Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Quando il nazionalismo non era un reato

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Dom Ago 14, 2011 12:22 am

Oggi su di un vecchio quattroruote dell'81 ho trovato questa pagina pubblicitaria
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Interessante lo specchietto in basso a destra e lo slogan.......Non credo che nessuno dei nostri "amati" politici, che oggi hanno dato ennesima prova del loro egoismo non privandosi di nessun privilegio e che non riescono a viaggiare se non in Audi, non avesse nell'81l'età per leggere e comprendere quello che c'era scritto

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

A quanto pare l'industria italiana alla fine è rimasta a piedi...ma visto che proprio i nostri rappresentanti dovrebbero dare il buon esempio ma neanche sulla scelta dell'auto lo sanno dare direi che un bel LAZZARONI stia loro proprio bene!!


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

MagoGalbusera
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 534
Punti : 587
Reputazione : 18
Data d'iscrizione : 18.08.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da MagoGalbusera il Dom Ago 14, 2011 7:56 am

L'industria italiana sarà anche rimasta in piedi (a proposito di piedi, belle ciabatte), ma solo grazie all'auto dei contribuenti e credo anche all'aumento del debito pubblico. Però pensa che lancia è diventata fiat in tutti i sensi quindi ne esiste solo il marchio e non la filosofia. Alfa Romeo anche, Ferrari è diventata fiat ma forse ha mantenuto il suo modus più indipendente, innocenti e de tomaso non esistono più e forse la seconda era più argentina che italiana e maserati non ricordo più se è rimasta in italia, ma qui dovete aiutarmi voi. Non so di che anno sia questa rivista, ma mi chiedo perchè non ci fosse la lamborghini.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Dom Ago 14, 2011 8:45 am

Praticamente già all'epoca della pubblicazione Lancia non esisteva più da almeno nove anni! Ormai di modelli lancia 100% non ne producevano più almeno dal 76, anno in cui uscì di scena la Fulvia coupè, ma l'ingresso di Fiat risale al 72. L'alfa navigava in bruttissime acque per via del fatto che il progetto Giulietta del 77 sfruttava la maggiorparte delle componenti della sorella maggiore Alfetta....e cercare di fare un auto leggermente più economica sfruttando parti costose è fallimentare dall'inizio! E' come se la Fiat per la 131 avesse utilizzato componenti della 130. Per fortuna è arrivata la 33 a rinnovare i fasti dell'alfasud con una carrozzeria molto più affidabile .
L'Innocenti invece non ha saputo sfruttare l'asso nella manica rappresentato dalla mini 90. Poteva essere la vera erede di Mini e 126 insieme ma scelsero di assemblarla con lamierati già arrugginiti!!!!! Vi ricordate come si sgretolavano?????


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3421
Punti : 3708
Reputazione : 169
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da nico131 il Dom Ago 14, 2011 9:16 am

Ho passato la scorsa settimana in vacanza in un Camping sul litorale Veneto, la presenza era formata per il 90% da Tedeschi, Austriaci e Svizzeri e indovinate quante auto di marca Italiana ho visto con quelle targhe????? Indovinato.... nemmeno UNA!!!!!!!!!! Evil or Very Mad
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Dom Ago 14, 2011 9:22 am

Nic credo che se il 90 % dei campeggiatori fosse stato italiano il risultato non sarebbe cambiato di molto Laughing Ormai di Bmw audi e mercedes i maggiori consumatori siamo noi


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Sab Ago 20, 2011 2:39 am

nico131 ha scritto:Ho passato la scorsa settimana in vacanza in un Camping sul litorale Veneto, la presenza era formata per il 90% da Tedeschi, Austriaci e Svizzeri e indovinate quante auto di marca Italiana ho visto con quelle targhe????? Indovinato.... nemmeno UNA!!!!!!!!!! Evil or Very Mad

Io stasera ho visto una Multipla con targa tedesca. Un avvenimento! Laughing

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Sab Ago 20, 2011 2:48 am

karme70 ha scritto:Nic credo che se il 90 % dei campeggiatori fosse stato italiano il risultato non sarebbe cambiato di molto Laughing Ormai di Bmw audi e mercedes i maggiori consumatori siamo noi

Senz'altro. è anche vero che Fiat ultimamente (a mio giudizio) è l'ombra di sé stessa: sopra la Bravo non c'è nulla (a parte uno pseudo suv americano) e con le utilitarie vivacchia con auto tutt'al più ristilizzate anni fa (Punto Evo).

Per non parlare di Lancia: dopo la Lybra c'è stato (e c'è tuttora) il vuoto e la nuova Delta non è certo un primo premio di bellezza. E la situazione sta peggiorando: ora le prossime Lancia saranno Chrysler con un marchio diverso.

In entrambi i casi gli investimenti nei due brand sembrano nulli (dài, non ditemi che mettere un marchio italiano su modelli americani costi molto, non si sono presi neanche la briga di cambiare qualche lamierato!). Marchionne pensa di fare "le nozze con i funghi" come si dice da noi, il recente tonfo in borsa dovrebbe farlo riflettere...


MagoGalbusera
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 534
Punti : 587
Reputazione : 18
Data d'iscrizione : 18.08.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da MagoGalbusera il Sab Ago 20, 2011 7:21 am

Che peccato per la fiat, ma bisognava immaginarselo che se prendi auto americane fai fatica a venderle ai clienti fidelizzati fiat, e quelli che già prima non se la filavano ora non vanno certo a prendere delle simili porcherie. Parlando della borsa invece, ormai è meglio non avere investimenti ed è meglio anche non avere soldi in banca. O mattone, o opere d'arte oppure oro e in contanti pochi spiccioli.
C'è chi dice che l'euro è agli sgoccioli e che si fa? Si torna alla lira? Boh? Si parla di 2012 con euro già morto e sepolto e Italia fallita come anni fa l'Argentina.
Staremo a vedere, ma nel frattempo cerchiamo di cucirci le tasche.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Sab Ago 20, 2011 7:50 am

Manolete da noi si dice "nozze con i fichi secchi" che rende di più l'idea Very Happy I funghi sono anche troppo pregiati per marchionne!! Laughing Io ho fatto la seguente riflessione:
- per prima cosa era inevitabile che Lancia cedesse il settore di lusso. Gli ultimi modelli non sono andati bene e continuare a farsi concorrenza in casa quando c'è alfa che vende bene sul settore medio alto non ha più senso! A questo punto lasciare ad Alfa il settore sportivo e medio alto, lasciare a Fiat il ruolo per l'utilitaria "riempi pista" + buoni fuoristrada e fare una buona media in casa Lancia e spingerla bene! Se andava bene con la media si poteva tentare un nuovo approccio al settore di lusso. DItemi che senso aveva fare musa e in contemporanea il doppione idea!!! Piuttosto sviluppate un nuovo settore in fiat..che so...fuoristrada vista la richiesta!
- secondo, non escludo che la scelta di italianizzare qualche americana possa avere successo per due motivi: le americane hanno un discreto livello di affidabilità e l'affidabilità era una cosa che mancava alle grosse Lancia (vedi componenti elettronici dalla Thema in avanti). Inoltre dato che a molti utenti italiani megalomani interessano solo le dimensioni dell'auto (basti vedere il numero di suv che circolano.....sempre più grandi in senso inversamente proporzionale al pisellino del proprietario ) magari è la volta buona che si sentono capiti e appagati e comprano la Lancia americana


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da VidiV il Sab Ago 20, 2011 10:20 am

Per primissima cosa rispondo al Mago: Maserati è sotto mamma Fiat Very Happy .
Di fatti, molti componenti come pulsanti e roba varia, sono interscambiabili tra Ferrari e Maserati Cool . Ad esempio la meravigliosa 8C Competizione (Auto veramente da sogno) è tutta su base Maserati, motore compreso, se non erro Wink (a tal porposito vi rimando al video girato dalla BBC sulla 8C Competizione nel famoso programma TOP GEAR, [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]).
Strano davvero che non ci sia la Lamborghini nell'immagine proposta da Karme! Come mai? Non ne ho idea....



_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
rama
Utente Famoso: Livello 5
Utente Famoso: Livello 5

Maschile Messaggi : 2890
Punti : 3051
Reputazione : 184
Data d'iscrizione : 04.05.11
Età : 59
Località : Gorizia
Umore : ottimista

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da rama il Sab Ago 20, 2011 11:03 am

La Lamborghini ora è Audi. Probabilmente sulla pagina a pagamento del giornale sono rappresentate solo le auto del gruppo Fiat e all'epoca la Lambo era ancora indipendente.
avatar
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1850
Punti : 2421
Reputazione : 199
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 34
Località : Barletta

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da michele131cl il Sab Ago 20, 2011 1:28 pm

MagoGalbusera ha scritto:Che peccato per la fiat, ma bisognava immaginarselo che se prendi auto americane fai fatica a venderle ai clienti fidelizzati fiat, e quelli che già prima non se la filavano ora non vanno certo a prendere delle simili porcherie. Parlando della borsa invece, ormai è meglio non avere investimenti ed è meglio anche non avere soldi in banca. O mattone, o opere d'arte oppure oro e in contanti pochi spiccioli.
C'è chi dice che l'euro è agli sgoccioli e che si fa? Si torna alla lira? Boh? Si parla di 2012 con euro già morto e sepolto e Italia fallita come anni fa l'Argentina.
Staremo a vedere, ma nel frattempo cerchiamo di cucirci le tasche.

La Fiat Freemont ha ricevuto 18000 ordini e la nuova Y 20000 ordini

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Mi sembrano numeri di tutto rispetto!
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da VidiV il Sab Ago 20, 2011 4:34 pm

Si, senza dubbio. Forse ha ragione Karme: in una italia dove tutti vogliono i macchinoni grossi all'americana, forse non è poi così male che il gruppo fiat abbia fatto dei modelli chrysler a "misura di italiano" Wink.


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Dom Ago 21, 2011 2:41 am

Il Boss ha scritto:in una italia dove tutti vogliono i macchinoni grossi all'americana, forse non è poi così male che il gruppo fiat abbia fatto dei modelli chrysler a "misura di italiano" Wink.

Vorrei sapere quante ne hanno vendute ai privati e quante alle cosidette "flotte aziendali". Perché per le seconde il requisito fondamentale è avere un prezzo competitivo. E vorrei anche vedere che non lo fosse, le linee di produzione del Freemont/Journey sono ampiamente ammortate nell'investimento.
Quanto alla nuova Y, considererei anche "l'effetto novità".

Ad ogni modo io con la Fiat attuale ho chiuso. Si tengano pure i loro elettrodomestici globalizzati. Altro che progresso.

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Dom Ago 21, 2011 3:03 am

karme70 ha scritto:
- secondo, non escludo che la scelta di italianizzare qualche americana possa avere successo per due motivi: le americane hanno un discreto livello di affidabilità e l'affidabilità era una cosa che mancava alle grosse Lancia (vedi componenti elettronici dalla Thema in avanti). Inoltre dato che a molti utenti italiani megalomani interessano solo le dimensioni dell'auto (basti vedere il numero di suv che circolano.....sempre più grandi in senso inversamente proporzionale al pisellino del proprietario ) magari è la volta buona che si sentono capiti e appagati e comprano la Lancia americana

La Thema (quella vera) non era male come finiture, anzi. Un mio conoscente ha una Turbo DS prima serie che ha largamente passato i 600000. Le K non erano certo belle, ma chi ha avuto le "seconda serie" non se ne lamentava. Il problema era semmai il primo motore 2,4 TD. La Thesis era un progetto semplicemente troppo ambizioso, realizzato con quello che si aveva in casa al momento (che non era molto, viste le condizioni economiche in cui versava il gruppo Fiat).
Inoltre la auto americane non hanno MAI brillato né per affidabilità né per finiture, per non parlare delle prestazioni. Se mai qualcuno comprerà queste Chrysler con un altro marchio sarà per un mero calcolo economico, non certo per passione. Credete che riproporre dei mezzi flop (sul mercato europeo) con lo stemma Lancia cambierà qualcosa? Saranno usate come auto aziendali usa e getta, non illudetevi.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Lun Ago 22, 2011 8:26 am

Proprio per questo puntano sulla megalomania degli italiani..che così si sentiranno un pò più americani! Sabato ho visto il mio primo freemont circolante


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
michele131cl
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1850
Punti : 2421
Reputazione : 199
Data d'iscrizione : 09.09.09
Età : 34
Località : Barletta

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da michele131cl il Lun Ago 22, 2011 12:57 pm

Manolete ha scritto:

Ad ogni modo io con la Fiat attuale ho chiuso. Si tengano pure i loro elettrodomestici globalizzati. Altro che progresso.

Non è che la concorenza sia tanto diversa...
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21093
Punti : 22273
Reputazione : 372
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 47
Località : Trento

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da karme70 il Lun Ago 22, 2011 1:03 pm

Manolete ha scritto: Inoltre la auto americane non hanno MAI brillato né per affidabilità né per finiture, per non parlare delle prestazioni. Se mai qualcuno comprerà queste Chrysler con un altro marchio sarà per un mero calcolo economico, non certo per passione. Credete che riproporre dei mezzi flop (sul mercato europeo) con lo stemma Lancia cambierà qualcosa? Saranno usate come auto aziendali usa e getta, non illudetevi.

Attenzione però: in America, in USA nello specifico, hanno delle associazioni di consumatori che fanno pelo e contropelo ai prodotti che vengono venduti sul territorio nazionale e sono molto più critici e attivi delle nostre associazioni consumatori. Difetti sull'elettronica come hanno avuto nostre vetture anni 80 o infiltrazioni di gas di scarico non sarebbero mai state tollerate....


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da toivonen83 il Lun Ago 22, 2011 5:09 pm

E' vero, sono molto attenti negli usa e getta......personalmente non mi dispiacciono queste lancia "cosmopolite", specie la flavia che mi sembra ben proprzionata, di linea pulita e ben fatta......
Quello che bisogna temere è l'ASSENZA di prodotti in certe fasce di mercato e le carenze nella rete di vendita vicina e lontana.....

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Mar Ago 23, 2011 1:25 am

karme70 ha scritto:
Manolete ha scritto: Inoltre la auto americane non hanno MAI brillato né per affidabilità né per finiture, per non parlare delle prestazioni. Se mai qualcuno comprerà queste Chrysler con un altro marchio sarà per un mero calcolo economico, non certo per passione. Credete che riproporre dei mezzi flop (sul mercato europeo) con lo stemma Lancia cambierà qualcosa? Saranno usate come auto aziendali usa e getta, non illudetevi.

Attenzione però: in America, in USA nello specifico, hanno delle associazioni di consumatori che fanno pelo e contropelo ai prodotti che vengono venduti sul territorio nazionale e sono molto più critici e attivi delle nostre associazioni consumatori. Difetti sull'elettronica come hanno avuto nostre vetture anni 80 o infiltrazioni di gas di scarico non sarebbero mai state tollerate....

...ma auto che prendevano fuoco (diversi pick-up e fuoristrada GM) o che non tenevano la strada (GM e Ford) sì! Cercate i report dell'NHTSA, se siete curiosi.

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Mar Ago 23, 2011 1:29 am

michele131cl ha scritto:
Manolete ha scritto:

Ad ogni modo io con la Fiat attuale ho chiuso. Si tengano pure i loro elettrodomestici globalizzati. Altro che progresso.

Non è che la concorenza sia tanto diversa...

Dove ho detto che la concorrenza fa auto migliori?! Quando dico "si tengano" intendo qualsiasi costruttore di auto-elettrodomestico. Wink

Io stesso non sostituirò più la mia moderna ('05) con un'altro elettrodomestico nuovo. Ha attualmente 185000 km e non vale più niente ma me la tengo fino alla fine (o meglio, finché le riparazioni non costeranno più dell'auto).


Ultima modifica di Manolete il Mar Ago 23, 2011 1:39 am, modificato 1 volta

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Mar Ago 23, 2011 1:35 am

toivonen83 ha scritto:E' vero, sono molto attenti negli usa e getta......personalmente non mi dispiacciono queste lancia "cosmopolite", specie la flavia che mi sembra ben proprzionata, di linea pulita e ben fatta......

C'è un errore di fondo. Non è una Lancia, è una Chrysler Sebring con marchio Lancia. Ma il resto è vero: la Chrysler Sebring è tra le americane più "europee" nella linea.
avatar
toivonen83
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 712
Punti : 731
Reputazione : 2
Data d'iscrizione : 20.05.11
Località : GENOVESATO EST
Umore : SERENO VARIABILE

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da toivonen83 il Mar Ago 23, 2011 7:46 am

Se posso Manolete ti quoto al 100% quando dici che le auto di oggi in genere sembrano elettrodomestici specie dove ti vogliono propinare accessori inutili (vedi eccesso di elettronica) e linee che sembrano essere uscite fuori dalle visioni di un tossicodipendente assumendo forme tipo smorfie o scatole da scarpe postmoderne (vedi certe toyota che sembrano TOPI con le ruote e, ho visto i casi di amici e parenti, ben lontante dalla tanto idolatrata affidabilità nipponica....)

Manolete
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 652
Punti : 655
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 08.12.10

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Manolete il Mer Ago 24, 2011 3:50 pm

Ma non è solo una questione di linee (che le fanno sembrare spesso frigoriferi giganti), è anche un problema di affidabilità. Ci sono componenti che sono progettate per non durare più di 6/7 anni o 180000 km: il dover cambiare pezzi importanti e costosi od il sommarsi di piccoli intervanti dopo tale età spinge il 99% degli utenti a cambiare l'auto arricchendo questa filiera che ripropone sempre gli stessi modelli rivisti spesso in peggio proprio dal punto di vista dell'affidabiltà. Prendi due casi di automobili che hanno fatto la storia dell'auto seria ed affidabile: Mercede-Benz e Toyota: ora sono al livelli di qualsiasi altro produttore mentre venti anni fa le loro auto erano un gradino sopra a tutti. Ma ora che il nostro sistema produttivo si è inchinato a quello che non è neanche più "consumismo", ma è l'"idiozia nel consumo" (di cui i grandi precursori sono i sacchetti di plastica usa-e-getta), anche loro si sono dovuti adeguare. Non serve infatti fare auto (o qualsiasi oggetto) che funziona ottimamente nel tempo ma non si vende, pena l'uscita dal mercato e la "morte" dell'azienda.
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3421
Punti : 3708
Reputazione : 169
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da nico131 il Mer Ago 24, 2011 8:53 pm

Già la manutenzione "ordinaria" ai giorni nostri ti spinge già a cambiare auto.... Provate a vedere quanto costa cambiare una cinghia di distribuzione di un' auto media con 4 o 5 anni di vita e che in media ormai vale poco o niente??? affraid

Contenuto sponsorizzato

Re: Quando il nazionalismo non era un reato

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Nov 18, 2017 2:42 pm