Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Forse sottovaluto i giovani

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21097
Punti : 22277
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da karme70 il Sab Ott 20, 2012 6:59 pm

Oggi mentre ero in giro per Motorissima mi è capitata una cosa singolare. Mi ero fermato allo stand dell 'FMI a salutare il presidente e con l'occasione il caro amico Gilberto che è uno dei tecnici moto più qualificati che abbiamo in trentino. Mi aveva passato delle dritte per smontare gli ammortizzatori posteriori del 98 che sono andate a meraviglia......mentre parliamo si avvicinano 3 di questi giovani, sui 16-18 anni, look adeguato..questi che vedi fuori dalle scuole che non sai mai se passi loro troppo vicino.........si avvicinano e chiedono se possono avere una valutazione di due motocicli che hanno trovato a casa. Una era un giulietta peripoli del 69 e l'altro un gilera 50 monomarcia, di quelli che noi distruggevamo a 14 anni (non proprio io ) . Ovviamente il gotha del motociclismo d'epoca si è messo un pò a sorridere ...ma sono stati tutti molto gentili...così questi ragazzi ci hanno parlato del ritrovamento di questi motorini del nonno e del loro ripristino. Tutti siamo stati concordi nell'affermare che se anche i motocicli non hanno un gran valore hanno fatto bene a ripristinarli, così, un pò a modo loro ...e hanno dimostrato grande affezione per questi mezzi "di casa". Inoltre è stata un ottima occasione per fare un pò di pratica su mezzi che hanno il doppio dei loro anni. Hanno poi chiesto dove potevano trovare pezzi per i lciao.......e anche se le persone con cui parlavano sono abituate a cercare pezzi precedenti a l1950 c'è stato uno scambio di informazioni.....è stato un bel dialogo ..un bello scambio generazionale ....e la cosa ci ha intenerito il cuore un pò a tutti.......... Very Happy


_________________________
avatar
pandino900
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 593
Punti : 636
Reputazione : 10
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 25
Località : Vicino Cagliari
Umore : vitreo

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da pandino900 il Sab Ott 20, 2012 8:40 pm

io penso che chi ha vissuto quegli anni ha conosciuto i vari modelli, li ha sempre visti circolare per cui riconosce quello più appettibile da quello che ha poco interesse. Chi invece nella vita di tutti i giorni ha visto solo scooter moderni, come il sottoscritto, un mezzo vecchio, qualsiasi esso sia, gli piace tanto. Per esempio, vedo una 127 e comincio a guardarla da qualsiasi angolazione, la vede mio padre (che ne ha avuto due) non gli fa ne freddo ne caldo. E una 127 non è quotata magari come una 600 nel mercato d'epoca...
Quello che mi preoccupa è fra 20 anni, quando la mia generazione comincerà ad avere 40 anni, a quali auto si dovrà riferire come d'epoca? Per esempio te, Karme, hai un 131 che era perfettamente visibile tutti i giorni almeno fino ai tuoi 20 anni (forse anche più visto che non si rottamavano le auto), io fra 20 anni cosa mi prendo? una focus d'epoca? bella prospettiva di auto invecchiata...
Spero che il mio discorso sia chiaro visto che mi sembra un pò contorto e non ho voglia di rivederlo Embarassed
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21097
Punti : 22277
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da karme70 il Sab Ott 20, 2012 9:08 pm

E' chiarissimo......il problema secondo me sta nel modo in cui l'auto veniva costruita e viene , oggi, costruita. Mi spiego meglio. In primo luogo allora c'era una forte differenza fa le varie vetture, per linea , personalità, peculiarità costruttive...per carità qualche eccezione c'era : l'alfasud assomigliava molto alla citroen gsa..e fatalità montavano motore boxer entrambe! Ma per il resto le differenze erano importanti e caratterizzavano i modelli. Oggi, con le sinergie costruttive, con le economie di produzione ...le auto sono un pò tutte "più simili " fra loro.....magari non nelle linee..ma poi in fin dei conti come struttura automobilistica sono molto molto somiglianti.
Poi considera un altro aspetto. Quando io avevo vent'anni (fine anni 80) si cominciavano a fare quegli studi sulla durata dei componenti, cioè i costruttori dicevano : ma se un 'auto ha una vita media di 15 anni, perchè in demolizione trovi alternatori che possono fare ancora 100000 km? motorini d'avviamento che possono ancora avviare 25000 volte? cristalli che possono vievere ancora 20 anni? E hanno cominciato a fare bieche "economie" per ridurre la vita a tutti i componenti ....le auto di ieri se proprio avevano il motore ko bastava rifare quello ...le aut odi oggi quando sono a 300000 km comincia a saltare tutto! Vorrei vedere fra 20 anni la focus che dici tu usata come storica per uso quotidiano! Considera inoltre che fino agli anni 90 le case "sperperavano " nell'accantonamento di ricambi. Per fare economia oggi il ricambio viene quasi ordinato in catena di montaggio ...vorrei vedere a trovare i pezzi di quella focus fra 20 anni


_________________________
avatar
pandino900
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 593
Punti : 636
Reputazione : 10
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 25
Località : Vicino Cagliari
Umore : vitreo

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da pandino900 il Sab Ott 20, 2012 9:36 pm

mi sa che hai preso in pieno il problema, quello che manca alle auto è la personalità... seguono la moda ma mancano di classe e anche un pizzico di eleganza, con il rischio che fra 20 anni (ma con i ritmi moderni anche meno) siano semplici auto vecchie. Poi sono tutte simili tra loro, anche nelle linee secondo me, francamente non trovo grosse differenze tra le varie case; per esempio, prima si riconosceva lo stile delle francesi da lontano, io che non sono un grande esperto di quelle auto (ammesso che lo sia per quelle italiane), ma capisco subito che non è italiana, anche se ne ignoro la casa... Oggi non è così.
Questo della durata dei componenti non la conoscevo, ma mi rattrista tanto, in pratica le case hanno un'arma a doppio taglio così, risparmiano in produzione e guadagneranno nel tempo, complici anche le campagne di rottamazione e le norme euro... Anzi forse c'è pure un terzo aspetto, le auto nuove costano meno, quindi se per incidente o guasti importanti si preferisce mandare l'auto allo sfascio e pazienza.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21097
Punti : 22277
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da karme70 il Sab Ott 20, 2012 10:26 pm

Eh già!!! proprio così! Un tempo l'auto aveva uan prima vita, quella col primo proprietario. Poi se era fortunata ne aveva una seconda ..con un altro , più o meno lunga....poi sai, col fatto che l'auto fosse una cosa "importante" le veniva riservato un trattamento molto particolare. QUando ormai era ora di finire allo sfascio ecco che arrivava il miracolo. ....il giovanoto squattrinato a cui serviva un'auto....non si formalizzava, la comprava con poco, se la intestava , con due soldi ci pagava l'assicurazione e cominciava la terza vita.
Oggi che vuoi...teoricamente, secondo i manuali al raggiungimento del decimo anno andrebbero sostituiti tutti gli air bag....secondo te ne vale la pena????


_________________________
avatar
pandino900
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 593
Punti : 636
Reputazione : 10
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 25
Località : Vicino Cagliari
Umore : vitreo

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da pandino900 il Sab Ott 20, 2012 11:46 pm

oggi la macchina viene considerata vecchia già a 150.000km, ogni tanto qualcuno si stupisce che la mia panda abbia quasi 190.000km e cammini ancora. Colpa dell'enorme consumismo indotto dagli industriali (tanto per fare un esempio, hai visto la gente in fila per comprare il nuovo iphone.. non ci potevo credere). Il fatto che si cambi velocemente il modello, i frequenti restyling che cambiano la linea ma soprattutto i gadget elettronici rende un modello obsoleto molto molto in fretta. Riprendo l'esempio della 131, ne hanno fatto 3 serie ma sono tutte molto simili tra loro, vai a vedere nei dettagli e ci sono stati aggiornamenti di motore (di cui uno scoperto oggi Very Happy ) molto importanti. Adesso basta cambiare la radio e 4 fesserie per farti telefonare senza prendere in mano il cellulare e hanno fatto l'aggiornamento. Sembra che la crisi in questo senso non esista...
Per la questione degli airbag... spesso non lo sostituiscono se scoppiano in incidenti piccoli, figurati in quelli grossi.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21097
Punti : 22277
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da karme70 il Dom Ott 21, 2012 11:45 am

poi un altro fattore: le auto anni 50 , 60 , 70 sono state conservate/collezionate senza che la cosa venisse imposta....dagli anni 80 sono cominciate le versioni "limited" ..."versione di sicura rivalutazione collezionistica"! Un pò come per i tappi a corona ......prima c'era il collezionista che li cercava......poi invece le collezioni in cerca di collezionista!!!! Tutte forzature che non avvantaggiano la passione .....ormai i giovano sono presi d'assalto da collezioni di ogni genere


_________________________
avatar
mark_67
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 736
Punti : 829
Reputazione : 63
Data d'iscrizione : 02.12.11
Età : 50
Località : Rovigo
Umore : Tendenzialmente rabbioso

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da mark_67 il Dom Ott 21, 2012 12:34 pm

Un altro aspetto che va a disincentivare la passione è il costo del passaggio di proprietà e la famosa tassa di possesso.
Prendiamo come esempio la Fiat Bravo 2.0 HGT in futuro potrebbe essere un buon mezzo che merita di essere conservato, ma un ragazzo appassionato che oggi potrebbe acquistarla con poco finisce con il lasciar perdere proprio per i costi burocratici troppo alti.
A mio avviso non si riesce a vedere le auto di oggi con l' occhio "storico", non a caso ho scelto l' esempio della Bravo, dalle mie parti se ne vedono ancora ma non come 8-10 anni fà e io stesso, che non l' avevo mai considerata nemmeno di striscio, mi sono soffermato ad osservarla e devo dire che non mi dispiacerebbe come futura storica e non solo la Bravo ma anche la 145 trovo sia meritevole di attenzione.
Sarebbe troppo bello se si potesse avere la possibilità di sospendere la tassa di possesso anche come semplici cittadini ed anche che il costo del passaggio sia proporzionale al valore del mezzo acquistato, questo non per essere venale ma per poter consentire a qualche futuro collezionista di poter mettersi in garage a cuor leggero auto che potrebbero essere interessanti fra 8-10 anni. Se il sistema in vigore oggi fosse stato operativo già 40 anni fà sono convinto che oggi di 131, 127 o alfette varie non ce ne sarebbe neanche l' ombra, altro che ritrovamenti nel fienile.

Ospite
Ospite

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da Ospite il Lun Ott 22, 2012 9:36 am

Purtroppo avete tutti ragionissima...
Ed è brutto da dire ma è così.

Versioni sportive a parte, che per loro natura sono di solito le più blasonate, anche se oggi pare che la clientela preferisca di più gli accessori che la sportività, quindi anche questa consuetudine va scomparendo con il risutalto che oggi le versioni più ambite sono quelle più accessoriate e non quelle più sportive, le uniche auto odierne che forse vedremo nei saloni dei collezionisti domani sono quelle auto che vengono chiamate "istant classic".

Ovvero serie speciali di vetture di grande serie, che di veramente speciale non hanno un bel niente, se non la tiratura limitata e un prezzo fuori dal comune.
Alcuni esempi?
Mi vengono in mente la Porsche 911 GT3, le Abarth 695 Tributo Ferrari (una 500 da 50.000 euro...), le varie Lamborghini e così via...

Dubito fortemente che una Grande Punto Multijet, piuttosto che una Lancia Ypsilon Argento, una Toyota Yaris Sol o una Citroen C1 DeeJay un domani vengano conservate e ricercate come storiche...
Mancando di personalità non ti viene nemmeno lo stimolo di collezionarle...

Ospite
Ospite

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da Ospite il Lun Ott 22, 2012 9:49 am

pandino900 ha scritto:oggi la macchina viene considerata vecchia già a 150.000km, ogni tanto qualcuno si stupisce che la mia panda abbia quasi 190.000km e cammini ancora. Colpa dell'enorme consumismo indotto dagli industriali (tanto per fare un esempio, hai visto la gente in fila per comprare il nuovo iphone.. non ci potevo credere). Il fatto che si cambi velocemente il modello, i frequenti restyling che cambiano la linea ma soprattutto i gadget elettronici rende un modello obsoleto molto molto in fretta. Riprendo l'esempio della 131, ne hanno fatto 3 serie ma sono tutte molto simili tra loro, vai a vedere nei dettagli e ci sono stati aggiornamenti di motore (di cui uno scoperto oggi Very Happy ) molto importanti. Adesso basta cambiare la radio e 4 fesserie per farti telefonare senza prendere in mano il cellulare e hanno fatto l'aggiornamento. Sembra che la crisi in questo senso non esista...
Per la questione degli airbag... spesso non lo sostituiscono se scoppiano in incidenti piccoli, figurati in quelli grossi.

Hai ragione, il consumismo ci spinge a cambiare l'auto molto più frequentemente di un tempo, molte volte anche nel caso in cui non ce ne sia la reale necessità.
C'è da dire una cosa però: le auto di oggi non si riparano più come quelle di una volta.
Se una 127 ti durava senza troppi problemi anche 20 anni lo stesso non si può dire di una Punto di oggi.
La 127 la riparavi con pinze e fil di ferro, la Punto se non hai la stazione diagnosi con l'examiner non combini un fico secco...
Inoltre incide molto anche il costo dei ricambi.
I ricambi della 127, salvo i casi in cui si sostituivano parti complesse, costavano generalmente poco.
I ricambi di una Punto di oggi, specie gli apparati elettrici ed elettronici, costano l'ira di dio. E non si riesce a fare quasi nulla da soli senza le attrezzature specifiche.
Senza calcolare che poi certi ricambi, specie del motore, proprio non esistono: vengono forniti solo quando si compra il motore completo.

Fino al 2010 avevo una Punto del 2003 con 200.000 km sulle spalle.
Il motore girava come un orologio e funzionava tutto alla perfezione.
Un bel giorno mi si blocca lo sterzo: impossibile girarlo!
Vado dal meccanico, mi attacca la presa diagnosi e mi da il responso: sensori del piantone dello sterzo andati, bisogna sostituire il piantone completo.
Il solo piantone non lo forniscono, mi tocca prendere tutto il kit che comprende piantone e centralina elettronica del servosterzo, il tutto per la modica cifra di circa 500 euro solo di ricambi. Più la manodopera per la sostituzione.
Purtroppo è un lavoro che da solo non riuscivo a fare, ci voglione degli atttrezzi specifici... si trattavi di dover spendere oltre 700 euro... su un'auto che ne valeva si e no 3000...
Secondo voi che ho fatto? Ho cambiato macchina...
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da toivonen83 il Mer Ott 24, 2012 1:40 pm

Pensate che a 13 anni ho fatto il mio.....primo restauro!!!!Avevo riportato a nuovo in modo professionale...con tanto di verniciatura originale Fiat (rosso shriraz metallizato -cartella colori Uno Turbo) una di quelle Bmx inzio anni 80 con ammortizzatori,sellone lungo e cambio a leva....Già mi sembrava un "dovere civico" salvare pezzi significativi e interessanti.
Avrei voluto restaurare anche il mio conquantino Piaggio Ntt (fratello tutto terreno dell'nrg comprato a 17 anni usato di 6). ero già a buon punto salvo che un imbacille mi tamponò scaravnetandomi a terra e facendolo volare (correva ottobre 2001) di circa 10/12 metri.....
Ci rimasi malissimo (la meccanica era stata messa a punto in modo maniacale ed avevo cambiato le carene posteriori).
Ora spero che il restauro di "missa" (nomignolo della mia V40 - dedicato a una talentuaosa rapper italiana) vada a buon fine e possa figurare stabilmente tra le beniamine "extra fiat" del forum
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da VidiV il Sab Ott 27, 2012 9:04 am

Date alla gente tecnologia a piene mani!!!
Questo il motto attuale delle multinazionali..
Mentre io, nel mio piccolo, comincio a rimpiangere i cari e vecchi sistemi analogici....
Detto questo, il culto del "vecchio" tra i giovani, penso possa prendere presto una svolta.
Attualmente esce ogni 2 anni in media un modello nuovo, o un "favoloso" resyling. Ma di NUOVO, di realmente nuovo, chi propone cosa? NESSUNO!
L'unico a proporre qualche cosa di diverso è il mercato del vecchio, del vintage, se ci pensate bene.
Chi lo spiega tra 20 anni a mio figlio, che una volta i treni erano a vapore e si muovevano ugualmente?
Chi glie lo dirà che le auto degli anni 70 non avevano centraline di sorte? Chi lo spiegherà (se non Karme Very Happy) come funziona un carburatore alla futura New Generation?
I più curiosi, scaveranno, alcuni ameranno questo mondo, che, anche grazie a questo Forum, una sorta di capsula temporale per futuri appassionati, potranno conoscere e capire!

Bisogna ricordarci che dobbiamo sempre guardare al nostro passato per sapere chi simo ora.

Penso che il futuro riserverà sempre più giovani per infoltire il gruppo di "appassionati", e speriamo che questi riescano a salvaguardare tale patrimonio, come lo facciamo noi adesso.


_________________________
Deus ex machina



Contenuto sponsorizzato

Re: Forse sottovaluto i giovani

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Dic 16, 2017 4:36 am