Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

La prudenza vien con gli anni

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21017
Punti : 22201
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da karme70 il Dom Lug 06, 2014 10:13 am

Stamattina facevo un ragionamento fra me e me. Se al giorno d'oggi dovessi uscire a fare un giro in auto storica o moto con i miei nipoti mi verrebbero 10000 pensieri: controlla le cinture, l'assicurazione è al suo posto? il casco c'è ? è omologato? La manutenzione è a posto? Cercando di visualizzarmi tutti gli eventuali problemi /pericoli che potrebbero incorrere. Se ripenso a quello che combinavamo a 18 20 anni......si usciva senza caschi , senza cinture e si sfrecciava a tutta velocità per le strade senza paura di autovelox, di palloncini.......per carità ...qualcosa ogni tanto succedeva ! Allora se si era fortunati lo si raccontava altrimenti no. Ricordo ancora 4 ragazzi della mia scuola di ritorno da una festa con una golf turbodiesel ....hanno preso un muretto a 200 all'ora. Solo due erano sul posto in quel che restava della macchina e i resti degli altri due sono stati proiettati nel fiume sottostante e ripescati a km di distanza! CHi è passato subito dopo non si è neanche reso conto dell'accaduto ..pensava si trattasse di un rottame lasciato a bordo strada dopo un precedente incidente. DUe giorni dopo avrebbero cominciato gli esami di maturità.


_________________________
avatar
MrTurbo
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Maschile Messaggi : 344
Punti : 416
Reputazione : 66
Data d'iscrizione : 12.08.13
Età : 44
Località : Poggio Rusco (Mantova)
Umore : frustrato

Re: La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da MrTurbo il Dom Lug 06, 2014 6:44 pm

Una golf turbodiesel a 200 all'ora???
Immagino fosse pesantemente modificata per raggiungere quella velocità, ricordo che le golf2 1600 degli anni '80-'90 raggiungevano a fatica i 160km/h con i miseri 70cv che possedevano... velocità comunque non trascurabile per le tecnologie dell'epoca e soprattutto potenzialmente letale in mano ad un incosciente... Shocked 
Personalmente ho sempre usato casco e cinture di sicurezza, ma di rischi all'epoca me ne sono presi diversi anch'io con una pericolosissima peugeot 205 che finì inevitabilmente in un fossato... a 18 anni non hai la maturità e l'esperienza tale da pensare a certi pericoli, se avessi avuto una Uno Turbo all'epoca non sò come sarebbe andata a finire... Però a 21 comprai la Punto GT, che di cavalli ne aveva 136, e quella andava veramente forte, altro che golf gtd o gti. Però con quella non feci mai grandi sciocchezze e credo che non fossero tanto i 3 anni in più a fare la differenza ma la pila di "cambiali" fatte per acquistarla ed il grande rispetto che avevo per il fatidico oggetto tanto desiderato...  Rolling Eyes

Oggi possiamo dire che la sicurezza attiva delle auto ha fatto passi da gigante, imaparagonabile con quella delle vetture fino agli anni 80, credo che da questo punto di vista si possa parlare veramente di progresso, sicuramente i nostri figli guideranno auto più sicure di quelle che avevamo noi appena presa la patente. Oggi c'è anche molta più sensibilità nei confronti della sicurezza rispetto ad allora. A non aver fatto alcun progresso sono le strade, che sono le stesse di 40 anni fa, solo in condizioni un po' peggiori... Con l'aggiunta di qualche trappola ogni tanto, che non serve alla sicurezza ma a qualcos'altro. L'unico occhio elettronico efficace a mio avviso è il tutor in autostrada, che ha effettivamente fatto calare la quantità di "corridori"...
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21017
Punti : 22201
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da karme70 il Dom Lug 06, 2014 8:05 pm

forse non saranno stati 200..ma ti garantisco che il rettilineo che va da Cavallino a Porte grandi è di diversi km e con la strada sgombra puoi farla arrivare al massimo della velocità...lo scontro è stato immediatamente fatale per 4 adulti!
In merito alla Uno turbo mi ricordo che un compagno di classe più grande di noi l'aveva .....per andare ad una fiera a Milano siamo partiti da Mestre e credo fossero pochi i tratti in cui è rimasto sotto i 180! Io oggi non lo farei mai con in macchina parenti o sconosciuti..


_________________________
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da VidiV il Lun Lug 07, 2014 8:35 am

Io ho fatto giudizio.

Da quando giro in moto, ho praticamente smesso di correre. Con la moto , viaggio tranquillo tra gli 80 ed i 90, difficilmente mi porto a 100 o 110. Di fatti, mi ritrovo a girare sempre solo, perché nella zona, chiunque ha una moto, fa una media dei 100-120; andatura che non riesco e non voglio affatto sostenere.
Dicono che servono almeno 4 paia di occhi per girare in moto in questi periodi... Io provo a farli diventare anche 6, specie dopo la caduta.
Il sabato della settimana scorsa, ho trovato uno di quei tizi che mette la freccia a destra, e poi gira a sinistra. A momenti la Pandina diventava una frittata: viva l'ABS.

Poi quando vendo gente in moto in braghini e canottiera, mi vengono i sudori freddi... pale pale pale .


_________________________
Deus ex machina


avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21017
Punti : 22201
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da karme70 il Mar Lug 08, 2014 8:42 am

Sicuramente l'elettronica e i servomeccanismi ci aiutano molto. Per quello continuo a predicare che la storica sulle strade moderne è un rischio troppo grosso per l'uso quotidiano. Se quelli davanti hanno l'abs e tu dietro no ....il tamponamento è assicurato. Ieri leggevo una notizia sconvolgente: in Alto Adige un motociclista veneziano di rientro da un raduno BMW a Garmisch è stato centrato in pieno da un altro motociclista austriaco in sorpasso....chiaro che lui camminava prudente per la sua strada...l'impatto ha fatto incendiare di colpo le due moto e i due sono morti praticamente carbonizzati. Chiaro che qui la stupidata l'ha fatta l'austriaco....se avesse proceduto in colonna come tutti senza sorpassi spettacolari sarebbero ancora vivi entrambi


_________________________

Contenuto sponsorizzato

Re: La prudenza vien con gli anni

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Gio Lug 27, 2017 6:26 am