Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

L'importanza della patente

Condividere
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

L'importanza della patente

Messaggio Da karme70 il Sab Ago 13, 2011 7:59 am

Oggi la patente di guida è un fatto scontato per tutti i diciottenni....almeno ai miei tempi la si considerava un regalo dei genitori, un grande regalo anche se costava moooolto meno di ora. Un tempo nn era un fatto così scontato, anzi, per la maggiorparte delle persone veniva conseguita solo in caso di necessità. Il mio bisnonno aveva la patente solo perchè era commerciante e la 501 serviva come strumento di trasporto per il negozio. Le auto erano poche, costose e non erano così facili da utilizzare. Mia nonna mi raccontava che ogni volta che l'auto veniva messa in rimessa veniva svuotato l'impianto di raffreddamento e quando la si utilizzava veniva reimmesso il liquido preriscaldato!!!! Questo per ribadire che avere la patente era quasi più un impegno che un piacere! Mi ricordo che un mio zio, classe 1920 o giù di lì, la patente l'ha conseguita in periodo di guerra e prendeva l'auto e la guida mooooolto seriamente! Quando ci portava in auto bisognava stare tutti ai propri posti in rigoroso silenzio e lui guidava in un modo che sembrava stesse pilotando un aereo!!!! Tutto impettito, volante ben stretto, massimo 70 Km orari e spesso faceva dei giri che a suo dire facevano risparmiare molti Km ........e poi magari ne faceva il doppio. Anche mio papà lo ricordo mooolto concentrato alla guida ma non per vezzo, per necessità! A causa di un disturbo oculare era obbligato a portare delle lenti correttive a contatto molto rigide e al minimo spostamento creavano disturbi notevoli rischiando di compromettere tutto il piacere della guida. Quindi rimaneva molto fermo, concentrato e noi cercavamo di fare molta attenzione a non disturbarlo........
Voi che ricordi avete dei patentati di allora?????


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

MagoGalbusera
2000 Volumex : Fate largooo!!
2000 Volumex : Fate largooo!!

Messaggi : 534
Punti : 587
Reputazione : 18
Data d'iscrizione : 18.08.10

Re: L'importanza della patente

Messaggio Da MagoGalbusera il Sab Ago 13, 2011 9:56 pm

Anche mio nonno era del 1920. Ha preso la patente non so quando, ma ricordo che mi raccontava di quando ha preso per la prima volta una macchina aziendale (una 500) e doveva andare a fare delle commissioni: non aveva più guidato un gran che da quando aveva preso la patente tant'è che non si decideva mai a partire per immettersi sulla statale dal cancello dell'azienda nonostante il poco traffico di allora. Credo fossero i primi anni 70 o i 60 addiritura.
Ho visto anche uno speciale su sky (mi pare "noi e l'automobile") e mi aspettavo un documentario fatto adesso e invece era un girato degli anni 60. E' stato molto interessante e rendeva bene l'idea dell'approccio che aveva la gente dell'epoca con la patente e l'automobile. Alcuni facevano gli spacconi, altri non volevano far guidare le donne, alcune donne invece sembravano le capette di un movimento femminista e dichiaravano che il loro sesso era meglio di quello maschile alla guida. Una signora ha detto qualcosa tipo che "se avesse un'auto potente come ad esempio la 1500..." e un'altra ha detto che avrebbe voluto la 1500, quindi credo che fosse molto in voga.
Gente diversa con opinioni e idee diverse fra loro, ma soprattutto un'ottica tanto diversa dalla nostra che però erano accomunate da quella ingenuità di chi ha a che fare con qualcosa di nuovo e cerca di dimostrarsi dotto e disinvolto con quel qualcosa di tanto moderno da farli sentire grandi.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: L'importanza della patente

Messaggio Da karme70 il Sab Ago 13, 2011 11:40 pm

Bravo, hai reso in pieno l'idea di quello che volevo intendere.....c'era, nel caso dello spaccone o del pauroso, l'atteggiamento del cercare di rapportarsi con una situazione nuova e in qualche modo di superare la paura .......ormai auto e patenti sono così scontate che nessuno si preoccupa minimamente dell'atteggiamento che dovrà adottare.....ci sono e basta, come il frigorifero o la televisione


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Contenuto sponsorizzato

Re: L'importanza della patente

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Lun Set 25, 2017 10:42 pm