Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Sciopero autotrasportatori

Condividi
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 3:58 pm

Come qualcuno già sa, faccio l'autotrasportatore. Se qualcuno ha domande da fare o vuole sapere qualcosa in più sono a disposizione senza filtri o distorsioni giornalistiche.
Come prima cosa è bello sapere che il T.I.R. acronimo francese, è un libretto dal formato di un foglio A3 composto da 7,14 o da 18 fogli, a seconda degli stati da attraversare. Non si usa quasi più, lo scopo di questo libretto era facilitare il transito delle merci caricate e sotto vincolo doganale. Il trasportatore si assumeva la responsabilità dei transiti, veniva lasciato un foglio ad ogni entrata e ad ogni uscita dagli stati attraversati. Con la libera circolazione delle merci in Europa la sua funzione è praticamente esaurita. I cartet TIR venivano rilasciati dalle Camere di Commercio, ed erano utilizzabili solo per un viaggio.
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 29
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 24, 2012 4:02 pm

Rama, ma tu sei uno dei "scioperanti"? Question


_________________________
Deus ex machina


avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 21377
Punti : 22559
Reputazione : 392
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 24, 2012 4:08 pm

Io non ho domande perchè già mi immagino cosa incidano sul pieno di un camion gli aumenti attuali dei carburanti e gli aumenti autostradali ....mi metto nei panni di quei poveracci che si fanno Siracusa Milano un giorno sì e uno no


_________________________

Ospite
Ospite

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 24, 2012 4:25 pm

Io una domandina piccola piccola l'avrei.
La protesta è nata perchè lamentano che a causa del fatto che il carburante costa troppo caro non ce la fanno più ad arrivare a fine mese.
Io mi domando e dico ma se davvero (e sottolineo davvero) già non ce la fai ad arrivare a fine mese invece di fare sciopero, perchè non lavori quei 4 giorni che ti rimangono da lavorare per prendere al meno quei pochi che prendi?
Facendo così non vedi nemmeno quei pochi soldi.
Quindi non solo non arrivi a fine mese, non arrivi nemmeno a metà mese!

Io dico che secondo me le proteste non sono nate perchè questa gente è alla fame come, ma piuttosto perchè si vedono costretti a ridimensionare il loro tenore di vita.
C'è una bella differenza tra essere alla fame e non potersi più permettere la settimana bianca o la settimana al mare ogni 2 mesi (ho sparato la prima stupidaggine che mi passava per la testa)...

Tra l'altro non approvo il modo di protestare che hanno adottato.
I blocchi stradali creano solo ulteriori problemi.

E nel frattempo ad Asti c'è scappato il morto a quanto pare.
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 29
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 24, 2012 4:35 pm

dadedepo ha scritto:Io una domandina piccola piccola l'avrei.
La protesta è nata perchè lamentano che a causa del fatto che il carburante costa troppo caro non ce la fanno più ad arrivare a fine mese.
Io mi domando e dico ma se davvero (e sottolineo davvero) già non ce la fai ad arrivare a fine mese invece di fare sciopero, perchè non lavori quei 4 giorni che ti rimangono da lavorare per prendere al meno quei pochi che prendi?
Facendo così non vedi nemmeno quei pochi soldi.
Quindi non solo non arrivi a fine mese, non arrivi nemmeno a metà mese!

Io dico che secondo me le proteste non sono nate perchè questa gente è alla fame come, ma piuttosto perchè si vedono costretti a ridimensionare il loro tenore di vita.
C'è una bella differenza tra essere alla fame e non potersi più permettere la settimana bianca o la settimana al mare ogni 2 mesi (ho sparato la prima stupidaggine che mi passava per la testa)...

Tra l'altro non approvo il modo di protestare che hanno adottato.
I blocchi stradali creano solo ulteriori problemi.

E nel frattempo ad Asti c'è scappato il morto a quanto pare.

Direi che hai sollevato delle giuste considerazioni.
Però, dade, ridimensiona oggi, poi, domani, poi resti senza casa e senza soldi per mangiare!!!
Qui, non si parla di ridimensionare il nostro standard di vita, ma di CAMBIARE la politica italiana, per quando difficile ed impossibile sia. Invece di tagliare gli stipendi ed aumentare le tasse OVUNQUE (e noi siamo già a corto di denaro), perché non tagliano dove sia giusto tagliare e non favoriscono il commercio?
La protesta degli autotrasporti, potrebbe portare molti più italiani ad alzare le chiappette Chiapponi flaccide dalle poltrone e dai divani, e scendere in piazza a rivendicare i propri diritti!


_________________________
Deus ex machina


avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 29
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 24, 2012 4:44 pm

Ed aggiungo, che se la rivolta si spostasse ad altre classi di lavoratori, e se qualcuno parte e si muove per una Nuova Marcia su Roma, io mi unirei senza battere ciglio.
Perché io ne ho le ELLAP PIENE di questi governi finti, e fantocci che non fanno altro che dissanguare il paese forse, più bello del mondo.


_________________________
Deus ex machina


avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 5:17 pm

Non sciopero perchè per tenere fermi i camion una settimana ci vogliono soldi, perchè devi comunque pagare dipendenti, assicurazioni rate ecc. e di questi tempi non c'è trippa per gatti.
Davide, se ogni mese fai 10.000 km e perdi 10 €cent al km in un mese hai perso 1000 € se fai 12000 km hai perso 1200 € e in un anno sono 12000. (cifre indicative) perciò entro un certo limite meno lavori e meno danni fai. I clienti non sentono ragioni e non vogliono aumentare i prezzi. Con gli studi di settore devi pagare tasse su di un calcolo teorico che è lontano dalla realtà, paghi su soldi che non hai mai preso.Come in ogni categoria ci sono le pecore nere, e siamo noi autotrasportatori ad aver chiesto più controlli per verificare le ore di guida e le condizioni dei mezzi, le regole devono valere per tutti in egual misura. Qualcuno esagera con blocchi intimidazioni ecc, è più evidente di altri settori perchè è sotto gli occhi di tutti la situazione. La precettazione ventilata è una sciocchezza, io sono un privato, se voglio alla mattina apro, se non ne ho voglia lascio chiuso. Non siamo un servizio pubblico come i tassisti.
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 21377
Punti : 22559
Reputazione : 392
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 24, 2012 5:32 pm

Io dico questo: provate a fare un pieno ad un camion e a fare la vita che fa un camionista...poi mi direte


_________________________
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschio Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 29
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 24, 2012 5:37 pm

Un pieno, di media, sono 600-700 eurozzoli circa... Ora, non so quanto facciano con un litro, in media, ma credo ci attestiamo su i 10km/l?!
Ok,sono tipo 500 litri, che fanno 5000km.... Non so voi, ma secondo me, in una settimana, un camionista medio, si farà circa 2 o 3 pieni... 3x7=21, quindi 2100 euri... Forse o cannato in pieno, ma se è davvero così, immagino il piacere che hanno nel vedere scendere la lancetta del diesel....


_________________________
Deus ex machina


avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 6:00 pm

Posso citare dati reali riferiti ai miei camion, quindi non teorie, con 1 litro fa un po più di 3 km quindi 32/33 litri per 100 km. Parlo di camion di 44 ton a pieno carico. Più o meno a seconda del lavoro ci vogliono 4000 lt al mese. Io ho il distributore privato, compero quindi all'ingrosso e l'ultima volta ho speso 1,328 € al netto di IVA (1,606) ed è un bel risparmio confronto alla pompa stradale, non è che divento più ricco, limito le perdite.

Ospite
Ospite

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 24, 2012 6:13 pm

Mah, ogni lavoro ha i suoi pro e i suoi contro.
Ne conosco davvero pochi camionisti, ma ho sempre sentito che a fare il camionista rispetto ad altri lavori si guadagnava meglio e si faticava meno.
Questo lo hanno sempre detto dei miei amici che fanno i camionisti sotto padrone, come dipendenti.
Sicuramente essere padroncino è sicuramente diverso.
Sei un libero professionista con tutto quelle che ciò comporta, nel bene e nel male.
Condivido tutto quello che avete scritto fin'ora.
In particolare appoggio il discorso di Rama, uno che usa il cervello e che è davvero attento al bilancio perchè non naviga nell'oro il camion non lo ferma, altro che fare sciopero!
E' il concetto che volevo esprimere io!

I camionisti siciliani hanno poco da protestare secondo me.
L'anno tirata in tasca su tutto e da tutti fino all'altro ieri e oggi che gli si chiede di fare i primi sacrifici subito protestano.
Non mi fa nessuna pena quello che si fa Siracusa - Milano andata e ritorno.
Anzi ancora grazia. Perchè se il nostro paese non fosse il paese dell'assurdo, un camion che fa la tratta Siracusa - Milano non esisterebbe nemmeno: la merce viaggerebbe sul treno, come nel resto d'Europa.

C'era pure gente che protestava per il fatto che in Sicilia hanno aumentato i pedaggi autostradali: non mi pare che li abbiano aumentati solo in Sicilia...
Poi tra l'altro la rete autostradale siciliana a me risulta sia in grand parte ancora proprietà dell'ANAS quindi gratuita, come la Salerno - Reggio Calabria insomma.
Se il loro governo regionale non si sta comportando come dovrebbe non è colpa dell'Italia intera.
Chi governa la Sicilia è stato votato dai siciliani, non sicuramente da chi sta a Aosta o a Bolzano.
Il fatto è che quando il resto d'Italia presenta il conto alla Sicilia quest'ultima risponde che "loro sono non sono italiani, sono isolani" e che quindi non pagano.
Quando invece si tratta di battere cassa a Roma rivendicano il fatto che anche loro solo italiani.
Non sono idee che mi sono uscite di mia spontanea volontà, ma nei giorni scorsi ho guardato alcune trasmissioni in tv dedicate alle proteste dei siciliani e sono emerse più o meno velatamente queste problematiche.

Sapete bene che io abito in Friuli, regione a statuto speciale tanto quanto la nostra bedda Sicilia. Smile
avatar
Herr Homar
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 474
Punti : 515
Reputazione : 26
Data d'iscrizione : 17.01.12
Età : 43
Località : Ancona
Umore : metereopatico

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Herr Homar il Mar Gen 24, 2012 6:39 pm

Ieri un mio amico, nei pressi di Ancona -Sud è stato 'trattenuto' per circa 20 min. causa incrocio bloccato.
Adesso io dico: possibile che se c'è un problema (giusto o sbagliato, non sò e non voglio giudicare...) a rimetterci è sempre l'utente normale?

Ok, 20 min. fermi non uccidono nessuno, ma perchè non si va a protestare nelle giuste sedi? Uffici provinciali, regionali o perchè no, direttamente a Roma?
Se non erro è li la sala dei bottoni... pigiati da gente che tutto fa meno che lavorare per quello cui prendono stipendi esagerati. Gente che non saprebbe gestire una tabaccheria, figuriamoci un Paese in crisi...

Ripeto, non voglio accusare nessuno, ma sul fatto che questi blocchi dovrebbero far riflettere la gente, avrei da dirne...
Ognuno di noi, nel proprio settore, ha problemi più o meno grandi da risolvere, e con i pianti e i blocchi stradali non credo si arrivi chissà dove...
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 7:01 pm

Aldilà della categoria a cui appartengo, in generale se lo sciopero non provoca disagio nessuno se ne accorge. Un corteo di manifestanti provoca disagi indipendentemente dalla mansione dei partecipanti.


Ultima modifica di rama il Mar Gen 24, 2012 8:46 pm, modificato 1 volta

Ospite
Ospite

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 24, 2012 7:11 pm

Io sono contrario in ogni caso al blocco delle strade, delle ferrovie insomma protestare non vuol dire creare disagio per tutti.
Poi non ci si stupisca se succedono episodi spiacevoli, tipo quello di Asti sta mattina.
Perchè per protestare devi arrecare disturbo e danno agli altri?
E' una cosa che non ho mai capito.
E pure in passato di scioperi ne ho anche fatti.
Ma io si solito facevo lo sciopero bianco, cioè mi recavo regolarmente sul posto di lavoro ma invece di lavorare incrociavo le braccia e mi rifiutavo di lavorare.
La protesta era contro il datore di lavoro, quindi si creava disagio al datore di lavoro.
Se fossi andato in piazza ad urlare il mio disappunto contro il mio datore di lavoro oltre a non ottenere risultati avrei sicuramente rischiato di tornare a casa con qualche livido... Smile
Perchè questo si rischia a protestare come si sta facendo in questi giorni e non solo in questi giorni.
Mettete per esempio che state tornando a casa dopo una giornata massacrante di lavoro, avete già i vostri cavoli amari per la testa.
Trac: autostrada bloccata dai manifestanti.
Basta una parola sbagliata pronunciata da un manifestante o magari capita male da voi perchè siete stanchi e succede un putiferio...

Se i camionisti sono incavolati perchè le autostrade costano troppo, invece di bloccare le strade causando danni a tutti i cittadini senza distinzioni, sarebbe più intelligente occupare i caselli e alzare le sbarre facendo transitare tutti senza pagare.
I "papponi" che stanno nella stanza dei bottoni se ne fregano se i manifestanti occuparno le strade, tanto loro bene o male ci gaudagnano lo stesso.
Provate un po' invece a privarli degli incassi di una giornata intera di pedaggi, vedrete un po' se non scendono subito a contrattare con chi manifesta...

Smile
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 8:31 pm

Davide sei come Marter Luter King, sono anch'io d'accordo sulle manifestazioni non violente e voglio vedere chi dice il contrario. La protesta degli autotrasportatori è solo un'aspetto di una esasperazione che serpeggia nel Paese. La protesta degli autotrasportatori è spontanea, ci sono solo 1 o 2 organizzazioni che aderiscono, perchè hanno capito che chi ci rappresenta si sta costruendo una carriera politica La maggior parte è ormai senza soldi e le proteste degli ultimi giorni si stanno diffondendo. Speriamo che SuperMario faccia qualcosa . Ma qui servono soldi non carte promesse ecc.
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschio Messaggi : 3017
Punti : 3206
Reputazione : 206
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da rama il Mar Gen 24, 2012 8:50 pm

Ho paura che stiamo andando OT, lo scopo del Topic era di far conoscere qualcosa che non si sa del mondo del trasporto. Mi pare che l'esempio del carnet TIR o dei consumi sia interessante. I motivi della protesta lasciamoli ai rappresentanti di categoria.
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 21377
Punti : 22559
Reputazione : 392
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 24, 2012 9:21 pm

Ma Mauri...l'acronimo francese di TIR ha a che vedere con trasporti internazionali rapidi?????? mio papà me l'aveva raccontato così


_________________________
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2501
Punti : 2742
Reputazione : 117
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da 131A000 il Mar Gen 24, 2012 9:55 pm

Transport International par la Route Wink
avatar
karme70
Team
Team

Maschio Messaggi : 21377
Punti : 22559
Reputazione : 392
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da karme70 il Mer Gen 25, 2012 9:03 am

grazie Stephane !!!


_________________________
avatar
Nelson Wilbury
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...
1300cc : Pronti per viaggi impegnativi...

Maschio Messaggi : 150
Punti : 185
Reputazione : 13
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 43
Località : Terra del Sole

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Nelson Wilbury il Mer Gen 25, 2012 9:35 am

Ieri mi sono attraversato tre blocchi, nel mio piccolo, nella mia Sardegna del sud-ovest: il fatto più evidente era la commistione di categorie aderenti.
Cioè, non era più uno sciopero degli autotrasportatori, ma il volantino, recante i soliti quattro mori che ormai noi sardi mettiamo dappertutto per campanilismo (il patriottismo è qualcosa da riferire poi anche ad una intesa collettiva, cosa del tutto sconosciuta ai sardi come razza: per natura da sempre sottomessi e dominati ma incapaci di mettersi d'accordo per reagire insieme) riassumeva sotto la sua egida anche i disoccupati delle industrie, i precari del pubblico, i sottomansionati di qualche altro posto, gli inoccupati...
Allora, siccome da noi si dice "Centu concas centu berrittas", che vuol dire letteralmente "Cento teste cento berretti", ossia che ognuno pensa per sé, si fa presto a dire "protesta organizzata" etc etc; la realtà è che nemmeno per quei venti minuti in croce che siamo stati incolonnati in attesa di passare siamo riusciti a fare i nostri comuni interessi, perché il tipo che stava davanti a me protestava "andate a \"espellere sterco\" il cavolo a Monti invece di romperci i coglioni a noi! E i Carabinieri che non fanno rispettare la legge, qui siamo sul penale, interruzione di libera circolazione, io ho il diritto di circolare, e bla bla bla..."

Di colpo gli interessi sono diventati il "vostro", quello di voi trasportatori, disoccupati etc etc, e il "nostro", quello di chi vuole "circolare liberamente" sulle strade: questa è l'essenza del perché questa povera Italia è, secondo me, senza speranza.

Come se al tipo davanti a me non interessasse pagare meno la benzina o ai camionisti far circolare i mezzi invece che lasciarli fermi: non arriviamo nemmeno a capire questo poco.

E complimenti al tipo anche per la memoria storica: come se Monti fosse l'artefice di quasi settant'anni di meticolosa distruzione del nostro Paese e non degli ultimi tre mesi.
E noi e i nostri padri, che ci siamo tenuti e votati quella classe politica di tutti i colori che ha minato con pazienza certosina ogni settore dalla fine della guerra a oggi?

La guerra è finita quasi settant'anni fa: è la vita media di una persona;
Mattei è morto nel 1962, cioè cinquant'anni fa: già quello era un segno della piega che stavano prendendo le cose.

Cosa vogliamo che valga oggi una passeggiata a Roma la domenica pomeriggio con i cartelli "E' ora di indignarsi!"?

Siamo seri... Non c'è più niente da ridere.

Il problema dello scipero è proprio questo: gli stati del mondo d'oggi non somigliano alla "Polis" greca, primo esempio di governo collettivo di quella che per i latini fu la "res publica", e anche se crea disagio noi ci scanniamo tra noi e ai quartieri alti non ci arriviamo mai.
Noi non abbiamo idea di cosa sia un collettivo e di quanta cura richieda per sopravvivere.
Ci scanniamo alle riunioni di condominio per un'antenna e pretendiamo di far viaggiare una nazione? Ma andiamo...

Siamo incapaci di distinguere le cose veramente importanti dalle fesserie.

Che poi è il loro gioco, ma noi siamo troppo occupati con le puttanate per vederlo chiaramente, eppure è lampante: siamo così felici quando ci danno la LIBERTA' di costruire una stanza in più chiudendo il terrazzo, e senza bisogno di chiamare il comune, ci sembra un regalone; e invece è un'\"un rapporto sessuale contronatura\": almeno quando c'era il comune che doveva verificare c'era un responsabile, e anche solo per geometra che fosse era un riferimento, e se fosse successo qualcosa qualcuno avrebbe pagato o sarebbe finito in tribunale; oggi un amico ingegnere, che non sa cos'è un sifone perché non gliel'hanno insegnato, ti mette una firma, ma se poi la casa crolla lui ha intestato tutto alla moglie e la sua SRL sarà vuota: puoi citarlo quanto vuoi in tribunale, ma non era meglio poter prendersela col comune?

"Loro" ci hanno progressivamente abbandonati a noi stessi, si sono dileguati, hanno fatto finta che darci delle cose fosse giusto e bene, e invece era sbagliato: perché uno Stato che si rispetti è uno Stato che SI OCCUPA DI NOI, sennò perché lo paghiamo?

E invece noi oggi siamo incapaci di stare uniti, anche in un banalissimo, stupidissimo blocco stradale: se la strada è bloccata, io non posso andare a lavorare, a produrre, a lavorare alle poste o a insegnare in una scuola o in un ospedale, creo un disagio a catena che alla fine DEVE portare ai quartieri alti.

Il problema è che uno scipero non basta più: ci vorrebbe la rivoluzione.
Ma la rivoluzione è qualcosa di doloroso, che costa sofferenza, che fa vittime, che fa paura, che chiede energie e dedizione, coraggio: tutte cose che noi oggi non abbiamo.

Noi non abbiamo voglia di fare la rivoluzione.

Anche perchè è tardi: andava fatta dieci anni fa, quando è scoppiata l'Argentina, ma noi ce ne siamo fregati.

Ce ne siamo fregati perché non abbiamo mai avuto la VOGLIA di farla, perché noi se non siamo proprio comodi comodi la rivoluzione non la facciamo: preferiamo stare a casa in ciabatte.

Dietro l'alibi della preoccupazione per la terza guerra mondiale, delle bombe... "E io mica me ne frego, guarda che anche io ho paura della terza guerra mondiale!"
Ma le guerre mondiali oggi non si fanno con le bombe, ma con l'alta finanza: svegliamoci!
Stiamo aspettando la terza ed è in corso la quarta!
La quarta guerra mondiale in cui gli eserciti sono le agenzie di rating e le bombe atomiche sono le borse!

Invece la rivoluzione si fa dalle piccole cose: troviamo l'ufficio postale chiuso o inoperativo per l'ennesima volta? E lo occupiamo!
Lo occupiamo dieci minuti prima dell'assemblea sindacale, che puntualmente si fissa in mezzo all'orario di lavoro, alle 11.20: vorrei vedere se fissandola il sabato dopo pranzo ci vanno tutti quelli che di mercoledì alle 11.20 hanno tanto interesse a riaffermare i loro diritti.

Buttiamo via una buona Punto per comprare una Euro 4 perché ci sono i blocchi del traffico e il mese dopo bloccano anche quella e liberano solo le Euro 5? E noi dobbiamo andare sotto ufficio delle entrate a dire che non paghiamo il bollo, perché se tu non mi fai circolare io non ti pago il bollo! Io la mia parte l'ho fatta, mi sono comprato la macchina nuova, ora fai tu Stato la tua: piantala di tartassare le macchine quando ormai è ovvio che l'inquinamento principale non viene più da quelle!

La Rai non si vede in certe zone della città? E io non ti pago il canone!

Però a me pare che non ci sia nessuno a protestare davanti ai cancelli della Rai, nonostante almeno il 30% dei cagliaritano non la vedano più da tre mesi, e manco se ne parla più: in un paese normale sarebbe successo un casino internazionale.

A me pare che alle poste nessuno perde la calma, anzi, siamo tutti contenti di poter comprare la calzetta per il telefono o il disco di Sanremo, e se poi le poste fanno tutto tranne che il loro lavoro, cioè far viaggiare la corrispondenza, a noi che ce ne frega?

A me pare che non ci siano i cortei di Euro 4 entro la linea verde di Roma a far impazzire il comune ingolfandolo di contravvenzioni e successivi ricorsi.



Ecco, questo è quello che penso.

Mi scuso per avervi ammorbato con i miei pensieri, ma l'esca era troppo ghiotta e io troppo giacobino per tenermi Laughing
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschio Messaggi : 2501
Punti : 2742
Reputazione : 117
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Normandia - Francia

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da 131A000 il Mer Gen 25, 2012 11:03 am

INteressante per me francese questa discussione, come sapete, in Francia il diritto di fare sciopero era sacro e ha portato a varie azioni negli anni molto simili a quella attuale in Italia.

E' stato spesso usato il termine esagerato di "prendere la popolazione in ostaggio" in Francia, cio' che ha servito a promuovere certe leggi per assicurare un minimo di servizio anche in caso di sciopero... La cosa mirava a ridurre il corporatismo di certi mestieri detti "forti", tipo chi guida i treni, professori...ma sopratutto ha anche tolto un potere al popolo, illustrazione:

3 o 4 anni fà, i sindacati sono riusciti a mettersi d'accordo per manifestarsi i WE contro le nuove pensioni individualizzate, la gente si è mossa, era nelle sfilate il WE e al lavoro la settimana, risultato? Nessuno gli ha cagxxi... Hanno poco disturbato, il governo non gli ha considerati e hanno preso le solite decisioni per interessi per loro e i loro amici della finanza. Purtroppo, se non vai a certi estremi, nessuno ti considera, è cosi, governare oggi è avere un rapporto di forza e non rappresentare il popolo. E quindi il popolo deve farsi sentire con la stessa violenza e brutalità che viene usata dall'alto...

Quindi? L'individualismo crescente è stato utilizzato contro gli interessi stessi della gente. Il cinismo è al suo massimo!
Anche se mi rompono le palle nel mio piccolo confort quotidiano di pancia (ahimè troppo) piena, rispetto lo sciopero perché c'è sempre dietro una vera ragione. Non si fanno ste cose per voglia di non lavorare, è molto simile ad un tentativo di suicidio o fare lo sciopero della fame, non si fanno certe cose per puro capriccio. Bisogna sempre dare attenzione a ste cose e badare che non ci siano i soliti squali a ricuperare l'accaduto per conto loro (cio' che succede ogni volta).

Preciso che non ho mai fatto sciopero perché le ragioni esposte dai sindacati non erano secondo me quelle buone, nella mia azienda, giocano sempre con un colpo di ritardo...

Ospite
Ospite

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 25, 2012 11:16 am

Perfettamente d'accordo con Nelson.
Purtroppo la realtà in Italia è questa.
Quando avevo 20 anni ogni scusa era buona per scendere in piazza a fare casino.
E qualche volta ci sono anche andato.
Ora che ne ho quasi 32 ho capito che non serve a un cavolo.
Per lo meno, le manifestazioni fatte come le facciamo noi Italiani non servono a niente.
Non esiste più solidarietà.
Non esiste più il concetto di "bene comune".
Ognuno tira sempre e solo acqua al proprio mulino.

Oramai siamo persi.
Non ci sono nemmeno le più le basi per organizzare una rivoluzione.

Sapete da quand'è che la penso così?
Da quando anni fa (era forse il 2005), di fronte all'ennesimo aumento dei prezzi della benzina, in ufficio si intavolò il solito discorso sulla necessità di protestare, di dire la nostra come comsumatori, eccetera eccetera.
Li con noi c'era un consulente esterno della ditta per cui lavoravo che, dopo aver sentito il discorso fatto da me e i miei colleghi, prese la parola e ci disse con il ghigno sulla bocca: "E a me cosa me ne frega? Per me la benzina potrebbe costare anche 50 euro al litro, tanto io alla fine del mese faccio fattura al vostro capo e me la rimborsa"...
Penso non servano ulteriori spiegazioni.
Dico solo che finchè nel nostro paese ci sarà gente che ragiona in questo modo, non si combinerà MAI niente di buono.

Contenuto sponsorizzato

Re: Sciopero autotrasportatori

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mar Giu 19, 2018 9:51 pm