Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

La rovina delle auto è il marketing

Condividere

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Orny60 il Gio Ago 25, 2011 8:43 pm

Promemoria primo messaggio :

L'"immagine" l'ha creata il marketing. Il muso "importante" (???), prominente, gonfio, come un personaggio tronfio di se stesso è opera del marketing. Poi dietro il nulla, come sulla Toyota Aigo o la Cotroën C1 che hanno il sedile anteriore dove di solito mettono il divano dietro. Però che muso "importante" e che plancia enorme, vuoi mettere??? Sembrano le caricature di edifici del cinema, dove la facciata è di cartone e dietro c'è il nulla. Però a vederle, vuoi mettere l'effetto?
Il marketing ha creato l'immagine "femminile" delle piccole Lancia. Risultato: nella Y c'è un cruscotto minuscolo al centro (tanto, le donne non lo consultano), dove solo l'indicatore del carburante è chiaro. Le Alfa (chissà perchè) devono pagare qualsiasi errore di valutazione: non hanno paraurti e la prima cosa che si appoggia davanti è lo scudettone. E si rovina subito.
Il marketing ha creato il "family feeling", concetto valido ma esasperato. Così tutte le auto di una medesima marca viste davanti sono uguali.
Il marketing non vuole che vengano evidenziate le caratteristiche tecniche, tanto, quello ch econta è l'apparenza della vettura. Via l'indicazione della cilindrata, non si può sapere il tipo di motore. E anche i dèpliant sono fatti a misura d'"immagine".
Il marketing ci vede come dei poveri idioti che si fanno abbacinare dall'"immagine".
E a momenti rischiano di mandare a mignottone anche l'Alfa Romeo, accusata di avere un "immagine" troppo maschile. E giù pubblicità tipo "io i gioielli li guido, non li indosso", dice la gnocca di turno. Con il risultato che un maschio serio si guarda bene dal comperare una Y o una Musa per non apparire finocchio!!
Ad ascoltare le paturnie mentali del marketing, si disegnano gli obbrobri tipo la Nissan joke o la Daihatsu Materia, veicoli che sembrano usciti dall'incubo di uno stilista.
Aveva ragione Michelotti quando diceva: "il cammello è un cavallo disegnato dal designer dopo una riunione di direttori".

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Orny60 il Ven Set 02, 2011 7:37 am

Altra cosa: oggi si una far rientrare in categorie quella ch eieri era definita la calandra. Naturalmente i termini sono in inglese, altrimenti non fa figo! Muso: smiley-face, angry face ecc....che vuol dire forntale "sorridente" con la presa d'aria fatta a forma di bocca con i bordi rivolti verso l'alto, (Peugeot e altre) oppure con fari a forma d'occhio aggressivo che nella notte sembra che uno da dietro ti stia guardando male (Alfa 159, BMW, specialmente), come se le prestazioni dipendessero dall'estetica del muso.
Questa è una delle tante prove che il marketing tratta i clienti come dei bambini dell'asilo. Sui fumetti per bambini lo scuola-bus ha il muso sorridente ed amichevole della zietta o della mammina, l'auto sportiva ha ilmuso con i denti aguzzi e i fari rivolti in basso come il teppista della gang di quartiere.
Che è una cosa talmente stucchevole, da provarne fastidio.
Richard Scarry, nelle tavole dedicate ai bambini, non ha mai disegnato lo scuola bus con la faccia sorridente. I veicoli erano veicoli, così come lo sono nella realtà. Il gorilla lo faceva andare sull'auto a forma di banana, ma rientrava nella logica del fumetto. Ed era una banana normale, a forma di banana, senza tante "smiley-face". Ma Scarry è una persona seria e di cultura!!!!
Poveri noi, se fossero ancora vivi Giacosa, Lampredi, Issigonis e Porsche, cosa direbbero????
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da VidiV il Ven Set 02, 2011 8:48 am

Orny, stai diventando il GURU di questo argomento.
Non esiste un solo punto sul quale non sia d'accordo con te.

Bhe, Giacosa , Lampredi, Issigonis (scusate, ma chi è? Smile ) e Porsche, ovviamente non sono tra noi, ma credo si stiano ampiamente rivoltando nella tomba.

Fortunatamente, esiste chi del marketing se ne fa un "baffo" o comunque non usa il marketing come vera e propria politica di vendita, ma lo sfrutta solo per pubblicità: la Dacia, ad esempio. Ok, con la pubblicità della Duster esagerano (oltre ad essere ingannevole, perché quella bella versione marroncina in pubblicità la pagate minimo 20k €!!), ma quanta pubblicità ha fatto alla Sandero? io manco la ricordo! Eppure ne girano un sacco. Non è bella, non è sportiva, non è lussuosa, non è ne giovane ne vecchia, non è di classe, eppure VENDE! Prezzo basso, ok, perché a 12k porti a casa la macchinina Full-Optional, ma almeno porti a casa la SOSTANZA, non il muso elaborato, i fari che curvano, il navigatore superminchiaturbopower con l'impianto audio a millemila watt!!


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
131A000
Utente Famoso: Livello 4
Utente Famoso: Livello 4

Maschile Messaggi : 2495
Punti : 2724
Reputazione : 105
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Normandia - Francia

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da 131A000 il Ven Set 02, 2011 10:27 am

Orny, hai descrito con molta precisione il punto 5 di chomski... Quello che fà di più incazzare a me, in quanto lo vedo usato quotidianamente, particolarmente da manager " di passaggio" che non sopportano che vengano contestate le loro decisioni a corto termine (buone per la loro carriera piuttosto che all'azienda).
Tutta sta gente che prende un aria paternalista e sdegnosa per spiegarti le cose buone per te mi fà vomitare...

Purtroppo ne siamo vittime in altri campi (pero' di minor impatto economico), ad esempio mi sta mollando il PC di casa, dovro' comprare maggiormente seguente l'avviso di un venditore (anche se sono 3 giorni che m'informo su internet di quanto possa corrispondere di più ai miei bisogni, e non è cosi immediato ma qualche domanda ben mirata, me la preparo sempre!).
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da karme70 il Ven Set 02, 2011 3:50 pm

Il Boss ha scritto:
Bhe, Giacosa , Lampredi, Issigonis (scusate, ma chi è? Smile ) e Porsche, ovviamente non sono tra noi, ma credo si stiano ampiamente rivoltando nella tomba.

!

Sir Alec Issigonis è il papà della mini....la prima vera mini dell'austin Wink


in merito a smiley -face angry -face ricordo
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da toivonen83 il Ven Set 02, 2011 5:10 pm

Caro Boss...bersaglio centrato ancora una volta! Basta vedere anche le punto classic come la mia che ancora vendono relativamnte tanto ed il fatto che la stessa Peugeot (marca che alterna capolavori ad autentici orrori) si sia rimessa a produrre la 206 (che vende pure a caro prezzo) solo dopo averla ritoccata un po'........
Il problema è che la gente non arriva a capire che non sempre è oro quel che luccica, che non sempre una cosa "perchè è nuova" è migliore. Per carità io non sono contro il progresso, anzi....ma contro il falso progresso si!
E' per questo che ripeto mi arrabbio per la faccenda delle bisarche di alcuni post fa che "deportano" all'est mezzi a parer mio superiori a molti altri di oggi. Ma mi chiedo io, (esperienza vista da vicino) come si fa a svendere 1 stilo del 2004 in condizioni da concorso per una Nissan Juke? (altro design disaster ad ad alto potere) con quel coso che sembra una rana con le ruote disegnata durante un consiglio di amministrazione con un abitacolo rachitico? Non ci arrivo! E dire che l'avrei voluta io la Stilo (peccato che non fosse alla portata per le mie tasche) e coì per 4 breccole pare sia finita in Bulgaria.....no comment!
avatar
pandino900
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Maschile Messaggi : 593
Punti : 636
Reputazione : 10
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 24
Località : Vicino Cagliari
Umore : vitreo

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da pandino900 il Ven Set 02, 2011 10:41 pm

volevo parlare un attimino dei paraurti delle auto: prendete quelli costruiti fino a metà anni 70, tutti in acciaio cromato, bellissimi ma al primo colpo era ruggine.. poi sono passati alla plastica, se si graffiano non succede nulla, nemmeno la noti se non a 1 metro di distanza, meno costosi dell'acciaio cromato. Poi hanno pensato di verniciarli, cioè non vi sembra un assurdità verniciare un oggettosuper esposto agli urti ( sapendo i costi di una riverniciatura dal carroziere), addirittura anche i fascioni paracolpi ai lati del para e delle fiancate.. Ok sono belli da vedere in tinta unita, ma non sarebbe molto più funzionale tronare al paraurti non verniciato come un tempo? Chi progetta le auto, i designer etc a questo non tengono conto?? pensano che tutti gli automobilisti siano super attenti e superdelicati nelle manovre?? secondo me no
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da toivonen83 il Ven Set 02, 2011 11:09 pm

Ecco qua! Lupus in fabula!
Il passaggio metallo-plastica-plastica venriciata è un perfetto esempio di progresso vero seguito da un progresso "fasullo"......fatto almeno in parte senza dare benefici e poi se un mezzo nasce ciospo non è certo una pittata a cambiarlo!
Lo stesso si può dire per le prestazioni dei motori. Va bene che le vetture sono più pesanti ma uno che se ne fa di 170 cavalli su un 2000? Credetemi, anche con 110 erogati da un bel motorone gradevole mi diverto e mi EMOZIONO!! Passiamo poi ai sequenziali? Con la coppia dei motori moderni basterebbero cambi con rapporti più lunghi per rendere la guida meno stressante (consumando meno). A parte che chi scrive adora l'automatico "confort" che fa da solo, stile 130. Quello è un viaggiare da signori....con qual bel fruscio .....e poi tutti sti attuatori comportano un peso maggiore e sono un rischio-anzi una certezza di poca affidabilità! Io prima di comprare una moto o una macchina faccio una cosuccia a cui forse pensiamo solo noi: la riparabilità!! Seguita dalla qualità dell'assistenza, reperibilità ricambi etc....alle auto (e moto) che DEVONO essere di un certo tono mi piace affezionarmi e vorrei non dover cambiare mai....salvo disgrassie o (spero) possibilità di avere più mezzi (magari!! ma già non mi manca nulla con Honda CBF e Punto -ovviamente Classic Full optional)

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Orny60 il Ven Set 02, 2011 11:17 pm

La Fiat, quando fece i paraurti in plastica, li fece grigi, così svolgevano la loro funzione. La moda di verniciare i paraurti è venuta ai tedeschi, perchè, secondo loro, fa più figo. Noi, da beoti, abbiamo subito seguito la moda, perchè l'Audi o la BMW con i paraurti verniciati in tinta vettura faceva un gran bel vedere.
Poco importava la praticità: tanto, in città uno gira con la Panda e la BMW non corre rischi. Inoltre, vuoi mettere l'immagine? Tutti sanno che un bel muso esposto si danneggia appena tocco un po'. E i costi del carrozziere vanno di pari passo con l'"immagine" del modello.
Bene: al beota questa cosa piace ancora di più, perchè vuol dire che LUI (il beota) può permettersi di pagare anche il conto salato del carrozziere (= esibizione di ricchezza tipica di quelli con la puzza sotto il naso).
Anche l'Alfa Romeo ha inseguito questa moda della protezione zero, specialmente dopo che lì'immagine del marchio è stata "femminilizzata".
Le ridicole protezioni oggi applicate e limitate ad una minuscola riga di gomma, sono più un elemento decorativo che protettivo.
C'erano in realtà anche ragioni tecniche dietro la scelta dei tedeschi. In pratica, a differenza di noi che all'epoca eravamo più avanti in questo settore, non riuscivano a produrre un paraurti che non subisse nel tempo le inevitabili marezzature dovute agli ultravioletti e ai cicli termici con affioramento della fibra di vetro. Così il paraurti, verniciato, non subiva alterazioni cromatiche.

P.S.: i paraurti cromati erano montati per lo più sulle utilitarie. Quasi tutte le auto medie montavano invece paraurti in acciaio inossidabile (Alfa Romeo per esempio) che non faranno ruggine nemmeno tra 2000 anni! L'Alfa, inoltre, montava anche le cornici delle guarnizioni dei cristalli in acciaio inox, mentre le BMW del medesimo periodo montavano quelle in plastica cromata che con il tempo ingiallivano e diventavano di un orribile marron scuro.

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Manolete il Sab Set 03, 2011 3:50 am

C'è una via di mezzo ai paraurti in plastica verniciata o no: prendete quelli delle Uno seconda serie SX , Tipo/Tempra SX e Croma I prima serie restyling (1989-91), Croma I seconda serie (1992-6). La parte esposta agli urti non era vernicaiata mentre la parte inferiore sì. Erano belli e funzionali allo stesso tempo.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da karme70 il Sab Set 03, 2011 8:48 am

Ha ragione Orny.....c'è già una contraddizione in termini nel chiamarlo paraurti e poi verniciarlo.....cosa deve parare? cosa deve proteggere se il primo a danneggiarsi in modo costoso è proprio lui?


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Orny60 il Sab Set 03, 2011 11:34 am

karme70 ha scritto:Ha ragione Orny.....c'è già una contraddizione in termini nel chiamarlo paraurti e poi verniciarlo.....cosa deve parare? cosa deve proteggere se il primo a danneggiarsi in modo costoso è proprio lui?
La risposta viene proprio dal marketing!! Il messaggio che i markettari vogliono indirettamente dare è:" il cliente della nostra auto è benestante, non ha problemi a far riparare il paraurti da danni certamente causati da terzi. Lui, il proprietario nostro cliente, è troppo bravo per causare anche solo un piccolo danno. Chi compera un'auto come la nostra non è uno qualsiasi. Può permettersi cose che voi, automobilisti comuni con il paraurti che serve a parare gli urti, non potete permettervi e forse nemmeno capire."


Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Orny60 il Sab Set 03, 2011 11:53 am

Cosa vuol dire "auto importante", concetto tanto caro al marketing? Che devo averne soggezione a guardarla? Che chi non è un VIP non può, non dico guidarla, ma nemmeno salire a bordo? Che se infilo la chiave e non sono un personaggio "importante" non si apre la portiera? Che quando la strada è chiusa arriverà qualcuno che, con un sorriso riverente e devoto, mi farà passare davanti a tutti? Vuol dire questo "auto importante"???
Per me, invece, è importante, per fare un esempio di casa nostra, la Ritmo che ha dato molto di più al progresso tecnico dell'automobile che non tante auto dai musi gonfiati, stile attrice non più giovane dopo 10 interventi del chirugo estetico!! E la persona che la guida può essere realmente e concretamente molto più importante, anche se è un perfetto sconosciuto, di personaggi cosiddetti "importanti" a bordo di auto "importanti". La Regina Elisabetta può viaggiare in una Rolls-Royce ed essere come tutti noi. Ma lì non si parla di "importanza", ma di regalità che è tutt'altra cosa.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da karme70 il Sab Set 03, 2011 9:29 pm

cosa vuoi Orny ..in questa società ormai tutto deve avere la versione "importante" : lo fanno per le auto, lo fanno per gli orologi, per le mutande, per i profumi....probabilmente perchè c'è tanta di quella gente importante in giro che la roba normale non la compra più nessuno. E 'anche se non sono importanti (magari campano coi soldini di mamma perchè altrimenti starebbero sotto un ponte) si devono sentire lo stesso importanti e circondare di tutte queste "minchiate" importanti a costo di accendere il ventesimo mutuo (che paga mamma) . Il valore delle persone non si calcola più in base a correttezza, educazione , cultura, sensibilità....solo in base a quello di "importante" che puoi sfoggiare. Non stupiamoci poi se quelli del grande fratello in una sera guadagnagno quello che portiamo a casa in un mese.....e non sarebbero neanche buoni per zappare la terra (con tutto il rispetto che ho degli agricoltori )


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Contenuto sponsorizzato

Re: La rovina delle auto è il marketing

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Set 23, 2017 10:00 pm