Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Mar Dic 24, 2013 5:54 pm

Promemoria primo messaggio :

Mi riferisco al cambiamento che ha fatto la ritmo dalla prima alla seconda serie. Mi ricordo ancora quando fu presentata la RItmo: come abbiamo avuto occasione di ricordare in altri post ci fu un battage pubblicitario incredibile! Io in particolare ricordo i modellini della Mattel 1:24 che venivano venduti ad un prezzo vantaggioso e corredati di gadget portachiavi.
In effetti sul pubblico l'effetto non fu subito dei più confortanti. Ricordo ancora i commenti a casa fra i miei : "ma come fanno a fare una macchina mezza di plastica" ..."sarà resistente??" .."che linea strana" . E strana lo era per davvero! Abituati alle "solite" auto a tre o due volumi la ritmo era MOLTO innovativa.
Le vendite furono buone a mio parere ...ma stranamente con il restyling fra la prima e la seconda serie ......zac!!! Spariscono i fascioni che incorporano le luci, i paraurti riprendono il "loro posto", le ruote diventano molto tradizionali e spariscono sia i cerchi base, quelli a 4 petali, che i bellissimi cerchi a 4 lobi neri asimmetrici e la macchina prende un aspetto più convenzionale! Anche negli interni cambiano molte cose e nonostante siano passati 5 anni la ritmo fa un salto indietro!
Paradossalmente era più moderna ed innovativa la prima serie...quella che io reputo molto più bella e fascinosa. Anche la seconda ormai è entrata di diritto nel mondo delle storiche ..ma non ha lo stesso appeal


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2410
Punti : 2687
Reputazione : 261
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da spider il Ven Gen 03, 2014 5:14 pm

Tuccio ha scritto:
spider ha scritto:La Ritmo prima serie aveva sicuramente una linea innovativa, così come gli interni apparivano differenti dalla tradizione  FIAT e delle altre case europee.
Gli interni monocromatici scimmiottavano il gusto americano dove da tempo vi erano auto con cruscotto,volante,interruttori,sedili e pannelli dello stesso colore. Il pubblico italiano non parve gradire molto queste soluzioni, tant'è che con la Ritmo 75S/85S si passò ad un ambiente interno nero abbinato ad una plancia molto più importante. La componentistica delle prime Ritmo si era poi rivelata fragile: gli interruttori ed i comandi del riscaldamento si rompevano frequentemente. La ventilazione non era efficace, tanto che dovette essere modificata profondamente già con la 75S. I pannelli delle porte tendevano a scollarsi così come il rivestimento del padiglione, infatti già dal 1980 vennero modificati.
La meccanica era robusta ed affidabile, ma la carrozzeria scricchiolava (anche letteralmente).
La seconda serie, indubbiamente di design meno ricercato, venne percepita come veramente migliore: i paraurti, che di erano dimostrati funzionali e pratici furono modificati per far spazio alla griglia con 4 fari ottenendo il plauso di chi si era lamentato per la scarsa efficacia dei due soli fari, l'impiando di riscaldamento era totalmente nuovo e finalmente i vetri alla mattina si disappannavano rapidamente. Gli interruttori erano sempre di qualità discutibile, ma almeno non occorreva ordinarli appositamente (nessuno ne teneva in magazzino di tutti i colori)
I rivestimenti in tessuto dei pannelli e la plancia in più parti avevano ridotto  di molto  scricchiolii e vibrazioni. I volanti nocciola ed azzurro dopo un paio d'anni erano sbiaditi,graffiati ed apparivano sporchi, quelli antracite o neri, sono ancora così dopo 30 anni.
Verissimo che i cerchi ruota della prima serie erano un capolavoro di design, ma pesanti e non permettevano una buona ventilazione dei freni, c'era l'esigenza di montare ruote più grandi, sarebbero state ancora più pesanti.
Tutto sommato un'auto meno innovativa stilisticamente, ma molto evoluta nella sostanza.


Il padiglione interno fu modificato con la seconda serie, fino all'ultima "prima serie" comprese le Super avevano il tessuto con gommapiuma.
mi riferivo ai pannelli delle porte, comunque, è vero che il rivestimento padiglione, che aveva uno strato di gommapiuma incollato su un supporto preformato, è rimasto invariato per tutta la prima serie, infatti si scollavano indipendentemente dall'anno di produzione (peraltro anche nel blasonato Range Rover succedeva lo stesso)
I volanti delle primissime serie CL erano schiumati morbidi (come le piu nuove super e seconda serie) solo la L montava la gomma rigida. Successivamente nel 81 adesguarono la gamma CL con il volante in gomma rigida.
Indipendentemente dal tipo di materiale ( vero che lo pubblicizzavano come ipoallergenico ) i volanti si rovinavano esteticamente in modo rapido
I cerchi CL vennero sostituiti nella seconda serie solo perchè mantenerli su un auto che di stile non aveva quasi piu nulla non aveva senso. il problema del raffreddamento non è vero. il cerchio è diventato da 14 solo sulle super per adattargli la gomma con spalla piu bassa.
Vero che con la seconda serie, il design dei cerchi non aveva più senso, ma vennero introdotti i nuovi, con pneumatici 165/65-14, inizialmente quasi tutti Pirelli P8, già con le Targa Oro mkII e con le Super per tante ragioni, tra le quali anche il miglioramento del raffreddamento dei freni (nessuno ha mai parlato di problema di raffreddamento dei freni, ma Fiat cercava sempre di migliorare il prodotto)
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Ven Gen 03, 2014 5:31 pm

le targa oro avevano il cerchio da 13
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2410
Punti : 2687
Reputazione : 261
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da spider il Ven Gen 03, 2014 5:48 pm

Le Targa Oro mkII avevano il cerchio di 14"
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Ven Gen 03, 2014 5:52 pm

La targa oro non ha mai montato il cerchio da 14, se intendi quello con la coppetta nera uguale di disegno alla super ma in vernice oro è da 13 non da 14
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2410
Punti : 2687
Reputazione : 261
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da spider il Ven Gen 03, 2014 6:29 pm

Dici? posso anche sbagliarmi, verifico
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschile Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 42
Località : Terra del Sole

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Nelson Wilbury il Ven Gen 03, 2014 8:02 pm

Dunque in effetti è colpa mia, c'è una piccola diatriba intorno a questa questione, e io e il buon Tuccio ci abbiamo perso le notti, in questa come in altre simili: la Ritmo Targa Oro, in versione 65 per il mercato interno ma anche 75 per altri mercati, usciva DI SERIE con i cerchi in lega (n. dis. 4459280 uguale per tutte da 13, e non risulta cessato).
C'è però a fiche un cerchio acciaio da 14 che risulta 92310753 D 6713, quindi post modifica; il problema è: e il C 6713 dove è andato a finire?

La modifica 6713 risulta "NUOVO ALLESTIMENTO SERIE SPECIALE TARGA ORO - attuazione vett. 2337256 - vett. 2343147".

I numeri di telaio rivelano che si riferisce alla prima Targa Oro, anche sapendo che la mia 65 CL normale è di metà '80 e ha telaio 25xxxxx.

Quindi? Che il cerchio da 14 in acciaio fosse accessorio after market?
Come è possibile che il cerchio 14 sia omologato a libretto sulle prime Targa Oro più vecchie della mia quando ancora nessuna Ritmo era uscita con i cerchi da 14?

Resta la possibilità che sui mercati esteri fossero già omologati e che venissero venduti a parte.
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschile Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 42
Località : Terra del Sole

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Nelson Wilbury il Sab Gen 04, 2014 12:15 pm

Per completezza di informazione, devo dire che nelle fiches abbiamo sempre trovato un certo numero di incongruenze: nel campo dei cerchi, per esempio, anche le Super sono interessate da una modifica della cui applicazione nessuno ha memoria: la 7722, penultima modifica introdotta per le Super 75 e 85, dice "NUOVA RUOTA CON CAMPANATURA RIDOTTA E PNEUMATICI 165/70/SR13 - ATTUAZIONE VETT 2708581"; il che presupporrebbe anche l'adozione di diversa pattanina copricerchio, visto che parla di campanatura ridotta, mentre non segna nessun adeguamento, e nessuno ha mai visto una S75 o S85 prodotta con cerchi da 13, mentre ovviamente risultano omologati a libretto da preesistenza per le normali.
Ma come queste ce ne sono tante, quindi io propenderei per ciò che la memoria storica offre: chiedere ai proprietari di Targa Oro ante MY 81, quindi quelle per intenderci con i deflettori e il paraurti senza fregio centrale, se hanno a libretto il cerchio da 14, cosa che io non credo, e consultare tutte le immagini disponibili di Ritmo Targa Oro fino a trovarne con ci cerchi in acciaio, che nei pochi casi che ho visto anche io ho visto sempre e solo da 13 e color bronzo.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Sab Gen 04, 2014 9:10 pm

Grazie ragazzi per tutte queste notizie....la ritmo prima serie non smette di stupirci!


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2410
Punti : 2687
Reputazione : 261
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da spider il Dom Gen 05, 2014 5:45 pm


Riguardo alle ruote della Targa Oro, le ultime due che ho consegnato nel 1981 avevano sicuramente le ruote di 14" una 75 5 porte marrone met. e l'ultima, una 75 amaranto, aveva addirittura i cerchi in lega leggera, con il disegno di quelli della Ritmo 105 TC (non previsti nemmeno come optional) erano auto rientrate dalla Germania, avevano anche la radio differente, con mangianastri, non Autovox, non ricordo se Grunding oppure Blaupunkt.
Quella marrone, demolita pochi anni fa, dopo aver superato 300.000Km. , è stata di un solo proprietario Grandi Sirio di Bologna, che aveva un'officina di riparazione per automezzi pesanti, l'ho chiamato con il pretesto degli auguri ed anche lui se ne ricorda.
Credo di aver visto le ruote di 13" solo sulle Ritmo super con cambio automatico, le coppe ruota erano però le medesime, il disco ruota era il medesimo, cambiava solo il canale
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2410
Punti : 2687
Reputazione : 261
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da spider il Dom Gen 05, 2014 6:01 pm

... comunque io non starei tanto a perderci la testa. FIAT ha sempre modificato a piacere gli allestimenti senza preavviso e secondo me senza apparente logica, casi recentissimi :
Freemont Park Avenue esce di serie con copriruota in lega cromati, improvvisamente anche l'allestimento Lounge li ha adottati per un certo periodo.
500 Pop Star ha tra le sue caratteristiche i copriruota con fascia cromata, da novembre arrivano le auto sprovviste.
Ypsilon Gold ad un certo punto ha perso le ruote in lega diamantate che erano di serie. Oggi sono optional, e da maggio non arrivano più diamantate, ma verniciate.
Punto Evo 1.2 non hanno più il pneumatico 185/65-15, ma 175/65-15 entrambe le misure sono sempre state previste sulla carta di circolazione.
... e potrei continuare all'infinito
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Dom Gen 05, 2014 6:53 pm

Qualcuno ricorda questa frase?
"i dati contenuti in questa pubblicazione hanno titolo iindicativo. La Fiat potrà apportare in qualsiasi momento modifiche ai modelli descritti in questa pubblicazione per ragioni di natura tecnica o commerciale. Per ulteriori informazioni il Cliente è pregato di rivolgersi al più vicino concessionario o sede Fiat"


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschile Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 42
Località : Terra del Sole

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Nelson Wilbury il Dom Gen 05, 2014 7:35 pm

Sì, Karme, io me la ricordo, ovvio, però passa una bella differenza tra un libretto di uso e manutenzione o un depliant e una microfiche per i ricambisti: la seconda dovrebbe essere più o meno una bibbia, sennò non vale manco la pena di farla; io ho una nona e una settima edizione, il che significa che l'intenzione di fare le cose precise c'era.

Anche perché molte modifiche meccaniche ne prescrivevano necessariamente altre, soprattutto nel cambio: tipo che se ti si rompe il pezzo X non devi cambiarlo con un nuovo X, ma con un Y che lo ha sostituito, e per montare Y devi anche sostituire il relativo A con B.
Ora le ruote non sono certo una questione così restrittiva, però insomma perché fare la stessa cosa metà bene e metà male?

Le due (2 di numero) Targa Oro portate a esempio da Spider poi non fanno che confermare le nostre tesi: addirittura RIENTRATE dalla Germania, manco come la mia che proprio non era partita per il centro Europa, quelle ci erano pure andate ed erano tornate: mi pare chiaro che se la mia avesse preso la strada che avrebbe dovuto prendere forse avrebbe avuto a libretto anche le 14.

Comunque era proprio questa la memoria storica di cui parlavo: arrivare a capire.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Dom Gen 05, 2014 8:06 pm

Nelson Wilbury ha scritto:Sì, Karme, io me la ricordo, ovvio, però passa una bella differenza tra un libretto di uso e manutenzione o un depliant e una microfiche per i ricambisti: la seconda dovrebbe essere più o meno una bibbia, sennò non vale manco la pena di farla; io ho una nona e una settima edizione, il che significa che l'intenzione di fare le cose precise c'era.

.

Io ho sempre avuto una passione per questo tipo di documentazione ....ma spider penso che ci abbia lavorato e ci lavori per necessità Very Happy  Ebbene , periodicamente le Fiat produceva degli aggiornamenti anche per i manuali dei ricambisti e le Fiches . Ho avuto per le mani manuali riccamente aggiornati con varianti , corredate di commenti scritti di chi li ha aggiornati e date di variazione. Nei manuali ad anelli veniva aggiunta la pagina che andava ad abrogare la corrispondente in uso , per quelli di tipo incollato venivano fatte dei mini manuali da aggiungere.  
Quindi li definirei delle "bibbie variabili" Laughing  Laughing 
Alcune riviste specializzate, ricordo in particolare Gente Motori , aveva una rubrica sulle varianti alla produzione di un paio di facciate ....ricordo ancora nitidamente l'articolo relativo alla modifica ad una molla sulla leva del cambio della Lancia Delta .
Una cosa molto particolare , non so se l'hai seguita , che ci crucciava da anni era la modalità con cui sfilare la leva del cambio della 131 III serie ! Sui manuali d'officina la cosa non viene minimamente trattata!!!! Tempo fa mi capita per le mani il manuale per montare il condizionatore su 131, argenta, ritmo e zac!!!! SU quel manuale lo spiegano!!! Ne abbiamo fatto un post ....
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ti faccio un altro esempio. Io mi ricordo nitidamente che l'ultima 131 super 1368 cc veniva venduta come 1400 e portava i cerchi da 14" che erano quelli della 132 a tinta unita a 4 fori. Ebbene, non ho mai trovato su nessun manuale 131 d'officina questo particolare !!! COn il tempo ho scoperto che in alcuni mercati esteri venivano vendute con quei cerchioni e ho scovato anche diverse foto di 131 1400 con i cerchi 14 in rete !


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschile Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 42
Località : Terra del Sole

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Nelson Wilbury il Dom Gen 05, 2014 9:23 pm

Ecco, sono delle bibbie variabili, sono d'accordo; però mentre un manuale ha una funzione, la fiche ne ha un'altra; e ogni fiche di edizione successiva soppianta la precedente.

Esempio: il devio della Ritmo con guida a sinistra nasce 4388847, unico, cessato con la modifica 6490 al telaio 2038990.

Quindi ci sono pochissime Ritmo che lo hanno adottato, la fiche non specifica in cosa consista la variazione, la chiama genericamente modifica al circuito di massa devio e include nel discorso il motorino tergi.

Dalla 6490 il devio resta unico e diventa 4437451 fino alla 6527, che poi li differenzierà per colore.

Ora, io so che la differenza sta in un filo che da un connettore lungo viene spostato a un'altra posizione alla centralina: quindi tu puoi montare il devio successivo nelle macchine precedenti includendo il filo nel connettore o il devio precedente nelle macchine successive separandolo.

Allora, questo la fiche non te lo deve dire, e va bene; il manuale forse nemmeno, ma ti deve far vedere la variazione; però la fiche ti riporta giustamente fino all'ultimo anno anche il numero del primo devio, perché se non vuoi modificare niente e ti capita una macchina delle prime tu DEVI montare il ricambio ante modifica, e il manuale dovrebbe farti vedere gli impianti.

Ora è chiaro che la teoria è una cosa e la pratica un'altra, però è anche vero che non ci si può fidare molto: nel mio manuale, che è proprio la primissima edizione addirittura c'è scritto che i lampeggi diurni li fa con gli anabbaglianti e ovviamente non è vero, così come dalle foto si nota che molti particolari di allestimento raffigurati sono diversi da quelli prodotti, quindi forse molte di queste pubblicazioni sono addirittura precedenti alla macchina.

Io andrei però per approssimazione: anche io a Cagliari ho visto girare una 131 siglata "1400 TC", ho visto una Ritmo 75 L grigio Jet a cinque porte con i cerchi CL, ho visto una Ritmo D a tre porte, ho visto alcune Ritmo Targa Oro con i cerchi in acciaio ma sempre da 13, però di questi cerchi non trovo traccia in fiche, né della 65 né della 75 né della 7a né della 9a edizione.

Quindi mi pare che una cosa sia, diciamo, la regola, e una cosa sia il caso sporadico.

E alla fin fine accettando come dici tu che siano bibbie variabili, si arriva a capire che non sono variabili solo loro  Laughing
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Dom Gen 05, 2014 9:31 pm

Alle volte sai cos'è? Che perdiamo di vista le unità di misura! A noi le auto sembrano sempre poche ....almeno adesso che ce le gustiamo come storiche..ma se leggi le tirature dei libretti andiamo da 5000 copie per edizione per le più rare fino a 30000 copie per edizione per le più diffuse!!!! I numeri sono elevati , molto elevati e alle volte è difficile adattare tutto. Alle volte per esigenze di catena (vedi maniglie ed interni delle 500) , alle volte per esigenze di marketing o altro . Io sono straconvinto che con l'ultima 1400 TC non abbiano fatto altro che esaurire i cerchi residui da 14 a 4 fori delle 132!!!! E leggendo le date di produzione sul cerchio non è difficile capirlo.
Ti manifesto la mia grande soddisfazione! Primo per l'interesse che questo post , nato per una riflessione estemporanea, abbia generato questa discussione e poi per il Vostra preciso, puntuale e professionale intervento!
grazie di cuore


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschile Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 42
Località : Terra del Sole

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Nelson Wilbury il Dom Gen 05, 2014 11:51 pm

Per quanto mi riguarda sono io che ringrazio voi: ogni testimonianza è preziosa e solo con una passione come la nostra, al limite della maniacalità, si può arrivare a questo livello di precisione, che è poi fondamentale per qualsiasi scopo basato sulla verità storica, sia un restauro, un articolo di giornale o qualsiasi cosa si voglia.

Si leggono e si sentono tante di quelle corbellerie provenienti da quelle che dovrebbero essere le fonti più titolate che trovare qualcuno che offre memoria di prima mano è la cosa più preziosa.

C'è un sacco di gente che scrive molto ma poi non legge, neanche i cerchi Laughing : così non serve a niente.

Domani con calma mi leggo il pezzo sulla leva della 131, che mi pare molto interessante.
avatar
sentrentu
Team
Team

Maschile Messaggi : 3479
Punti : 3576
Reputazione : 54
Data d'iscrizione : 25.09.09
Età : 42
Località : Bergamo
Umore : Felice quando sono di traverso

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da sentrentu il Lun Gen 06, 2014 8:47 am

Nelson Wilbury ha scritto:Dunque in effetti è colpa mia, c'è una piccola diatriba intorno a questa questione, e io e il buon Tuccio ci abbiamo perso le notti........

Qualche notte l'ho persa anche io nella ricerca di compabilità di un "ferro" vecchio,rinnovo ancora i complimenti che ci legano per questa trana passione  Very Happy 
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Mar Gen 07, 2014 10:00 am

Boommm Ammazza che casino che ho combinato!

Grazie Nelson per le specifiche. non dico altro perché ha già detto tutto lui..
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Mar Gen 07, 2014 10:08 am

spider ha scritto:
Credo di aver visto le ruote di 13" solo sulle Ritmo super con cambio automatico, le coppe ruota erano però le medesime, il disco ruota era il medesimo, cambiava solo il canale

Le Pattanine come le chiama Nelson della Ritmo super prima serie, vengono riprese solo dalla Automatica 70 CL III serie che montava il cerchio di disegno uguale al 128 3° serie... oltretutto con un risultato estetico a mio gusto terrificante!  Very Happy 

Concordo bella discussione!!!
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Mar Gen 07, 2014 10:21 am

Questo è l'esempio

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 07, 2014 2:24 pm

Ma guarda te che giri che fanno certe cose....hann o recuperato il cerchio 128 III con la coppetta


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da 131A000 il Mar Gen 07, 2014 3:12 pm

Logiche industriali di minimo investimento. Riattrezzare una coppetta costa molto meno di attrezzare un cerchio.

E cambiare un punzone costa meno di cambiare un imbuttitura. Esempio, tra un cerchio special 131 1a serie e un L / CL, cambi la coppetta centrale e dimezzi le 4 asole in 8 piccole (cambiato soli i punzoni) e risulta un cerchio molto meno "grintoso... Si potrebbe fare un post intero e si vedrebbe che dietro 10 tipi di cerchi ci stanno pochissime attrezzature.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 07, 2014 3:21 pm

Non so se abbiamo un post sulle economie produttive ....se no potresti farlo Stephane! Tu poi sei molto ferrato sull'argomento


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Tuccio
1800cc : Adesso si che si ragiona!
1800cc : Adesso si che si ragiona!

Messaggi : 204
Punti : 231
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Tuccio il Mar Gen 07, 2014 9:53 pm

131A000 ha scritto:Logiche industriali di minimo investimento. Riattrezzare una coppetta costa molto meno di attrezzare un cerchio.

E cambiare un punzone costa meno di cambiare un imbuttitura. Esempio, tra un cerchio special 131 1a serie e un L / CL, cambi la coppetta centrale e dimezzi le 4 asole in 8 piccole  (cambiato soli i punzoni) e risulta un cerchio molto meno "grintoso...  Si potrebbe fare un post intero e si vedrebbe che dietro 10 tipi di cerchi ci stanno pochissime attrezzature.

Facciamolo questo post!!!!
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da karme70 il Mer Gen 08, 2014 8:36 am

Sì mi pare un post interessantissimo......di materiale ce n'è


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Contenuto sponsorizzato

Re: Ritmo I II serie, quando l'ardimento non paga

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Lun Set 25, 2017 10:49 pm