Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Riflessione 2

Condividere

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Riflessione 2

Messaggio Da Orny60 il Dom Feb 02, 2014 4:17 pm

Che le case stiano in piedi, se correttamente costruite, pare essere cosa scontata. Che gli oggetti in questo nostro mondo cadano dall’alto verso il basso, pure. Eppure c’è il “creativo” che parte dal principio che bisogna “pensare in grande”. Che non significa creare cose di dimensioni maggiori, ma estendere i concetti lungo direzioni mai prese prima. La cosa in sé può anche avere un senso, ma se si opera in un mondo fisico dove le case stanno in piedi perché sono costruite tenendo conto dei principi della Statica, è inutile cercare il pensiero “grande”. Tanto, la Fisica se ne infischia del “pensiero grande” e gli oggetti continueranno a cadere dall’alto verso il basso, checché ne pensino i “creativi”. Difatti, quando gli architetti (e chi altri?) non tengono conto di questo principio e pensano troppo “in grande”, fanno le case in montagna con il tetto piatto. Con il risultato di combattere in eterno contro la neve, vanificando secoli di esperienza cumulata dai costruttori (quelli seri).
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschile Messaggi : 2890
Punti : 3051
Reputazione : 184
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Riflessione 2

Messaggio Da rama il Lun Feb 03, 2014 12:06 pm

Per riportare il discorso alle automobili e per quanto mi riguarda ai veicoli industriali ho capito con l'esperienza che chi li progetta non li usa.
Esempio classico sono le cabine dei camion con la moquette sul pavimento. Una volta impolverata non te ne liberi fino a quando non lo vendi.
Altro esempio, per restare in casa Fiat, cambiare la lampadina del faro anteriore dx del Ducato.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Riflessione 2

Messaggio Da Orny60 il Lun Feb 03, 2014 12:24 pm

rama ha scritto:Per riportare il discorso alle automobili e per quanto mi riguarda ai veicoli industriali ho capito con l'esperienza che chi li progetta non li usa.
Esempio classico sono le cabine dei camion con la moquette sul pavimento. Una volta impolverata non te ne liberi fino a quando non lo vendi.
Altro esempio, per restare in casa Fiat, cambiare la lampadina del faro anteriore dx del Ducato.

Qui il discorso è più sottile, perché chi li progetta interagisce con chi li usa, ma chi li compera non è sempre chi li usa. E se la moquette piace, piace. C'è sempre il vincolo che il prodotto deve piacere. Vedi ad es. i veicoli battipista, i "gatti delle nevi", che hanno alcantara e moquette dappertutto (poi chi li usa sale con gli scarponi sporchi e infangati), ma senza non li vendi!
In quanto alla difficoltà di eseguire certe operazioni, rientra nel discorso marketing (e tornano in tema gli architetti o, peggio, i creativi) e poi (fondamentale) la catena di montaggio, dove per semplificare e rendere più economica un'operazione in linea, o standardizzare componenti, la si rende più complicata all'utente dopo.
avatar
andre
Team
Team

Maschile Messaggi : 639
Punti : 709
Reputazione : 37
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 30
Località : cavedine_trento_milano_sondrio

Re: Riflessione 2

Messaggio Da andre il Lun Feb 03, 2014 1:54 pm

Orny60 ha scritto:
rama ha scritto:Per riportare il discorso alle automobili e per quanto mi riguarda ai veicoli industriali ho capito con l'esperienza che chi li progetta non li usa.
Esempio classico sono le cabine dei camion con la moquette sul pavimento. Una volta impolverata non te ne liberi fino a quando non lo vendi.
Altro esempio, per restare in casa Fiat, cambiare la lampadina del faro anteriore dx del Ducato.

Qui il discorso è più sottile, perché chi li progetta interagisce con chi li usa, ma chi li compera non è sempre chi li usa. E se la moquette piace, piace. C'è sempre il vincolo che il prodotto deve piacere. Vedi ad es. i veicoli battipista, i "gatti delle nevi", che hanno alcantara e moquette dappertutto (poi chi li usa sale con gli scarponi sporchi e infangati), ma senza non li vendi!
In quanto alla difficoltà di eseguire certe operazioni, rientra nel discorso marketing (e tornano in tema gli architetti o, peggio, i creativi) e poi (fondamentale) la catena di montaggio, dove per semplificare e rendere più economica un'operazione in linea, o standardizzare componenti, la si rende più complicata all'utente dopo.

mi spiace che orny prenda sempre a riferimento architetti o peggio creativi come esempi da non seguire. come potrete immaginare, anche noi creativi (architetti, grafici, designer, dcc.) sottostiamo a richieste dall'alto che NON dipendono da noi. spesso marketing e creativi non si incontrano neanche, avendo come risultato la cabina di un gatto delle nevi con la moquette di una hall di albergo solo perché "hanno detto di farla così e si fa così. punto". Non succede quasi mai che un architetto o, ancora meno, un creativo, prendano iniziative, quindi direi che le colpe, se esistono, vanno fatte ricadere su qualcun altro o qualcos'altro.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Riflessione 2

Messaggio Da Orny60 il Lun Feb 03, 2014 2:31 pm

Lasciamo perdere gli architetti. Lotto da una vita contro le loro idee più balzane, nel tentativo di rendere razionali. Belle, ma inutilizzabili. E guai se non fai coe dicono loro. E chi mai poteva disegnare un'auto che non sta in terra? E chi mai una che si ribalta quando fa la prova dell'alce? Il creativo di turno. Ma mica glielo avevano detto, hanno voluto fare di testa propria e la risposta è stata: "questo è lo stile, a farla stare per terra dovete pensarci voi tecnici". Ma i tecnici dicono: Senza l'alettone non sta giù. E Loro: "no, l'alettone è brutto!!!" E così....il resto è storia!!
Chi mai mette il forno attaccato al frigo per fare "un unico blocco cucina"? L'architetto, tanto il frigo poi non lo cambia lui. Chi disegna il tetto piatto di una casa di montagna? L'architetto! Chi mai disegnò le case di Longarone dopo il Vajont come se fossero destinate al clima africano? L'architetto (e famoso pure), salvo poi demolirle perchè irrimediabilmente inadatte ai nostri climi ecc....ecc...
Non faccio altro che constatare cose che ormai tre decenni di attività mi hanno palesato sul loro conto. Ci sono eccezioni, ma ci hanno messo una vita a contatto con gli ingegneri per imparare, però!! Very Happy Very Happy Very Happy 
avatar
andre
Team
Team

Maschile Messaggi : 639
Punti : 709
Reputazione : 37
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 30
Località : cavedine_trento_milano_sondrio

Re: Riflessione 2

Messaggio Da andre il Lun Feb 03, 2014 2:42 pm

sei stato molto fortunato a lavorare sempre con la specie peggiore di architetto: l'artistoide presuntuoso, quello che con una laurea in scienze dell'architettura progetta interni, prodotti, auto, gatti delle nevi, barche, giardini, case, grafiche, fa il fotografo, il cuoco, il pr, il blogger (!?), l'artista, a seconda dell' "ispirazione" del momento.

per fortuna, non esistono solo quelli.

e, per la cronaca io difendevo i creativi, non gli architetti.  flower 

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Riflessione 2

Messaggio Da Orny60 il Lun Feb 03, 2014 2:47 pm

Il creativo è uno che ragiona in modo diverso, e questo va bene, perché esce dai soliti schemi. Di solito hanno idee buone, specie nella grafica dove ho imparato molto da loro.
Fortunatamente ho conosciuto anche architetti che sapevano il fatto loro, conoscendo le problematiche dell'industrializzazione. Ma sono la minoranza e di solito lavorano negli studi di Industrial Design.
avatar
andre
Team
Team

Maschile Messaggi : 639
Punti : 709
Reputazione : 37
Data d'iscrizione : 02.09.11
Età : 30
Località : cavedine_trento_milano_sondrio

Re: Riflessione 2

Messaggio Da andre il Lun Feb 03, 2014 2:50 pm

Santa verità.

Contenuto sponsorizzato

Re: Riflessione 2

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Nov 18, 2017 2:40 pm