio-500-euro-dipendenti-newco_7952764.html
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Mer Dic 19, 2012 11:01 pm

Sergio Marchionne
"Chiudere impianti in Italia non conviene"

A margine del suo intervento all'Automotive Conference organizzata da Goldman Sachs a Londra, Sergio Marchionne ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle fabbriche italiane della Fiat: secondo quanto riportato da "Il Sole 24 Ore", l'ad ha definito la chiusura di uno stabilimento nel nostro Paese uno scenario "economicamente non attraente".

La chiusura è un'opzione costosa. Secondo Marchionne, chiudere una fabbrica in Italia "costerebbe 600 milioni cash" e ne farebbe risparmiare solo 100, "con un ritorno della spesa in oltre sei anni e la necessità di investire in nuova capacità altrove", senza mettere nel conto la svalutazione degli asset, gli impatti negativi sul mercato italiano e i potenziali scioperi che conseguirebbero da una simile decisione.

http://www.quattroruote.it/notizie/industria/sergio-marchionne-chiudere-impianti-in-italia-non-conviene
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Gio Dic 20, 2012 6:04 pm

Fiat
Un miliardo a Melfi per produrre le Suv Jeep e 500X


Buoni frutti??? - Pagina 10 402768_6190_big_4R-Apertura_big

Buoni frutti??? - Pagina 10 402768_1542_big_Jeep_big4

A Melfi si respira aria di ottimismo. Il rilancio dell'impianto, dato per spacciato dopo l'addio alla nuova Punto (almeno per il momento) risorge sulla scia del successo dei piccoli Suv. Ed è qui, tra le montagne lucane, che dal 2014 la Fiat sfornerà le prime due sport utility, una a marchio Jeep, mentre l'altra sarà la 500X, per un investimento complessivo di circa un miliardo di euro.

Piano coraggioso. "Una scelta non facile – spiega Sergio Marchionne dal palco di Melfi - ma vogliamo essere coraggiosi in un momento di crisi. Abbiamo deciso di toglierci dalla mischia dei marchi generalisti e andare a competere nella parte alta del mercato. Ne abbiamo tutte le possibilità e i mezzi per farlo. In 3-4 anni raggiungeremo il pareggio delle attività in Italia e in Europa". "Il nostro è un piano coraggioso, non per deboli di cuore – continua Marchionne - L'evento di oggi è il primo passo concreto". L'amministratore delegato della Fiat, con accanto il presidente del Consiglio, Mario Monti, e il presidente di Fiat, John Elkann, parla di una "giornata molto importante" e conferma gli obiettivi del Gruppo per il 2012: "Avremo un utile della gestione ordinaria di circa 3,8 miliardi e un utile netto di 1,2 miliardi", precisa Marchionne.

Decisiva l'alleanza con Chrysler. Melfi dunque sarà la nuova scommessa della Fiat, dopo Pomigliano: fra due anni dalle catene di montaggio usciranno 1600 vetture al giorno con una produzione organizzata su tre turni: "In uno stabilimento che sarà all'avanguardia mondiale – tiene a sottolineare con orgoglio Marchionne – colgo anche l'occasione per ringraziare il premier Monti per ciò che ha fatto alla guida del Paese con un'agenda che dimostra coraggio e lungimiranza". Fa eco all'amministratore delegato della Fiat il presidente Elkann: "Si dice che l'alleanza con Chrysler ha tolto qualcosa all'Italia. Qui dimostriamo il contrario. Senza questa alleanza l'investimento di Melfi non sarebbe stato possibile". "Il governo si appresta a chiudere una pagina politica – aggiunge Elkann - auspichiamo che la rinnovata stabilità non venga meno".

Irresponsabile dissipare i sacrifici. E Monti? Per qualcuno è la prima scesa in campo come candidato. Il premier davanti alla platea di operai e sindacalisti - i leader di Cisl e Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti e ovviamente assente il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso - ha accennato a un discorso dai toni in effetti più politici che economici: "Penso che sarebbe irresponsabile dissipare i tanti sacrifici che gli italiani si sono assunti", afferma Monti rivolgendosi agli operai. "Tredici mesi fa l'Italia aveva la febbre alta e non bastava un'aspirina, ma una medicina amara non facile da digerire ma assolutamente necessaria per estirpare la malattia". E ancora: "Siamo solo all'inizio delle riforme strutturali". Insomma un lavoro che è parte adesso e che non potrà avere altri testimoni: "Oggi, da Melfi, parte un'operazione che non è per i deboli di cuore, ma noi sappiamo che può emergere un'Italia forte di cuore", conclude Monti.

La mappa delle fabbriche Fiat. Sei gli impianti Fiat in Italia, inclusa la Sevel di Val di Sangro, che produce veicoli commerciali, con un totale di circa 24.400 dipendenti. Di Melfi e Grugliasco si sa che cosa faranno, confermata la Sevel, restano incognite per Mirafiori e Cassino.
Melfi (Potenza). Al via l'investimento per produrre due piccoli suv, uno Jeep e l'altro Fiat. I lavoratori sono 5.500.
Pomigliano (Napoli). Nello stabilimento campano si produce la nuova Panda, commercializzata da fine 2011. L'investimento è stato di 800 milioni di euro. Finora la newco Fabbrica Italia Pomigliano ha assunto circa 2.150 lavoratori e altri 1.000 di Fiat Group Automobiles.
Mirafiori (Torino). Nella fabbrica torinese, che ha 5.000 dipendenti, si produce oggi solo l'Alfa Romeo Mito che continuerà con aggiornamenti e nuove versioni; in cantiere anche vetture di alta gamma come il suv Maserati Levante.
Grugliasco (Torino). Nella nuova sede delle Officine Maserati Grugliasco, dove il Lingotto ha iniziato l'investimento da 1,2 miliardi di euro, viene prodotta la nuova Maserati Quattroporte che vedremo al Salone di Detroit a gennaio. Poi arriverà la nuova Maserati del segmento E, Ghibli. I lavoratori arriveranno a 1.500.
Cassino (Frosinone). Si producono le Fiat Bravo, la Lancia Delta e l'Alfa Romeo Giulietta. Si faranno modelli con Chrysler destinati all'export. I dipendenti sono 4.500.
Val di Sangro (Chieti). L'accordo per i veicoli commerciali con Psa è destinato al Ducato nelle sue varie versioni. I dipendenti sono 6.200.

http://www.quattroruote.it/notizie/industria/fiat-un-miliardo-a-melfi-per-produrre-le-suv-jeep-e-500x
sentrentu
sentrentu
Team
Team

Maschio Messaggi : 3479
Punti : 3577
Reputazione : 55
Data d'iscrizione : 25.09.09
Età : 43
Località : Bergamo
Umore : Felice quando sono di traverso

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da sentrentu il Gio Dic 20, 2012 6:18 pm

Dai,in compenso è molto piacevole come utilitaria o media berlina Razz
VidiV
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7461
Punti : 8114
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 30
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da VidiV il Gio Dic 20, 2012 6:30 pm

Dirò...
Questa mossa del Marchionne mi spiazza..
Speriamo che non sia solo l'involucro ad essere Made in Italy, ma anche questi benedetti motori, e gli interni.

Insomma, sarebbe una bella mossa davvero!

Tra le altre, devo dire (ma lo ripeterò in apposita sezione) che la Nuova 500L... mi "stuzzica". Non la trovo bellissima vista dal vivo, specie sul frontale, ma il posteriore è bello, ben riuscito, un buon raccordo di elementi (se ci fate caso, poi, i fari ricordano la C quello di Sinistra, e la "gobba del" 5 quello di sinistra.. caso? non credo Wink ).
La versione che poi commerceranno in america (trekking, e non si sa se verrà proposta da noi ma dovrebbe avere lo stesso sistema di trazione che montano Cubo Trekking e Panda 2012 Trekking), con quell'aria "country" mi piace proprio!

Un minisuv? Bhe, vista la propensione dei mercati, direi che ci vuole, ma siamo già in mega-ritardo (la Opel Mokka, ad esempio, se non fosse per la crisi, venderebbe uno sproposito, perché è molto carina, compatta e da un certo senso di "offroad" che piace!).

Speriamo poi, che un tale intervento, riporti tanti lavoratori ad una occupazione fissa!! Auguri per questo progetto, Fiat!


_________________________
Deus ex machina


Buoni frutti??? - Pagina 10 Madeinfiat.net
michele131cl
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschio Messaggi : 1998
Punti : 2655
Reputazione : 259
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 36
Località : Barletta

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da michele131cl il Lun Gen 07, 2013 9:56 pm

Le 50 auto più vendute nel 2012

A guidare la classifica italiana delle preferite sono tre vetture del gruppo Fiat: Panda, Punto e Ypsilon. La prima delle straniere? La Ford Fiesta, al quinto posto.

Buoni frutti??? - Pagina 10 Fiat_panda_twin_air_39

PREFERIAMO LE PICCOLE - I dati di vendita dell’anno appena trascorso non sono confortanti: le immatricolazioni in Italia sono diminuite quasi del 20% rispetto al 2011 (leggi qui la news). Fra le cause di questa contrazione di vendite, la sfavorevole congiuntura economica e i crescenti costi di gestione dell’auto (assicurazione, carburanti, tasse). Non è un caso se i primi sei posti nella classifica elaborata dalla Unrae (l’associazione delle case automobilistiche estere che operano in Italia) sono occupati da citycar e utilitarie: la Fiat Panda (foto sopra) è largamente in vetta, con 117.775 vetture consegnate, seguita dalla Fiat Punto (qui sotto, 80.011). Terza in graduatoria è la Lancia Ypsilon (foto più in basso), che ha conquistato meno della metà dei clienti della Panda: 44.410. A breve distanza la Fiat 500 (quarta, con 43.007 unità) e la straniera più comprata dagli italiani: la Ford Fiesta (42.044).

Buoni frutti??? - Pagina 10 Fiat_punto_2012_2_0

INOSSIDABILE GOLF - Per trovare nella graduatoria un modello diverso da una piccola, bisogna scendere fino al settimo posto, occupato dalla Volkswagen Golf (34.417) che, nel corso dell’anno, è stata protagonista di un testa a testa con l’Alfa Romeo Giulietta (nona, 29.878 unità) nel contendersi lo scettro di media più venduta nel nostro paese. Restano, comunque, due mosche bianche in mezzo ad altre utilitarie: la Citroën C3 (sesta), la Volkswagen Polo (ottava) e la Toyota Yaris (decima).

Buoni frutti??? - Pagina 10 Classifica_2012_italiaBuoni frutti??? - Pagina 10 Fiat_punto_2012_2_0

BENE LE SUV - Continua il successo delle crossover e delle suv, vetture alla moda e anche considerate un po’ fuori dagli schemi. La Nissan Qashqai (23.908 esemplari) ha agguantato il 13esimo posto nella classifica; la Volkswagen Tiguan è 20esima (14.973), tallonata dalla Dacia Duster (14.747) mentre la Fiat Freemont è 23esima (14.414). La prima auto che non costa meno di 30.000 euro si trova soltanto in 33esima posizione: è la BMW Serie 3. Con 10.550 unità, ha venduto quanto una piccola sportiva come l’Alfa Romeo MiTo (10.537).

Buoni frutti??? - Pagina 10 Lancia_ypsilon_2011_4_0

http://www.alvolante.it/news/classifica_50_auto_piu_vendute_italia_2012-297109

Contenuto sponsorizzato

Buoni frutti??? - Pagina 10 Empty Re: Buoni frutti???

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Gio Apr 18, 2019 1:25 pm