Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Il rally ai tempi di Bettega...

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Il rally ai tempi di Bettega...

Messaggio Da karme70 il Dom Mag 31, 2015 7:39 am

Dopo l'indimenticabile giornata del memorial Attilio Bettega ho cominciato ad approfondire il discorso delle competizioni rallystiche (si scrive così?Opera18?) e mi sono già letto il libro su Attilio e quello su Munari (una vita di traverso) . Mi sono fatto l'idea che forse le competizioni di quel tipo erano un pò più "abbordabili" a quel tempo. Si poteva cominciare con l'auto di famiglia, come ha fatto Attilio Bettega , e poi approdare alle squadre ufficiali. Non dico che costasse poco, per carità, ma penso che ai nostri tempi l'impegno economico sarebbe molto più impegnativo! Inoltre c'era un altro rapporto con le vetture che erano veramente molto simili a quelle della serie . A partire dagli anni 80 si sono cominciate a costruire auto da competizione che, in fin dei conti , assomigliavano a quelle della serie ......ma in realtà erano bolidi incontrollabili!!!! (vedi Peugeot, Audi, Lancia) . Lo stesso Bettega da un certo punto della sua carriera affermò che il grosso problema ,da quel momento in avanti, sarebbe stato dominare le potenze eccessive di questi "mostri" ! Cosa che poteva costare la vita........Inoltre il ruolo di test che avevano queste competizioni per il "prodotto auto " è cambiato radicalmente. Fino ad un certo punto si testava l'intera auto, con i debiti rinforzi, e la sua affidabilità . Dopo erano test esclusivi per parti meccaniche visto che le vetture da corsa non avevano più nulla dell'auto originale(telaio, sospensioni, meccanica etc etc) ...
Cosa ne pensate?


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Opera18
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Messaggi : 1161
Punti : 1334
Reputazione : 108
Data d'iscrizione : 01.03.15

Re: Il rally ai tempi di Bettega...

Messaggio Da Opera18 il Dom Mag 31, 2015 8:12 am

Non conosco i rally dei tempi di Bettega (ero appena nato!), ma oggi il regolamento di gruppo N e A rende le auto più vicine alla serie di quello che ieri era un gruppo 4. Sulla vicinanza delle auto a quelle di serie bisogna fare dei distinguo. Certamente l'auto di Ogier e di quelli come lui ha dotazioni che quella di serie non ha, però oggi il gruppo N è quasi quello che ieri era il gr. 1, cioè praticamente puoi fare poco per elaborare.
I costi sono saliti perchè devi avere obbligatorie certe dotazioni di sicurezza che ieri non lo erano e inoltre il materiale che usi come abbigliamento ha una data di scadenza. Devi avere anche il collare Hans, ieri potevi guidare a mani nude oggi non si può. Non c'è più lo sterrato, il fango o la gara in notturna dove con la guida potevi fare la differenza rispetto a altri che hanno macchine più competitive, meglio preparate e gomme nuove. I rally sono più brevi e più concentrati sulla velocità pura e quindi hai meno margine per recuperare gli errori.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Il rally ai tempi di Bettega...

Messaggio Da karme70 il Dom Mag 31, 2015 8:31 am

Grazie per il tuo contributo! Vedo che sei preparato sulle specifiche delle preparazioni. Non è che una volta hai tempo e voglia per farci un bel post spiegandoci, in linea di massima intendiamoci, qualcosa di relativo alle preparazioni? Gruppo2, 4 , N .........basterebbe capire cosa c'era un tempo, cosa c'è oggi e cosa bisogna capire a colpo d'occhio leggendo queste sigle?


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
bull62
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2344
Punti : 2614
Reputazione : 241
Data d'iscrizione : 28.11.09
Età : 55
Località : Biella

Re: Il rally ai tempi di Bettega...

Messaggio Da bull62 il Dom Mag 31, 2015 11:33 am

Mi riallaccio al titolo del post per portare la mia testimonianza del tempo(Bettega l'ho visto correre).
Ai tempi ammiravo la passione di chi si recava sul campo di gara con la macchina da gara(sovente A112 127 ecc)con le gomme nel bagagliaio e una macchina di un amico in appoggio per l'assistenza.
Sovente le auto in questione avevano preparazione minima e magari fatta dal meccanico amico.
Qualcosa del genere lo possiamo vedere ora nei rally storici dove magari i protagonisti sono gli stessi di un tempo ma con i capelli diventati grigi.

Contenuto sponsorizzato

Re: Il rally ai tempi di Bettega...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Lun Set 25, 2017 10:51 pm