Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Disastro all'Isola del Giglio

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Lun Gen 16, 2012 10:20 pm

Fra le tante cose che stanno emergendo in questi giorni dopo la tremenda sciagura della Concordia ce n'è una che si riallaccia a certi discorsi che abbiamo fatto in passato. Molti coinvolti nella tragedia hanno testimoniato che il personale di bordo era per la maggiorparte formato da operatori indonesiani e di altra nazionalità e questo ha ostacolato non poco le manovre di soccorso per le difficoltà nella comunicazione . Fino a qualche anno fa TUTTO il personale a bordo delle navi da crociera italiane era italiano, al massimo era il personale di lavanderia a essere straniero. Ora il personale è quasi tutto straniero......un indonesiano costa 1/3 e la compagnia ci guadagna i 2/3 di ogni stipendio.......e badate bene, non è perchè manchino marinai in Italia ma tutto per i soliti discorsi di economia generale che si riflettono su ogni aspetto della nostra vita.


_________________________
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da toivonen83 il Lun Gen 16, 2012 10:45 pm

A volte chi più spende .....meno spende (parola di zeneise che però preferisce le crociere su.....mari d'asfalto con panfili a 4 ruote Very Happy Up! ). Se solo questo fosse un paese un po' più maturo questa sciagura dovrebbe essere un occasione per riflettere

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Manolete il Mar Gen 17, 2012 3:02 am

Ciò non toglie che l'errore è stato del capitano: il suo è un comportamento non dissimile ai proprietari di suv che sfrecciano a velocità folli o fanno manovre azzardate e prima o poi vanno a fare danni. Hanno, costoro, il delirio di onnipotenza e si prendono rischi del tutto inutili. Non vi pare un po' la stessa cosa che ha fatto il capitano? Che bisogno c'era di passare a poche decine di metri dalla riva?
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 8:27 am

Sicuramente la colpa è del capitano......ma i soccorsi hanno fatto pena e grossa parte l'ha avuta l'incomunicabilità fra le persone. Ricordo che l'Andrea Doria negli anni 50 è affondato in pieno oceano ...ma non è morta una persona ....


_________________________
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschile Messaggi : 2846
Punti : 3006
Reputazione : 180
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 58
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da rama il Mar Gen 17, 2012 10:15 am

E' un po come portare i bambini a scuola, se si potesse entrare in aula con la macchina sono certo che qualcuno lo farebbe. Lo stesso con la nave, se avesse potuto entrare nel porticciolo lo avrebbe fatto. Quando d'estate vado in montagna, guido il pulmino con 8 bambini e mi sento investito di una responsabilità non da poco, non perchè qualcuno lo dice, è una cosa che mi preoccupa automaticamente non poco. Figuriamoci con 4000 persone.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 10:21 am

dagli sviluppi sembrerebbe che la manovra non fosse neanche voluta.......oggi dicevano che la nave era alla deriva causa assenza del comandante...mi chiedo dove fossero gli altri due ufficiali in seconda


_________________________
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschile Messaggi : 2846
Punti : 3006
Reputazione : 180
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 58
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da rama il Mar Gen 17, 2012 10:24 am

non mi intendo di "marineria" ma effettivamente pare che i 180 ° che ha compiuto la nave sono dovuti alla rottura dei motori, non a manovre volontarie. Se invece che ruotare in senso orario lo faceva in senso antiorario si sfracellavano sulle rocce.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 11:37 am

Forse l'ultima manovra, per quanto discutibile e di dubbia origine , è stata quella che ha salvato il maggior numero di persone....avvicinando così la nave alla riva a fatto sì che molti potessero salvarsi a nuoto e ha impedito l'affodnamento totale del relitto che si è poggiato sulla scogliera. L'affondamento stesso, per risucchio, rischiava di portarsi dietro scialuppe e persone in mare


_________________________

Ospite
Ospite

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 17, 2012 12:33 pm

GIà, Karmelo come al solito hai gettato il sasso nello stagno.
Dato che sono a letto da qualche giorno mi sono guardato tutti gli speciali sulla sciagura.
Anche a me è saltato agli occhi subito sto fatto che il personale di bordo fosse composto per la maggioranza da stranieri... e che tra l'altro non sapevano nemmeno parlare italiano, al meno stando alle testimonianze dei naufraghi.
Ho pensato: ma come? Su una nave che batte bandiera italiana il personale di bordo è completamente straniero e non sa manco parlare italiano?
Per carità nulla contro gli stranieri che lavorano nel nostro paese, dato che una nave è territorio nazionale, ma al meno saper parlare nella lingua nazionale dovrebbe essere un elemento base preteso ai fini dell'assunzione.
Certo se chi ti assume non ti richiede quel requisito allora siamo da capo.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 3:03 pm

poi con la tradisione di marineria che abbiamo in Italia ti garantisco che le cose potevano prendere un'altra piega......certo con la tradizione di marineria c'è da stupirsi del comandante...ma in Italia siamo abituati al fatto che nei posti di comando ci siano degli incompetenti! Mio zio amava citare il Gen. Rommel , conosciuto in africa settentrionale, che amava dire " per vincere ci volgiono ufficiali tedeschi e soldati italiani"


_________________________
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da 131A000 il Mar Gen 17, 2012 3:21 pm

Comunque c'erano clienti stranieri come i francesi che non capiscono una mazza in italiano... Un po' come nell'aeronautica, ci dovrebbe essere obbligo di utilizzare in doppione una lingua tipo l'inglese, non è il massimo ma almeno trovi sempre un tuo connazionale che sà tradurti....
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 3:41 pm

Ma gli italiani una parolina di francese la conocono sempre...specie i marinai Wink


_________________________

Ospite
Ospite

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 17, 2012 4:06 pm

Il fatto è che la maggior parte dell'equipaggio pare non sapesse manco parlare l'taliano, figurarsi l'inglese...

Non ho la forza di esprimere un commento sul comandante, sarebbe in ogni caso inadeguato.
Metto solo un video apparso sta mattina su youtube:
avatar
Ghibliks
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1098
Punti : 1213
Reputazione : 16
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 37
Località : Pinerolo (TO)
Umore : Sempre allegro!

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ghibliks il Mar Gen 17, 2012 10:12 pm

Come direbbe Fantozzi... "che umiliazione pubblica!"
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mar Gen 17, 2012 10:21 pm

come direbbe Emilio Fede...."che figura di m....."!!!


_________________________

Ospite
Ospite

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 18, 2012 10:54 am

Io sono di un altro avviso...
Per me non si tratta ne di umilizione pubblica ne di figura di m...a...
Questa telefonata testimonia il comportamento assolutamente IRRESPONSABILE di un uomo di fronte ad una sciagura del genere.

Mi domando e dico: come è possibile che una persona del genere fosse al comando di una nave da oltre 300 m di lunghezza, oltre 110.000 tonnellate di stazza con oltre 4000 persone a bordo?

Cioè il brevetto da comandante l'ha comprato al CEPU?
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da VidiV il Mer Gen 18, 2012 11:02 am

E io alzo un'altro dubbio sul "ruolo" dell'oramai, ahimè, Celebre Comandate Schettino: Non è che anche lui, come tutti i personaggi di spicco e che occupano una funzione di rilevo nella società o nel loro posto di lavoro, non sia stato, come dire, SPINTO fino a quella carica?
Immagino che la selezione nella Marina, sia parecchio dura. Possibile che mettano un'inetto al comando di una nave?
Trovo più logico che questo comandate sia passato da un "porta di servizio", anziché intraprendere la dura scalata al successo.
ma questo è un parere puramente personale..


_________________________
Deus ex machina



Ospite
Ospite

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 18, 2012 11:12 am

Vincenzo io sono del tuo stesso parere.
Intendevo proprio dire questo con la mia frase "il brevetto da comandante l'ha comprato al CEPU?"...

Ieri sera ho guardato uno dei tanti speciali in TV.
Tra i tanti servizi mandati in onda ne è passato uno che raccontava un po' chi era questo comandante Schettino: io più che dalle parole sono stato attratto dalle fotografie montate nel servizio.
Al meno 40 foto che ritraevano il comandante in innumerevoli pose plastiche, in divisa, al posto di comando della nave, con il cappello in mano, con la giacca buttata dietro le spalle e tenuta con una mano sola, l'altra mano nella tasca dei pantaloni...
Per carità, non c'è nulla di male a farsi fotografare mentre si è al lavoro, ma è proprio questo il punto che mi ha lasciato perplesso: voi quando vi scattano una foto sul posto di lavoro vi mettete sempre in posa?

Sembravano le foto di una sfilata di moda, non quelle di un comandante intento a svolgere il suo ruolo al posto di comando di una nave...

A me ciò fa pensare che il comandante fosse un po' pavone... Smile
Non so se rendo l'idea...
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mer Gen 18, 2012 11:15 am

Non c'è dubbio che sia così...avete visto i video di ieri sera? Dall'atteggiamento megalomane e narciso dire i che ci troviamo davanti alla classica persona che ha fatto carriera a spese degli altri .....e ne esistono tanti di questi personaggi....anche nei forum Wink
gli altri si fanno il culo e loro in posa "plastica" .....li metterei io in una posa plastica


_________________________
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da VidiV il Mer Gen 18, 2012 11:38 am

Il discorso pose plastiche, è da considerare a parte.

Quando sono stato in vacanza l'estate del 2010 in Puglia, abbiamo fatto la tratta Vieste - Isole Tremiti (SPETTACOLARI tra l'altro).

La motonave che ci ha portato a destinazione, era di un comandate emiliano, una persona squisita e simpaticissima, che durante il tragitto, nel bel mezzo della tratta, ci ha fatto accomodare ad uno ad uno nella cabina per le foto di rito Wink , e quini, in posa Wink .

Un buon comandante deve saper giocate le sue carte, e rispondere alla richiesta di un suo protetto, nel caso questo vuole una foto, diventa un compito, e qui fioccano le pose plastiche, strette di mano, sorrisi falsi (magari gli è appena morto il cane e soffre, ma non può farlo vedere a tutti).

Io proprio non ho visto in faccia questo Schettino, e le mie idee scaturiscono solo dalle risposte che dava al comandate di terra.

E il peggio, è che ora, i giornalisti italiani, che notoriamente fanno disinformazione su tutti i fronti, balleranno su questa tragedia per mesi.


_________________________
Deus ex machina



Ospite
Ospite

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 18, 2012 11:50 am

Si dalle risposte che dava al comandante della capitaneria di porto di Livorno si evince che non avesse assolutamente alcuna padronanza della situazione.

Forniva risposte evasive e tergiversava...

Un comportamento assolutamente inaccettabile da un uomo del suo rango.

Scommetto la palle che adesso salterà fuori la storia dell'infermità mentale e che al momento della sciagura era incapace di intendere e di volere.

Basta un buon avvocato Azzeccagarbugli e il gioco è fatto.
Non ammetterà mai di aver fatto una serie di caxxate clamorose.

Ma del resto la società di oggi funziona così.
Ci sono certi personaggi che giocano quotidianamente con la sorte delle altre persone e se sbagliano la colpa non è mai loro, è sempre di qualcun altro.
Viviamo in una società dove il modello del "Superuomo" impera e domina come non mai.
Guai quindi se un superuomo dovesse commettere un errore e ammettere di averlo commesso: modestia, sincerità e senso di colpa sono concetti che non devono esistere nel vocabolario di un superuomo.

Gabriele D'Annunzio, travisando il pensiero di Nietzsche, ha ben espresso l'ideologia del superuomo che è intesa come
Gabriele D'Annunzio ha scritto: "...la volontà di potenza e dell'affermazione di se...",
"...il diritto di pochi eccezzionali ad affermare se stessi rinunciando alla morale del bene e del male..."

Smile


Ultima modifica di dadedepo il Mer Gen 18, 2012 12:23 pm, modificato 6 volte
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21011
Punti : 22197
Reputazione : 367
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da karme70 il Mer Gen 18, 2012 12:09 pm

ragazzi......ieri sera la moglie ha detto che non va "dato in pasto alla stampa" .....ma non so se ci rendiamo conto....se tutto va bene sono una trentina di morti!!! per essere dato "in pasto alla stampa" quante persone bisogna uccidere?


_________________________
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3405
Punti : 3694
Reputazione : 166
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da nico131 il Mer Gen 18, 2012 8:56 pm

Comunque per questo "personaggio" la pena massima che potrebbe scontare è 15 anni (!!!!!) che poi con sconti di pena, buona condotta, ecc. ecc. è tanto se se ne fa 3 con la condizionale..!! Ma avete sentito l' ultima?? Cosa ci faceva una bella ragazza Moldava di 25 anni nella stanzetta attigua alla sala di comando???? pig

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Orny60 il Mer Gen 18, 2012 9:44 pm

Il Boss ha scritto:Il discorso pose plastiche, è da considerare a parte.

Quando sono stato in vacanza l'estate del 2010 in Puglia, abbiamo fatto la tratta Vieste - Isole Tremiti (SPETTACOLARI tra l'altro).

La motonave che ci ha portato a destinazione, era di un comandate emiliano, una persona squisita e simpaticissima, che durante il tragitto, nel bel mezzo della tratta, ci ha fatto accomodare ad uno ad uno nella cabina per le foto di rito Wink , e quini, in posa Wink .

Un buon comandante deve saper giocate le sue carte, e rispondere alla richiesta di un suo protetto, nel caso questo vuole una foto, diventa un compito, e qui fioccano le pose plastiche, strette di mano, sorrisi falsi (magari gli è appena morto il cane e soffre, ma non può farlo vedere a tutti).

Io proprio non ho visto in faccia questo Schettino, e le mie idee scaturiscono solo dalle risposte che dava al comandate di terra.

E il peggio, è che ora, i giornalisti italiani, che notoriamente fanno disinformazione su tutti i fronti, balleranno su questa tragedia per mesi.

E il peggio, è che ora, i giornalisti italiani, che notoriamente fanno disinformazione su tutti i fronti, balleranno su questa tragedia per mesi.
Per quale ragione i giornalisti italiani dovrebbero fare disinformazione su tutti i fronti???
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da VidiV il Mer Gen 18, 2012 10:35 pm

Orny60 ha scritto:
Il Boss ha scritto:Il discorso pose plastiche, è da considerare a parte.

Quando sono stato in vacanza l'estate del 2010 in Puglia, abbiamo fatto la tratta Vieste - Isole Tremiti (SPETTACOLARI tra l'altro).

La motonave che ci ha portato a destinazione, era di un comandate emiliano, una persona squisita e simpaticissima, che durante il tragitto, nel bel mezzo della tratta, ci ha fatto accomodare ad uno ad uno nella cabina per le foto di rito Wink , e quini, in posa Wink .

Un buon comandante deve saper giocate le sue carte, e rispondere alla richiesta di un suo protetto, nel caso questo vuole una foto, diventa un compito, e qui fioccano le pose plastiche, strette di mano, sorrisi falsi (magari gli è appena morto il cane e soffre, ma non può farlo vedere a tutti).

Io proprio non ho visto in faccia questo Schettino, e le mie idee scaturiscono solo dalle risposte che dava al comandate di terra.

E il peggio, è che ora, i giornalisti italiani, che notoriamente fanno disinformazione su tutti i fronti, balleranno su questa tragedia per mesi.

E il peggio, è che ora, i giornalisti italiani, che notoriamente fanno disinformazione su tutti i fronti, balleranno su questa tragedia per mesi.
Per quale ragione i giornalisti italiani dovrebbero fare disinformazione su tutti i fronti???

OT:
Forse ho generalizzato la cosa.
In italia, la liberà di stampa è una palese presa per il culo, un giornalista di testate a livello nazionale è pilotato persino nelle virgole dei suoi articoli, che sia di moda, o di politica, tutto è a vantaggio del "padrone" che si cela dietro le pagine dei giornali in un subdolo raggiro al danno della VERA INFORMAZIONE.
Quello che volevo dire, è che di sicuro questa storia, girerà per i telegiornali per un mese MINIMO, perché i giornalisti non hanno NULLA DI MEGLIO DA DIRE, o meglio, lo avrebbero se non fossero obbligati a dire ciò che certi personaggi vogliono, facendo spostare la nostra attenzione su un fatto sicuramente grave, ma non certo grave come le condizioni in cui versa l'italia e l'economia mondiale (una crisi che, vedrete, sarà molto ma molto peggio di ciò che ognuno di noi possa immaginare...).
Per me, i giornalisti, specialmente quelli dei servizi dei vari telegiornali, sono più un danno che non un bene per la società.
Adesso salteranno fuori i plastici del Vespone, le interviste infinite dei sopravvissuti, e speciale di qui, speciale di là (NB, proprio adesso alla tv c'è uno speciale sull'accaduto). Basta.. Divenetrà la notizia del giorno per le prossime due settimane.... Se vi sembra giornalismo.. Rolling Eyes .

Fine OT


_________________________
Deus ex machina



Contenuto sponsorizzato

Re: Disastro all'Isola del Giglio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Dom Lug 23, 2017 6:47 am