Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Condividi
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22013
Punti : 23223
Reputazione : 431
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da karme70 il Sab Mag 14, 2016 9:47 pm

Visto che siamo nel bar e visto che questo forum è sempre stato molto pluralista e non come certi forum dove viene bannato anche chi nomina altre marche volevo farvi un discorsetto. Io li ho vissuti quegli anni e mi ricordo benissimo che a fine anni 80 la Renault mise in produzione due vetture che per linea erano sopra una spanna a tutte le altre....per quanto io possa amare ed apprezzare le vetture nazionali ricordo che al tempo rimasi colpito dalle linee morbide ed aerodinamiche della Renault 18 e della più piccola 14. Erano veramente belle, ben fatte , ben raccordate e con la complicità del molleggio tipico delle Renault parevano danzare lungo le strade. Voi cosa ne pensate?


Ultima modifica di karme70 il Gio Mag 19, 2016 2:25 pm, modificato 1 volta


_________________________
avatar
bull62
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschio Messaggi : 2479
Punti : 2776
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 56
Località : Biella

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da bull62 il Sab Mag 14, 2016 10:34 pm

In quanto una parte della famiglia sia transalpina esprimo il mio pensiero.
Per la 18 concordo per la pulizia della linea un'auto nel complesso piacevole ma a detta di mio suocero che l'ha avuta(unica non Peugeot)con il motore 1,6 benzina un po' lenta di prestazioni.
Per la 14 invece a parere personale la ritengo tra le peggiori creazioni della "Regie" e se non vado errato è stato anche un flop commerciale.
avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Sab Mag 14, 2016 10:50 pm

Non mi esprimo. Sono solito parlare dopo essermi documentato, quando sono supportato da fonti di informazione certe e sicure, in modo da non sparare cavolate sul web. E per fortuna, visto quello che faccio nella vita, non ho problemi di comprensione del testo!!!
Questi modelli non li conosco, quindi passo la palla. Ammetto di essere ignorante dove lo sono, non ho la pretesa di sapere dappertutto solo per aver frettolosamente consultato on-line Wikipedia!
Got the message??

Ospite
Ospite

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2016 2:01 am

karme70 ha scritto:Visto che siamo nel bar e visto che questo forum è sempre stato molto pluralista e non come certi forum dove viene bannato anche chi nomina altre marche volevo farvi un discorsetto. Io li ho vissuti quegli anni e mi ricordo benissimo che a fine anni 80 la Renault mise in produzione due vetture che per linea erano sopra una spanna a tutte le altre....per quanto io possa amare ed apprezzare le vetture nazionali ricordo che al tempo rimasi colpito dalle linee morbide ed aerodinamiche della Renault 18 e della più piccola 14. Erano veramente belle, ben fatte , ben raccordate e con la complicità del molleggio tipico delle Renault parevano danzare lungo le strade. Voi cosa ne pensate?


IO le ho vissute entrambe, ma solo da passeggero, non da Autista.....
Le aveva avute il nonno di un ragazzo che veniva a scuola con me, e spesso suo nonno ci portava a casa con quelle auto!!
A me piacciono molto le 3 volumi, quindi anche la Renault 18 non ha mai fatto eccezione!!!
Da quel che mi ricordo, avevano un confort ottimo per l'epoca, e anche tantissimi accessori.......lavafari, chiusure centralizzate, vetri elettrici, sedili in velluto.......................
Poi mi ricordo bene cosa diceva una Pubblicità della Renault 18 Diesel..................IL DIESEL SI SCATENA Very Happy
Anche perché nel film Attila Con Diego Abbatantuono, quando entrano in quell'anfiteatro e incontrano il Gallo Renolto, la scena è la Parodia di quella pubblicità............Scusate la Divagazione Trash............. Very Happy
Della 14 invece ricordo solo che aveva Tantissimo spazio per la Vettura che era....ma esteticamente non mi piaceva!!!
Poi può darsi che io mi ricordi queste cose, solo perché all'epoca l'auto di casa era uno spartano Maggiolino del 1976 Very Happy
L'unica cosa che non mi è mai piaciuta, è quel rumore di Motore Svalvolato, tipico delle Francesi........
La 128 (Auto del mio vicino che poi si comprò una Renault 9) Aveva un Rumore più bello, meno svalvolato e più Solido!!!!
Tanti Anni dopo, facendo un Lavoro dove si Guidavano molti tipi di Auto, mi sono passate sotto mano tante Renault d'antan, ma mai Renault 18 o 14...............
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22013
Punti : 23223
Reputazione : 431
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da karme70 il Dom Mag 15, 2016 8:18 am

In effetti avevano una sonorità allo scarico molto particolare ...specie le 14. Io credo che non montassero motori tanto moderni. La 14 era una 2 volumi molto spaziosa. La linea poteva piacere o non piacere....a me pareva molto gradevole anche perchè su entrambi i modelli erano riusciti a montare dei parafanghi senza spigoli, con delle linee molto sinuose. In quel periodo la 18 colpì molto ilo pubblico anche per la versione turbo. Non erano molti i turbo benzina 3 volumi in quel periodo


_________________________
avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Dom Mag 15, 2016 9:04 pm

Se dovessimo rendere a Cesare quel che è di Cesare, i Frnacesi dovrebbero fare un grosso mea culpa per come trattarono Louis Renault. Di fatto, con una falsa accusa, lo imprigionarono e, si dice, lo uccisero, riuscendo in questo modo a diventare padroni delle sue fabbriche. Il gioco gli riuscì facile perché Mr. Renault non aveva eredi. Tutto questo rientrava in una politica socialista del dopo guerra per cui lo stato francese doveva impadronirsi delle aziende. Ci provarono anche con la famiglia Peugeot, ma, più agguerrita e numerosa, i Peugeot fecero fallire il losco intento.
Per questo la Régie è divenuta statale. Ma non solo, la politica pretendeva di assegnare compiti ben precisi: la Renault doveva produrre vetture popolari, la Peugeot di media classe e così via. Ecco perché negli anni '50 il listino Renault vede solo piccole utilitarie, a differenza di quello Peugeot che di utilitarie non ne aveva.
avatar
bull62
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschio Messaggi : 2479
Punti : 2776
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 56
Località : Biella

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da bull62 il Dom Mag 15, 2016 10:16 pm

E' vero Peugeot ha avuto a lungo modelli di gamma media ma Renault oltre alla popolare 4 CV offriva negli anni 50 la Javaquatre e la Fregate senza dimenticare la Colorale specie di suv d'antan di dimensioni e cilindrata importanti.
avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Lun Mag 16, 2016 7:18 am

bull62 ha scritto:E' vero Peugeot ha avuto a lungo modelli di gamma media ma Renault oltre alla popolare 4 CV offriva negli anni 50 la Javaquatre e la Fregate senza dimenticare la Colorale specie di suv d'antan di dimensioni e cilindrata importanti.

Certo, ma si trattava di vetture già impostate prima e dove erano già stati spesi soldi per avviarne la produzione. Se, però, si va a vedere nel listino attorno al '61-62, quando gli effetti di questa politica si fanno più manifesti, si trova Renault R4 e Dauphine, oltre alle loro derivate, poi arriverà la R8 che era una popolare 1000 cc. Il progetto Dauphine, per esempio, era stato avviato nel '49, ma la vettura arrivò sul mercato nell'inverno del '56 con una sontuosa presentazione al palazzo di Chaillot. E, fortunatamente, le sorti della Renault erano state in mano a un presidente lungimirante, Pierre Lefaucheaux, che, però, morì in un incidente stradale nel '55 per un'uscita di strada che non era drammatica. Sfiga volle che tenesse sul sedile accanto la valigetta di lavoro che lo colpì pesantemente alla testa (sempre mettere nel bagagliaio cose pesanti o con spigoli contundenti, non si sa mai...)
avatar
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 2707
Punti : 3087
Reputazione : 357
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 55

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da spider il Lun Mag 16, 2016 7:21 pm

Io non ho mai amato molto le Renault, riuscivo a dare un senso alla 18 ed alla Fuego, grazie anche al motore Turbo, ma la 14 la trovavo proprio brutta, con una meccanica semplice, robusa, ma poco emozionante,non reggeva al confronto con Ritmo e Golf.
I francesi la chiamavano, con simpatia, "la poire" a causa della somiglianza con il frutto che aveva dato spunto alla campagna pubblicitaria di lancio dell'auto.
Leggendo le vostre osservazioni riguardo le differenze di posizionamento commerciale dei marchi Renault e Peugeot,
è interessante come proprio la 14 sia stata il frutto di una collaborazione tra le due case, i motori, se non sbaglio, erano gli stessi della Peugeot 104, della Citroen Visa poi montati su 205 e BX.
avatar
bull62
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschio Messaggi : 2479
Punti : 2776
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 56
Località : Biella

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da bull62 il Lun Mag 16, 2016 10:45 pm

Non sapevo del motore Peugeot sulla 14 ho fatto ricerca su sito francese ed è proprio così, bravo Spider per la segnalazione.
Punto assegnato.
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Lun Mag 16, 2016 11:24 pm

Opera18 ha scritto:S Tutto questo rientrava in una politica socialista del dopo guerra per cui lo stato francese doveva impadronirsi delle aziende.

La Renault è stata "nazionalizzata" il 15 gennaio 1945 mentre la guerra non era finita. E' stata una decisione ovviamente unilaterale dal "conseil national de la resistance" (composto da molti comunisti) che in quel contesto non prendeva il tempo di fare causa e M. Renault (non Mr che sta per Mister e non Monsieur)  fu trattato nel peggior dei modi. Purtroppo i tempi di guerra non sono i migliori per applicare i fondamenti della democrazia e dei diritti dell'Uomo.
Il primo governo socialista del dopo guerra è stato eletto il 10 maggio 1981.

LEggere i vostri pareri da questa parte delle alpi è molto interessante. Non mi stupisce che la 18 sia piaciuta in Italia, se ne vedevano parecchie da voi  all'epoca. Medio gamma a 3 volumi (erede della 12) e  i 2 volumi erano riservati alla coppia R20-30 (erede della R16 prima 2 volumi a portellone top di gamma 50 anni fà!). Oggi è il contrario, solo l'alto di gamma puo' permettersi un 3 volumi...
Pure la prima 21 era a 3 volumi, solo dal restyling c'era la 2volumi. Strano per un construttore che fu' il primo a proporre quel tipo di carrozzeria all'avanguardia che era proprio uno dei modelli d'inspirazione per Giacosa e la 123.
Per finire con la 18, una GTS 5 vitesses 1600 non stava dietro ad una 131 1600, pure con il famoso rumore Renault... Dalla  fiscalità diversa (non collegata alla cilindrata), le francesi erano meno briose e sportiveggianti, la curva di coppia piatta era un must. Le macchine italiane venivano descritte come "nerveuses et tape-cul", vi lascio tradurre...

La 14 invece è un caso a parte. Ne Renault ne Peugeot, e dalla pubblicità disastrosa (la poire)... Nelle scuole di pubblicità viene sempre studiato come il caso di flop pubblicitario il più clamoroso degli ultii 50 anni. Il cliente non voleva essere "une bonne poire", ossia una preda facile, uno stupido.
"La poire" è ironia, no simpatia!

Sinceramente, da Fiattista mi sento più vicino alla Renault, sia per il posizionamento più popolare, sia per l'aspetto innovativo. Se si conta che la Renault ha inventato la berlina a portellone e Fiat il motore trasversale in linea con i cambio, da questi 2 "generalisti" è nata l'archittetura del 80% delle macchine attuali.
Spesso la Peugeot, pure avendo fatto macchine validissime e bellissime (particolarmente se disegnate dea Pininfarina), mi fà meno vibrare...
avatar
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 2707
Punti : 3087
Reputazione : 357
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 55

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da spider il Lun Mag 16, 2016 11:32 pm

Perché dici che Renault ha inventato la berlina a portellone , Primula cos è?
Vero che R4 è nata prima, ma anche la bianchina oppure l Austin A40
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Lun Mag 16, 2016 11:38 pm

Hai ragione, intendevo a 5 porte, a quel livello di gamma e con quel successo.
Bianchina la considero più come derivata ( e col motore psoteriore), la A40 e Primula sono rimaste più confidenziali e a 3P: non si puo' parlare di successo commerciale

avatar
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 2707
Punti : 3087
Reputazione : 357
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 55

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da spider il Lun Mag 16, 2016 11:56 pm

Primula era anche 5 porte, forse nata troppo presto, però hai ragione nel identificare Renault e portellone, c è stato un momento in cui aveva un ' ampia gamma di auto 2 volumi, R4,R5,R6,R16,R17,R20,R30,pensandoci una bella offerta...aggiungiamo anche la 310

avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Mar Mag 17, 2016 7:17 am

131A000 ha scritto:
Opera18 ha scritto:S Tutto questo rientrava in una politica socialista del dopo guerra per cui lo stato francese doveva impadronirsi delle aziende.

La Renault è stata "nazionalizzata" il 15 gennaio 1945 mentre la guerra non era finita. E' stata una decisione ovviamente unilaterale dal "conseil national de la resistance" (composto da molti comunisti) che in quel contesto non prendeva il tempo di fare causa e M. Renault (non Mr che sta per Mister e non Monsieur)  fu trattato nel peggior dei modi. Purtroppo i tempi di guerra non sono i migliori per applicare i fondamenti della democrazia e dei diritti dell'Uomo.
Il primo governo socialista del dopo guerra è stato eletto il 10 maggio 1981.

LEggere i vostri pareri da questa parte delle alpi è molto interessante. Non mi stupisce che la 18 sia piaciuta in Italia, se ne vedevano parecchie da voi  all'epoca. Medio gamma a 3 volumi (erede della 12) e  i 2 volumi erano riservati alla coppia R20-30 (erede della R16 prima 2 volumi a portellone top di gamma 50 anni fà!). Oggi è il contrario, solo l'alto di gamma puo' permettersi un 3 volumi...
Pure la prima 21 era a 3 volumi, solo dal restyling c'era la 2volumi. Strano per un construttore che fu' il primo a proporre quel tipo di carrozzeria all'avanguardia che era proprio uno dei modelli d'inspirazione per Giacosa e la 123.
Per finire con la 18, una GTS 5 vitesses 1600 non stava dietro ad una 131 1600, pure con il famoso rumore Renault... Dalla  fiscalità diversa (non collegata alla cilindrata), le francesi erano meno briose e sportiveggianti, la curva di coppia piatta era un must. Le macchine italiane venivano descritte come "nerveuses et tape-cul", vi lascio tradurre...

La 14 invece è un caso a parte. Ne Renault ne Peugeot, e dalla pubblicità disastrosa (la poire)... Nelle scuole di pubblicità viene sempre studiato come il caso di flop pubblicitario il più clamoroso degli ultii 50 anni. Il cliente non voleva essere "une bonne poire", ossia una preda facile, uno stupido.
"La poire" è ironia, no simpatia!

Sinceramente, da Fiattista mi sento più vicino alla Renault, sia per il posizionamento più popolare, sia per l'aspetto innovativo. Se si conta che la Renault ha inventato la berlina a portellone e Fiat il motore trasversale in linea con i cambio, da questi 2 "generalisti" è nata l'archittetura del 80% delle macchine attuali.
Spesso la Peugeot, pure avendo fatto macchine validissime e bellissime (particolarmente se disegnate dea Pininfarina), mi fà meno vibrare...

Grazie per la precisazione. Io. dicendo dopoguerra, ero stato un po' generico per non appesantire troppo. Ho scritto socialista e invece era comiunista, hai ragione, comunque obbediva sempre al concetto statalista marxista che lo Stato doveva essere padrone dei mezzi di produzione.
avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Mar Mag 17, 2016 7:28 am

Tornando alla R14, io non so nulla di che motori avesse, allestimenti e quant'altro, ma faccio una riflessione.
Non fu capita (pubblicità a parte) perché era troppo avanti. Aveva una linea che nel '76 era straordinariamente moderna, la Ritmo avrebbe ripetuto la medesima impostazione, con più abbondanza di spigoli, ma lo stile era quello. Osserviamo le auto dello stesso segmento oggi, per me ripetono i concetti nati con la 14. A confronto la R12 sembrava vecchia di 100 anni! la 14 è stata, assieme, alle future Vel Satis e Avantime, una vettura Renault anticipatrice e incompresa perché troppo avanti.
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 22013
Punti : 23223
Reputazione : 431
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 48
Località : Trento

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da karme70 il Mar Mag 17, 2016 8:36 am

Opera18 ha scritto: Aveva una linea che nel '76 era straordinariamente moderna, la Ritmo avrebbe ripetuto la medesima impostazione, con più abbondanza di spigoli, ma lo stile era quello. .

rispetto i pareri di tutti... forse poteva non piacere ...ma per il 76 pareva anche a me molto avanti...la stessa impressione l'ho avuta per la 18


_________________________
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Mar Mag 17, 2016 8:46 am

spider ha scritto:Primula era anche 5 porte, forse nata troppo presto, però hai ragione nel identificare Renault e portellone, c è stato un momento in cui aveva un ' ampia gamma di auto 2 volumi, R4,R5,R6,R16,R17,R20,R30,pensandoci una bella offerta...aggiungiamo anche la 310


MA la Primula 5P non è nata nel 68 o 69 con la 65C?
Parlavo del anno 1965 in cui fu lanciata la R16


Ultima modifica di 131A000 il Mar Mag 17, 2016 9:01 am, modificato 1 volta
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Mar Mag 17, 2016 8:59 am

Opera18 ha scritto:
Grazie per la precisazione. Io. dicendo dopoguerra, ero stato un po' generico per non appesantire troppo. Ho scritto socialista e invece era comiunista, hai ragione, comunque obbediva sempre al concetto statalista marxista che lo Stato doveva essere padrone dei mezzi di produzione.

Saro' un po pesante, pero' leggere che la Francia del dopoguerra era socialista è un po' troppo generico e errato per lasciarlo scritto cosi su un forum...
avatar
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 2707
Punti : 3087
Reputazione : 357
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 55

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da spider il Mar Mag 17, 2016 10:26 am

karme70 ha scritto:
Opera18 ha scritto:  Aveva una linea che nel '76 era straordinariamente moderna, la Ritmo avrebbe ripetuto la medesima impostazione, con più abbondanza di spigoli, ma lo stile era quello. .

rispetto i pareri di tutti... forse poteva non piacere ...ma per il 76 pareva anche a me molto avanti...la stessa impressione l'ho avuta per la 18

anch'io rispetto il parere di tutti, però sono fiattista e campanilista:D , trovo anch'io la R14 innovativa rispetto alla R12, così come Ritmo lo era rispetto a 128, ma credo che nella storia dell'auto il suo spazio sia molto limitato. E' stata venduta in un milione di esemplari, praticamente tutti in Francia e Spagna, mentre Ritmo, con la sua varietà di versioni, motorizzazioni ed allestimenti, oltre due milioni in tutt'Europa...ed anche un po' oltre oceano.
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Mar Mag 17, 2016 11:40 am

Hai ragione, il successo commerciale non dipende solo dalla validità del progetto... e pure io preferisco la Ritmo alla R14. Quando montavo sulle Renault degli amici, le trovavo silenziose, comode ma un po' insipide: erano macchine per muoversi e basta.
PEro' leggendo mi sembra che ritieni la R14 come la sostiuta della 12, invece no. La R18 sostituiva la 12, la 14 era piuttosto la sostituta della R6 (che era un mega R4) ed erano ambedue più grandi di quelle che sostituivano.
avatar
spider
Team
Team

Maschio Messaggi : 2707
Punti : 3087
Reputazione : 357
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 55

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da spider il Mar Mag 17, 2016 2:23 pm

Hai ragione, la R14 ha sostituito la R6, che conosco bene, ma io mi ricollegavo al discorso di Opera 18 secondo il quale, giustamente, rispetto alla R12, la R14 era decisamente migliorativa. Insipida è la definizione calzante per le Renault di quegli anni.
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2529
Punti : 2781
Reputazione : 128
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da 131A000 il Mar Mag 17, 2016 3:23 pm

Già qualche km gli ho fatti li dentro e da bambino mi dava quest'impressione... Avevo solo simpatia per la R4, perché era la macchina di tutti, dal contadino al principiante, dalla nonnetta al muratore: poi le prime versioni con la 1a a pignone diritti fischiava come in retro ed era riconoscibile all'orecchio. E da 4 cilindri la preferivo alla 2CV, come ho sempre preferito la 600 alla 500... Era più "macchina".
Ora i giovani le stanno massacrando tutte per il 4L trophy, falso raid umanitario per giovani borghesi.
Già! in francia si dice 4L phoneticamente "catrel" e non R4 in omaggio ad una delle versioni di questo modello. C'era pure la R3, non so se l'hanno venduta in Italia.
Mio zio in Italia che era tutto tranne un amante di macchine, giurava solo per la sua R6, per di più prima serie... Che con la targhetta anteriore all'italiana li dava proprio un aria di scemo del villaggio. Tutti gli dicevano di cambiarla, pero' per andare giù in campo e caricarci di tutto e di più era ottima...

Basta con la mia "parte francese" se no andiamo a finire in OT...
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3209
Punti : 3414
Reputazione : 226
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 60
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da rama il Mar Mag 17, 2016 3:31 pm

In quegli anni era nata la necessità di sostituire la Volkswagen modello 3, che aveva contribuito al trasporto della ghiaia per la casa. La scelta era caduta sulla fiat 131. Avevo appena finito la scuola e lavoravo per il concessionario Fiat, andavo con il venditore a mostrare ai potenziali clienti il nuovo IVECO 190-38, il classico 8V ma con il turbo. Alcune volte però consegnavamo veicoli nuovi e ritiravamo l'usato. E' capitato che consegnai un camion Fiat 75 pc 4X4 riportando a casa una bella alfetta 2.0. Io, giovane scapestrato, avrei voluto quella al posto della 131, ma in concessionaria c'era anche una Renault 30 V6 che costava la metà della 131. Mio padre era sempre in giro con il camion, quindi i consumi non erano un problema visto lo scarso utilizzo. La macchina era dotata di clima, vetri azzurrati, chiusura centralizzata, cinture, tetto apribile vetri elettrici ma 4 marce. Correva oltre i 200 km/h ma ci voleva una petroliera. Quando da Gorizia andavo a Bologna a 140 km/h riuscivo a fare i 600 km  di andata e ritorno giusto giusto. Comoda e confortevole, demolita dopo 300.000 km.
avatar
Opera18
Utente Famoso: Livello 2
Utente Famoso: Livello 2

Femmina Messaggi : 1669
Punti : 2049
Reputazione : 205
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Opera18 il Mar Mag 17, 2016 3:44 pm

131A000 ha scritto:Già qualche km gli ho fatti li dentro e da bambino mi dava quest'impressione... Avevo solo simpatia per la R4, perché era la macchina di tutti, dal contadino al principiante, dalla nonnetta al muratore: poi le prime versioni con la 1a a pignone diritti fischiava come in retro ed era riconoscibile all'orecchio. E da 4 cilindri la preferivo alla 2CV, come ho sempre preferito la 600 alla 500... Era più "macchina".
Ora i giovani le stanno massacrando tutte per il 4L trophy, falso raid umanitario per giovani borghesi.
Già! in francia si dice 4L phoneticamente "catrel" e non R4 in omaggio ad una delle versioni di questo modello. C'era pure la R3, non so se l'hanno venduta in Italia.
Mio zio in Italia che era tutto tranne un amante di macchine, giurava solo per la sua R6, per di più prima serie... Che con la targhetta anteriore all'italiana li dava proprio un aria di scemo del villaggio. Tutti gli dicevano di cambiarla, pero' per andare giù in campo e caricarci di tutto e di più era ottima...

Basta con la mia "parte francese" se no andiamo a finire in OT...
Ho un ricordo di una vecchia R4 che più spartana non s può. Se ne videro anche in Italia di quel tipo, pochissime, ma se ne videro. Non so se fosse una R3 o R4, ma ce l'aveva uno zio che la tenne per un sacco di tempo. Quando la vidi era già vecchia e la usava per andare in giro nella sua tenuta agricola. Era semplicemente spoglia di tutto. Gli chiesi se l'aveva spogliata lui (mancavano i pannelli porta, i copripedale di gomma, i tappetini era semplicissimi, il rivestimento dei sedili era "essenziale" e via dicendo...) - No - mi disse, è sempre stata così.

Contenuto sponsorizzato

Re: A Cesare quello che è di Cesare! Parliamo di auto francesi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Dic 15, 2018 11:29 am