Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Mamma mia, che storia

Condividere
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Sab Ott 03, 2015 10:01 pm

avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3419
Punti : 3706
Reputazione : 169
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da nico131 il Dom Ott 04, 2015 10:46 am

Interessante.. sarebbe un bel ritrovamenteo!!
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Dom Ott 04, 2015 6:30 pm

Ho i miei dubbi. A parte tutte le storie che si sono raccontate (il ragazzo che si ruppe una gamba mentre stava caricando il relitto dopo l'incidente, le disgrazie accadute a chi ha montato pezzi reuperati dall'auto et etc) credo fermamente che quel poco che si poteva recuperare da quello che rimaneva sia stato recuperato (avete mai visto le foto del relitto? un groviglio di lamiere) in particolare le parti meccaniche. Considerato tutto il tempo che è passato chiunque potrebbe essersi messo nel retrobottega quattro lamiere accartocciate di qualche porsche simile , raccattate in 50 anni e poi spacciarle per i resti di little bastard. Io direi prima le prove incontrovertibili e poi il milione di dollari. Sta storia assomiglia alle casse di Mussolini nel lago di Garda: tutti sanno dove sono, tutti le hanno fotografate ma non le ha recuperate mai nessuno


_________________________
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschile Messaggi : 2882
Punti : 3043
Reputazione : 184
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da rama il Dom Ott 04, 2015 9:23 pm

È strada modificata e trasformata in un pulmino che viene utilizzato da Elvis Presley, Jim Morrison, Bob Marley senza dimenticare il vero Paul Mc Carntey!
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Dom Ott 04, 2015 9:55 pm

rama ha scritto:È strada modificata e trasformata in un pulmino che viene utilizzato da Elvis Presley, Jim Morrison, Bob Marley senza dimenticare il vero Paul Mc Carntey!

senza dimenticare il vero Paul Mc Carntey!

C'è anche il falso Paul Mc Carntey? Very Happy

Io non so chi sia Paul Mc Carntey, so invece benissimo chi è Paul Mc Cartney. Very Happy E ce n'è uno di famoso, poi, magari, qualche omonimo...chissà....


Ultima modifica di Opera18 il Lun Ott 05, 2015 7:29 am, modificato 1 volta
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 7:27 am

karme70 ha scritto:Ho i miei dubbi. A parte tutte le storie che si sono raccontate (il ragazzo che si ruppe una gamba mentre stava caricando il relitto dopo l'incidente, le disgrazie accadute a chi ha montato pezzi reuperati dall'auto et etc) credo fermamente che quel poco che si poteva recuperare da quello che rimaneva sia stato recuperato (avete mai visto le foto del relitto? un groviglio di lamiere) in particolare le parti meccaniche. Considerato tutto il tempo che è passato chiunque potrebbe essersi messo nel retrobottega quattro lamiere accartocciate di qualche porsche simile , raccattate in 50 anni e poi spacciarle per i resti di little bastard. Io direi prima le prove incontrovertibili e poi il milione di dollari. Sta storia assomiglia alle casse di Mussolini nel lago di Garda: tutti sanno dove sono, tutti le hanno fotografate ma non le ha recuperate mai nessuno

Difatti il titolo del giornale dice "FORSE" ritrovata, il dubbio c'è. In quanto agli incidenti, furono reali, mica inventati. Sarà casualità, certo è inquietante.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 8:39 am

Considerate le cautele che si usavano nel 55 per maneggiare relitti di auto credo che gli incidenti fossero la norma anche per le altre auto. Nella maggior parte dei casi gli incidenti sono capitati per cedimento dei cavi di sostegno. Considerato che poi il relitto è stato il protagonista di una campagna contro gli incidenti e trasportato a destra e a manca per gli States la probabilità di fare male a qualcuno si moltiplicava. Mi stupisce il tuo atteggiamento Opera 18 : di solito sei sempre molto realista e con i piedi per terra...qui ti fai suggestionare dalla maledizione di little bastard ?? Laughing Laughing


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 8:52 am

karme70 ha scritto:Considerate le cautele che si usavano nel 55 per maneggiare relitti di auto credo che gli incidenti fossero la norma anche per le altre auto. Nella maggior parte dei casi gli incidenti sono capitati per cedimento dei cavi di sostegno. Considerato che poi il relitto è stato il protagonista di una campagna contro gli incidenti e trasportato a destra e a manca per gli States la probabilità di fare male a qualcuno si moltiplicava. Mi stupisce il tuo atteggiamento Opera 18 : di solito sei sempre molto realista e con i  piedi per terra...qui ti fai suggestionare dalla maledizione di little bastard ?? Laughing Laughing

Esattamente, come per lo specchietto di Tutankhamon. I collezionisti che ne entrarono in possesso morirono tutti: uno scomparve nel deserto, l'altro finì nel Nilo in mezzo a un'allegra famigliola di coccoodrilli, il terzo morì punto da uno scorpione del deserto.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 10:52 am

Ma chi avrebbe maledetto il little bastard? gli egiziani ??


_________________________
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da VidiV il Lun Ott 05, 2015 12:19 pm

Il vero porta sfortuna è stato Alec Guinness... Certo che se davvero è lei, sarebbe un bel pezzo da museo, al di la di ogni concetto sulla sua sfortuna comprovata o meno..
Sempre meno "indemoniata" di Christine, La macchina infernale, comunque! Very Happy


_________________________
Deus ex machina


avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 2:09 pm

In effetti fu proprio ALec Guinness ad a vere il primo presentimento....ma pare che una pessima impressione abbia fatto subito anche al preparatore meccanico.....o molto più semplicemente conoscendo la potenza del mezzo e la testa di chi l'avrebbe utilizzata hanno fatto una facile premonizione. Non sarebbe la prima volta che qualcuno dice di qualche ventenne "lo vedo male su quella auto/moto" e poi le cose finiscono male. Tanti anni fa un conoscente che aveva una 75 turbo evoluzione era abituato a prestarla al nipote ventenne. Una sera non sono tornati né il nipote né la macchina.sob

E aggiungo dell'altro ...vi ricordate che strage con la Chevrolet Corvair?? La bara su 4 ruote......non può essere che un popolo abituato a guidare dei mastodonti con motore anteriore e trazione posteriore avesse qualche difficoltà ad accettare il comportamento di una "tutto dietro" pura come la Porsche? Con quella potenza specifica e quella telaistica da "maggiolino" poi non doveva essere il massimo della guidabilità


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 5:10 pm

karme70 ha scritto:In effetti fu proprio ALec Guinness ad a vere il primo presentimento....ma pare che una pessima impressione abbia fatto subito anche al preparatore meccanico.....o molto più semplicemente conoscendo la potenza del mezzo e la testa di chi l'avrebbe utilizzata hanno fatto una facile premonizione. Non sarebbe la prima volta che qualcuno dice di qualche ventenne "lo vedo male su quella auto/moto" e poi le cose finiscono male. Tanti anni fa un conoscente che aveva una 75 turbo evoluzione era abituato a prestarla al nipote ventenne. Una sera non sono tornati né il nipote né la macchina.sob

E aggiungo dell'altro ...vi ricordate che strage con la Chevrolet Corvair?? La bara su 4 ruote......non può essere che un popolo abituato a guidare dei mastodonti con motore anteriore e trazione posteriore avesse qualche difficoltà ad accettare il comportamento di una "tutto dietro" pura come la Porsche? Con quella potenza specifica e quella telaistica da "maggiolino" poi non doveva essere il massimo della guidabilità
James Dean non abituato a correre al variare dell ameccanica? Roba da ridere, se permetti, ma

La potenza del mezzo...beh, per uno come James Dean che era anche pilota, non credo fosse un problema. La testa? Uno abituato al clima della competizione la testa al posto giusto ce l'ha, così come la sensibilità del mezzo. Non, non ci sono gli estremi del solito sbarbatello che guida qualcosa più grande di lui. Quindi nessuna facile profezia!!


Ultima modifica di Opera18 il Lun Ott 05, 2015 5:17 pm, modificato 1 volta
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 5:15 pm

Non mi sembra che James Dean fosse proprio lo stereotipo del bravo ragazzo con la testa a posto...guarda caso la compagnia cinematografica per cui lavorava gli aveva espressamente vietato di partecipare a competizioni sportive  ....ma se poi tu hai notizie di prima mano su James va bene così. CHe poi uno perché pilota sia al riparo da disastri automobilistici e abbia per forza la testa a posto mi pare una teoria abbastanza strampalata e rido io .......caso mai è più probabile che ci lasci le penne. La storia dell'automobilismo sportivo è piena di croci.



Ultima modifica di karme70 il Lun Ott 05, 2015 5:20 pm, modificato 1 volta


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 5:19 pm

L'incidente avvenne non per colpa della sventatezza o dell'incapacità di guida di Dean (roba da far ridere i polli queste ipotesi, basta leggere la storia), ma perchè una Ford gli tagliò la strada all'improvviso. Proprio davanti alla Porsche.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 5:22 pm

E secondo te è stato un impatto frontale?? ma l'hai visto il relitto? Ma hai visto che pezzo di rettilineo aveva di fronte? probabilmente ha perso il controllo del mezzo a seguito dell'uscita dell'altro nel tentativo di evitarlo ....comunque se tu c'eri non dico più nulla


_________________________
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da VidiV il Lun Ott 05, 2015 5:24 pm

Caaalma ragazzi.


_________________________
Deus ex machina


avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 5:27 pm

Mai stato così calmo


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 5:28 pm

karme70 ha scritto:Non mi sembra che James Dean fosse proprio lo stereotipo del bravo ragazzo con la testa a posto...guarda caso la compagnia cinematografica per cui lavorava gli aveva espressamente vietato di partecipare a competizioni sportive  ....ma se poi tu hai notizie di prima mano su James va bene così. CHe poi uno perché pilota sia al riparo da disastri automobilistici e abbia per forza la testa a posto mi pare una teoria abbastanza strampalata.......caso mai è più probabile che ci lasci le penne. La storia dell'automobilismo sportivo è piena di croci.

Queste da te scritte sono, scusa, ma sono franco, una montagna di schiocchezze dettate da sostanziale ignoranza del mondo delle competizioni e dei loro protagonisti. Non parliamo delle biografie.
I piloti sono sempre stati persone infinitamente più preparate dei comuni guidatori, che, anzi, sono morti su streada in percentuale ben superiore a quella dei piloti in pista. Che l'incidente in gara ci possa stare è realtà, ma quanti automobilisti normali li hanno? E senza nemmeno correre, cosa che è ancora più ridicola? Tra i piloti non ci sono svitati, ma persone preparate, con la testa a posto e in grado di gestire situazioni non gestibili da autisti comuni. Nessuno ha scritto che siano immuni da incidenti, l'errore è in agguato per tutti, ma, permettimi, mi sentirei molto più sicuro a fianco di un pilota professionista che con un normale utente della strada, che nel 99% dei casi non sa gestire una innocua scodata.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 6:09 pm

Scusa , ma visto che tu sei estremamente competente e dimostri di sapere tutto...mi sai dire quel bravo pilota di James Dean , con la testa sulle spalle, potenziale padre di famiglia ligio ed ubbidiente a che velocità viaggiava al momento dell'incidente ? Quale era il limite di velocità vigente su quel tratto di strada? Sbaglio o ha scambiato la strada pubblica per una pista? L'altro guidatore è stato condannato? E se la risposta è no mi sai dire il perché?
Scusa se esprimo qualche parere personale ogni tanto ....anzi scusa se parlo e se sono un pozzo di ignoranza ed incompetenza


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 7:22 pm

Non si tratta di esser stato lì o non essere stato lì. Si tratta di ragionare con la testa del pilota (cosa a te sconosciuta) e di comportarsi di conseguenza. Primo: il pilota non fa "oddio" e va diritto (impatto frontale), ma mantiene la calma e cerca di evitare l'impatto. Quindi, se ti tagliano la strada, difficimente l'impatto sarà frontale, a meno che la distanza sia così vicina da superare la velocità di riflessi.
La velocità non era elevata (circa 88 orari, scrivono) per un pilota, per uno che corre è essere fermi. Scrivono che ci sia stato un eccesso di confidenza (si fermerà, ci avrà visti) e invece l'altro non aveva visto un tubo!
Ieri non condannavano per un incidente con la facilità con cui lo fanno oggi. L'assicurazione non era obbligatoria per cui non c'era la rincorsa alle responsabilità. Cambia mentalità, non capirai mai le corse d'epoca e il modo di guidare di un tempo se ragioni con la testa di oggi. Si diceva "fatalità".
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 7:33 pm

Comunque, io, per sana prudenza, (non si sa mai) non mi metterei in garage una Porsche come quella di James Dean (...sarà mai...il contagio della sfiga!) nemmeno se me la regalassero. E vi dirò di più, già la 911 la guardo con sospetto misto a timore. affraid
Il povero Lodovico Scarfiotti insegna: mai fidarsi del tutto di una Porsche d'epoca.
avatar
bull62
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2346
Punti : 2616
Reputazione : 241
Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 55
Località : Biella

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da bull62 il Lun Ott 05, 2015 8:14 pm

James Dean avrà anche avuto la testa ed i riflessi del pilota sempre che non siano stati alterati da droga o alcool.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 8:28 pm

No ma opera 18 ha detto che era uno con la testa sulle spalle ed un ottimo pilota quindi devo attenermi a questa versione. Forse sono io quello che beve e si droga.....anzi se llo dice opera 18 sicuramente bevo e mi drogo . Peccato che a James non abbiano fatto test tossicologici


_________________________
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21082
Punti : 22262
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da karme70 il Lun Ott 05, 2015 8:30 pm

Ah....ho scritto llo con due l....mi faccio la correzione da solo e ne deduco che sono un forte bevitore


_________________________
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1167
Punti : 1342
Reputazione : 110
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Opera18 il Lun Ott 05, 2015 9:14 pm

karme70 ha scritto:No ma opera 18 ha detto che era uno con la testa sulle spalle ed un ottimo pilota quindi devo attenermi a questa versione. Forse sono io quello che beve e si droga.....anzi se llo dice opera 18 sicuramente bevo e mi drogo . Peccato che a James non abbiano fatto test tossicologici
I test tossicologici così come li intendiamo noi, non esistevano, come non esistevano gli alcool test. Vedi che ragioni con la testa di uno di oggi applicata ai fatti di ieri? Per questo fatichi a capire.

P.S. so distinguere l'errore di battitura o di ortografia dall'errore dovuto a non conoscenza lessicale, grammaticale o sintattica.

Contenuto sponsorizzato

Re: Mamma mia, che storia

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Gio Ott 19, 2017 6:14 pm