Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Tecniche produttive

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Sab Mar 17, 2012 10:30 pm

Leggendo il libro che ho recentemente comprato mi sto facendo una cultura sui metodi produttivi delle autovetture. In particolare nel libro si fa riferimento al passaggio dal vecchio sistema produttivo a catena continua a quello ad "isole" avvenuto verso i primi anni 70. Il libro parla dei sistemi produttivi riferendosi a 126, 124, 127 e 132.....non capisco perchè non parli di 128. Ad un certo punto fa riferimento a nuove metodiche produttive per l'erede della 124 che nel libro è indicata, udite udite , come 129!


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da 131A000 il Sab Mar 17, 2012 11:54 pm

Ma la 128 non era il progetto X1/2 (almeno che sia l'A112...) Dovrei ridare un occhiata in archivio.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Dom Mar 18, 2012 9:01 am

Ho letto cose che non avrei mai immaginato. Ad esempio c'è il confronto fra il vecchio sistema di saldatura a saldatrice volante (cioè liberamente portata a braccia dall'operaio) e il sistema robotizzato unimag. Spiega che comunque l'allineamento corretto dei lamierati andava controllato da un operaio ma il problema più grosso era il fatto che non c'era modo di verificare quando gli elettrodi fossero da sostituire sul sistema robotizzato ...quindi veniva fatta una verifica indiretta sul risultato delle saldature a fine linea saldatura. Mi è venuto da pensare cosa facessero delle scocche con saldature imperfette......saranno andate avani nel processo di verniciatura o le avranno riparate??????


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
spider
Team
Team

Maschile Messaggi : 2423
Punti : 2701
Reputazione : 262
Data d'iscrizione : 10.11.11
Età : 54

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da spider il Dom Mar 18, 2012 9:43 am

Più che saldature imperfette, si parla di saldature mancanti, in tal caso venivano riportate nella norma e reintrodotte nel processo
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da 131A000 il Dom Mar 18, 2012 9:53 pm

Si ancora oggi in caso di saldatura imperfetta a CO2 si valuta se si puo' ripristinare (il cosidetto "rework") o se si deve rottamare il pezzo.

Per le scocche, la progettazione tiene conto del rischio di mancata saldatura prevedendone ben più del necessario. Anche se visivamente fatte, possono essere solo incollate, è il problema della saldatura a punti. Con il laser rimane il rischio se la focale è posizionata male... ma è ben minore...
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Lun Mar 19, 2012 4:11 pm

ovviamente parlo di sistemi produttivi all'avanguardia....nel 1974 però!!!! io credo che le attuali saldatrici automatiche siano in grado di discriminare fra un elettrodo funzionante od esaurito


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da VidiV il Lun Mar 19, 2012 4:16 pm

I codici X erano:

X1/1 FIAT 128
X1/2 Autobianchi A112
X1/3 FIAT 130
X1/4 FIAT 127
X1/8 Rivista come X1/20
X1/9 FIAT X1/9
X1/20 Lancia Montecarlo
X1/38 Fiat Ritmo

Wink


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Lun Mar 19, 2012 4:17 pm

bravo.-.....però sul libro parlavano di "futura 129" ......vi metto una foto se ritrovo la pagina


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Lun Mar 19, 2012 11:18 pm

Un'altra cosa che ho imparato dalla lettura è la presenza, all'epoca, di strutture in catena di montaggio chiamate "polmoni" che altro non erano che parti fisiche degli ambienti dove si accumulava una certa parte del prodotto. Che il sistema fosse a catena continua o ad "isole" c'erano delle parti a monte e a valle di ogni lavorazione dove si stoccava una parte del prodotto. Ciò serviva a fare da tampone alle differenze di velocità produttiva fra le lavorazioni quasi sempre collegate ad un certo "assenteismo" (si parla di medie sul 18%) . Ovviamente il sistema polmone veniva gestito in modo da essere sempre al 50% (cioè ne vuoto , ne troppo pieno per motivi di spazio) . Questo poteva sopperire anche all'improvviso stop sulla linea a monte dettato da scioperi improvvisi. In questo modo si riusciva ad assorbire uno stop di qualche ora con il residuo nel polmone.


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da 131A000 il Mar Mar 20, 2012 12:25 pm

Impensabile oggi con il metodo just in time allargato ai fornitori di 1° rango.

Parlavo proprio ieri sera con un cliente in visita quà che mi diceva che 25 anni fà a mirafiori c'erano 40000 dipendenti e facevano Uno, Y10, Croma e Thema. Pure la 8.32 passava sulla linea.

Oggi sono 4500 operai... di cui 3500 negli uffici
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da karme70 il Mar Mar 20, 2012 6:01 pm

131A000 ha scritto: Oggi sono 4500 operai... di cui 3500 negli uffici

a far che??? a "sonà a chitara"???


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Pluto127
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1171
Punti : 1248
Reputazione : 11
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 29
Località : Torino

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da Pluto127 il Mer Mar 21, 2012 3:41 pm

Molto interessante!! Wink

Contenuto sponsorizzato

Re: Tecniche produttive

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Nov 18, 2017 2:34 pm