Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Autobianchi Stellina

Condividere

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Dom Mar 23, 2014 6:33 pm

Autobianchi Stellina

(Da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

Autobianchi Stellina spyder.jpg

Descrizione generale:

Costruttore
Italia  Autobianchi

Tipo principale
Spider

Altre versioni
Stellina 800

Produzione
dal 1963 al 1965

Sostituita da
Fiat 850 Spider

Esemplari prodotti
502

Altre caratteristiche


Dimensioni e massa


Lunghezza
3.670 mm

Larghezza
1.430 mm

Altezza
1.240 mm

Passo
2.000 mm

Massa
660 kg

Altro


Stile
Luigi Rapi

Stessa famiglia
Telaio (derivazione) Fiat 100D (Mod. 600)

Auto simili
Autobianchi Bianchina Cabriolet

Note
carrozzeria in vetroresina

La Autobianchi Stellina è un'autovettura spider a motore e trazione posteriore prodotta dalla Autobianchi (già allora sussidiaria della Fiat) dal 1963 al 1965.

Storia[modifica sorgente]

La Stellina fu la prima autovettura italiana di serie costruita in vetroresina; il primo pregio evidente fu l'inattacabilità della ruggine (data l'allora ignoranza in materia di zincatura, o altri metodi di prevenzione, le autovetture erano spesso soggette a corrosione)[1], il peso leggero e la facilità di costruzione (data anche la derivazione di un esemplare economico e popolare come la Fiat 600).

Il telaio era del tipo cosiddetto "scatolato" in acciaio, con i pezzi di vetroresina applicati alle varie guide. Il primo difetto era, paradossalmente, la difficoltà nel riparare l'autovettura, con, principalmente, ancora una diffidenza da parte degli italiani alla "plastica", e ad una rete di riparazioni non organizzatissima, ma che comunque (lì dove fu venduta la vettura) rifornita dei macchinai necessari. Con queste basi (da notare che ci sarà anche la Bianchina Cabriolet), parecchi sconsigliarono l'acquisto di un'auto che aveva un valore comunque grandioso, dal punto di vista stilistico ed anche meccanico, dato che esplorava una filosofia nuova in campo automobilistica, ma che, come le grandi rivoluzioni, verrà capita solo tempo dopo. Il prezzo era poi proibitivo, tanto da direzionare il marketing a signore (tipicamente femminile la seconda auto dell'epoca, ed era anche il target di produzione Autobianchi) ricche e facoltose; infatti la vetroresina non trovò successo fra gli italiani che si aspettavano di più da una autovettura che costava ben 993.000 lire (prezzo riferito alla Stellina 800).

La produzione era comunque standardizzata come tutte le spider dell'epoca: tetto in tela (non presente l'HardTop; sebbene alcuni prototipi siano stati effettivamente messi in commercio) con lunotto in plastica, colori lucidi contrastanti con l'interno, interni curati in pelle (skai per l'esattezza), di colore marrone o nero (disponibile solo sul rosso; altri colori non erano disponibili neanche a richiesta). Tra i (pochi) optional: radio, pneumatici a fascia (fianco) bianca, portapacchi in tubi cromati (alcuni, di produzione artigianale, con staffe di decoro in legno), marmitta Abarth (quest'ultimo non ufficiale, ma quasi sempre offerto data la fama, e anche data la conformazione sportiveggiante della vettura), ruote Borrani a raggi (ufficiali; altri tipi di ruote in lega, e cioè tutte quelle costruite per la Fiat 600, erano ordinabili). La prima serie fu prodotta in 343 esemplari. Per prima serie s'intendono i primi esemplari (comunque la maggior parte, dato il minimo, ma numeroso, rispetto alla produzione numerica, successo iniziale) che avevano la meccanica completamente derivata dalla 600D, quindi con motore da 767 cm3[2].

Dopo due anni, visto il calo delle vendite, si pensò che lo scarso successo fosse dovuto alla scarsa potenza (per il tipo di vettura) dovuta ai 29 cavalli (norme CUNA). Allora l'Autobianchi cercò di adeguare la Stellina, presentando quella che ufficiosamente sarebbe la seconda serie, in quanto non avrebbe soppiantato la produzione della 750, e fu prodotta in circa 200 esemplari: la Stellina 800. Come ci suggerisce il nome, la modifica stava nell'elaborazione del motore, con un incremento lieve della cilindrata a 792 cm³. Comunque l'800 cm³ aumentò la potenza della vettura ad appena 31,5 cv (sempre CUNA, quindi misure ottimistiche). Non molto se considerato che, in casa Fiat, la concorrenza interna (sia per tipologia di vettura, anche se non così rivoluzionaria dal punto di vista costruttivo, per cilindrata e per derivazione "popolare") si stava avvicinando con la Fiat 850 Spider (49 cv Din), marchiata Fiat e prodotta dalla Bertone (dunque favorita dal marchio, dato che la FIAT favoriva le vetture con il proprio marchio).

Nota tecnica[modifica sorgente]

Nonostante le modifiche, la Stellina e la Stellina 800 erano identiche. Avevano anche il motore marchiato comunque 100D.000, dato la mancanza di dati ufficiali sul motore da 800 cm³, di cui non si sa il tipo; cioè quindi come il precedente e, dunque, quello della 600D; tuttavia l'aumento di cilindrata sta nell'alesaggio a 63mm. Il motore guadagnò soprattutto potenza ai basso-medi regimi, aumentando la velocità massima, data la leggerezza della carrozzeria, di 10 km/h (125). Il telaio, data l'appartenenza del marchio alla Fiat, era marchiato esattamente come il Fiat 100 (ovvero quello della 600), con in aggiunta la 'B' di Bianchi. A titolo di curiosità, anche la Bianchina, che proveniva dal progetto 110 (quello dalle Fiat 500), adottava la stessa logica di marchiatura, ovvero aggiungendo la B, avendo 110B. Quindi con l'avvento della Fiat 500D, si ha il 110DB, con conseguente confusione col suddetto 100DB. Comunque nello stesso periodo fu introdotta la Stellina 800, con il telaio marchiato 100DB/1 per non creare confusione.

Produzione[modifica sorgente]

La Stellina in totale fu prodotta in soli 502 esemplari. La ruggine comunque affligge i pianali di lamiera, ed è il motivo per cui sia una macchina molto difficile da trovare oggigiorno.

Caratteristiche tecniche[modifica sorgente]
anni di produzione: 1963 - 1965
motorizzazione: Fiat 600 D, posteriore 4 cilindri raffreddato ad acqua, 29 CV, cilindrata 767 cm³; aste e bilancieri.
meccanica: Cambio a 4 marce più retromarcia, freni a tamburo, sospensioni a ruote indipendenti
carrozzeria: in vetroresina

Ho inserito questo post per leggere i vostri commenti su questa specie di 600 spider.

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Le immagini della Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Dom Mar 23, 2014 6:52 pm

Ecco alcune immagini di Google Immagini dell'Autobianchi Stellina:




Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Dom Mar 23, 2014 10:12 pm

La Stellina fu la prima autovettura italiana di serie costruita in vetroresina; il primo pregio evidente fu l'inattacabilità della ruggine (data l'allora ignoranza in materia di zincatura, o altri metodi di prevenzione, le autovetture erano spesso soggette a corrosione)[1]

Ma quale ignoranza sui metodi di zincatura, visto che la si conosceva e praticava ai primi del secolo scorso?! Chi è che ha scritto una balla come questa?? Le lamiere zincate si usavano anche allora. Ma costavano!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Lun Mar 24, 2014 8:36 am

Altro punto che di solito genera confusione. per lamiere zincate OGGI si intende zincate esternamente e internamente. Ma sul lato interno sono sempre state zincate, e questo dalla notte dei tempi. Quindi dire che negli anni 60 i processi anticorrosione non fossero noti o altro, è una stupidaggine bella e buona.
Consiglio la lettura su Automobilismo d'Epoca di un dettagliato articolo tecnico in materia. Perchè la rivista ha raccontato la storia deil'evoluzione della lotta alla corrosione, dell'evoluzione dell'impiego della materia plastica nell'auto e dell'evoluzione dell'aerodinamica, sempre riferita all'auto. E pure quella dei freni!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Lun Mar 24, 2014 8:41 am

...e altre riviste concorrenti in materia di automobilismo storico, questi temi, svolti in modo completo come su Automobilismo d'Epoca, non li hanno mai affrontati. Solo su "La Manovella", a firma di Gianni Rogliatti (purtroppo oggi scomparso), si potevano leggere articoli e servizi di pari valore.

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Lun Mar 24, 2014 5:22 pm

Orny60 ha scritto:La Stellina fu la prima autovettura italiana di serie costruita in vetroresina; il primo pregio evidente fu l'inattacabilità della ruggine (data l'allora ignoranza in materia di zincatura, o altri metodi di prevenzione, le autovetture erano spesso soggette a corrosione)[1]

Ma quale ignoranza sui metodi di zincatura, visto che la si conosceva e praticava ai primi del secolo scorso?! Chi è che ha scritto una balla come questa?? Le lamiere zincate si usavano anche allora. Ma costavano!
Bisognerebbe dirglielo a chi su Wikipedia ha scritto queste stupidaggini... Rolling Eyes 

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Lun Mar 24, 2014 7:36 pm

Appunto, Wikipedia, iniziativa nobile ma approssimativa, va presa con le pinze. Nelle encicoìlopedie cartacee, realizzate con la collaborazione di tecnici, scienziati e docenti, queste corbellerie non stavano scritte. C'era un lavoro di filtro e di verifica che oggi, con la globalità della rete, è (quasi) scomparso. E tutto questo va a spese della credibilità delle fonti e della correttezza dell'informazione.
Se uno a digiuno di storia della tecnica legge queste cose, si fa una falsa idea. Bel risultato che si è ottenuto! Non tutti possono avere la preparazione culturale necessaria a discernere la bufala dalla verità storica.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Lun Mar 24, 2014 7:39 pm

La carrozzeria in vetroresina fu sperimentata, e in alcuni casi applicata, soprattutto per una questione di leggerezza, vista la ridotta cilindrata (per ragioni fiscali) di molte vetture da famiglia dell'epoca.

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Lun Mar 24, 2014 8:00 pm

Questa notizia della Stellina per esempio arriva dal registro Autobianchi:

La vocazione sperimentale dell’Autobianchi trovò una particolare espressione nel giugno 1963 con l’entrata in produzione dello Spider Stellina, già presentata in anteprima al Salone di Torino di quell’anno. Ideata dall’ingegner Rapi, la Stellina era la prima vettura italiana di serie con la carrozzeria in resina poliestere e tessuto di vetro, un insieme che offriva caratteristiche meccaniche e fisiche di notevole interesse tecnico e commerciale per l’industria automobilistica. Le peculiarità essenziali di questa nuova combinazione erano in particolare l’elevata resistenza a trazione, compressione, flessione e soprattutto all’urto, l’estrema leggerezza, la capacita di smorzare le vibrazioni e la conseguente silenziosità, la resistenza agli agenti chimici ed ai processi di corrosione, i bassi livelli di conducibilità termica ed elettrica.

Nel processo di lavorazione si passava direttamente dalla formatura alla successiva verniciatura, eliminando la quasi totalità dei processi di finitura, anche se l’esecuzione manuale di tale metodo di produzione lo rendeva allora più lungo e costoso.

La vettura presentava un motore posteriore a 4 cilindri, raffreddato ad acqua, dalla cilindrata di 767 cc., avente una potenza massima di 29 CV, un cambio a 4 marce più retromarcia, freni a tamburo sulle quattro ruote e sospensioni a ruote indipendenti. Raggiungeva una velocità massima di 115 km/h e costava 993 mila lire.
Gli scarsi riscontri ottenuti sul mercato furono dovuti probabilmente all’adozione del motore della 600 D, troppo esiguo per le prestazioni attese da uno spider.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Lun Mar 24, 2014 8:08 pm

Quesllo che scrive il Registro Autobianchi è vero. La prima difficoltà della Stellina, a mio parere, fu far digerire al pubblico la vetroresina, non capita. Poi la difficoltà di mantenere la qualità della vettura (verniciatura..) costante nel tempo e la scarsa (per non dire nulla) preparazione dei carrozzieri nel caso di riparazioni, cosa che dissuadeva l'acquirente.
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2398
Punti : 2674
Reputazione : 260
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 53

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da spider il Mar Mar 25, 2014 8:18 am

Vero, anche se in U.S.A. la Corvette era già un successo conclamato, ma allora le distanze erano reali, anche nella cultura e nell'informazione.
L'Autobianchi aveva anche preparato un kit di riparazione della carrozeria "fai da te" , ma fu un flop; l'utente della piccola spiderina non era certo un appassionato di bricolage.
Ho un vago ricordo che non si trattasse proprio di vetroresina pura, ma qualcosa di assimilabile al Moplen, ma è proprio un ricordo da bambino, qui chiederei aiuto ad Orny.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Mar Mar 25, 2014 7:29 pm

Sui materiali impiegati nella Stellina, ho anch'io un vago ricordo del Moplen, ma non mi sbilancio perchè non ricordo con esattezza. Su di un vecchio numero della La Manovella, (ma non ricordo in quale anno fu pubblicato, per cui la ricerca è....proibitiva) c'è un esaustivo articolo sulla Stellina.
Non credo che la Stellina utilizzasse la medesima vetroresina che si usava per formare la carrozzeria delle Devin in America o della Jensen 541 in Inghilterra, sarebbe opportuno documentarsi.
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3405
Punti : 3694
Reputazione : 166
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da nico131 il Mar Mar 25, 2014 11:04 pm

Io avevo sentito anche che uno dei motivi dell' insuccesso della Stellina erano le scarse prestazioni, infatti la meccanica della 600D su una spiderina era un pò limitata....

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Gio Mar 27, 2014 5:16 pm

Oggi mentre lavoravo pensavo sulle prestazioni della Stellina e mi sono ricordato che la nostra 600 spider Vignale che pesa di più della Stellina ma ha lo stesso motore in autostrada tornando dal lago Maggiore sull'A26 sul tachimetro abbiamo sfiorato i 130 Km/h, la Stellina con una carrozzeria più leggera dovrebbe almeno sfiorare i 140 Km/h...
Poi questo genere di utilitarie spider come la 850 sono progettate per la signora benestante o del figlio neopatentato benestante dell'epoca...

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Orny60 il Gio Mar 27, 2014 6:05 pm

tiziano07081977 ha scritto:Oggi mentre lavoravo pensavo sulle prestazioni della Stellina e mi sono ricordato che la nostra 600 spider Vignale che pesa di più della Stellina ma ha lo stesso motore in autostrada tornando dal lago Maggiore sull'A26 sul tachimetro abbiamo sfiorato i 130 Km/h, la Stellina con una carrozzeria più leggera dovrebbe almeno sfiorare i 140 Km/h...
Poi questo genere di utilitarie spider come la 850 sono progettate per la signora benestante o del figlio neopatentato benestante dell'epoca...

Con una carrozzeria meglio profilata vorrai dire, il peso non ha influenza sulla velocità massima se non altera l'assetto (tipo quando carico solo il bagagliaio e la coda picchia in giù). Verrà solo raggiunta più lentamente per la inferiore accelerazione.

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Gio Mar 27, 2014 6:31 pm




Ecco 2 foto per farsi un'idea...

tiziano07081977
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 702
Punti : 987
Reputazione : 41
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 39
Località : Casale Monferrato
Umore : curioso e pignolo

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da tiziano07081977 il Gio Mar 27, 2014 6:35 pm

tiziano07081977 ha scritto:


Ecco 2 foto per farsi un'idea...

Potrebbero essere quelle calotte in plexiglas che la 600 non ha che coprono i fari anteriore (come le prime Alfa Duetto) che "frenano" la Stellina? scratch

Contenuto sponsorizzato

Re: Autobianchi Stellina

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Gio Lug 27, 2017 6:38 am