Made In Fiat

Ciao! Hemm, scusa il disturbo, è che volevo darti il benvenuto nel nostro piccolo forum!

Siamo felici che tu sia riuscito a trovarci e saremmo ancora più felici se tu volessi unirti a noi per condividere la tua passione per le storiche vetture FIAT!

A già, dimenticavo, sappi che per poter visualizzare alcune immagini, si deve obbligatoriamente essere registrati (per questioni di privacy, sai....)

Questo è uno spazio libero e gratuito, e TUTTI sono i benvenuti, anche tu!!
E allora, vuoi essere dei nostri? Bene!! Che aspetti?? REGISTRATI!

Clicca su "Connessione" per raggiungere i forumisti (solo se già registrati);
Clicca su "Registrazione" per entrare a far parte del Forum;
Clicca su "Non esporre più" per eliminare questa finestra.

PS: Puoi anche accedere usando il tuo account di Facebook, tramite l'apposito pulsante!

ATTENZIONE!
Una volta inoltrata la richiesta di registrazione, vi preghiamo di mandare una mail a - amministrazione@madeinfiat.net - con scritto: CONFERMARE REGISTRAZIONE DI (NOME UTENTE)!
Se tale mail non dovesse arrivare, l'account NON verrà attivato.

Dimenticavo, se poi non ti registri, noi certo non c'è la prendiamo, però se ci trovi interessanti, spargi la voce! Almeno questo piccolo favore c'è lo potresti fare, vero ?? Wink

CIAO!
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Welcome at the forum on Fiat sedans from 1960 to 1980!
Click on "Connessione" to reach the forums,
Click on "Registrazione" to join the Forum,
Click on "Non esporre più" to eliminate this window.

You can also access your account through Facebook, using the appropriate button!
Made In Fiat

Il forum dedicato a tutti gli appassionati, possessori, simpatizzanti e innamorati delle auto FIAT!

FIAT: Chi la ama .... si iscrive qui!
Forum dedicato alla memoria di E. Lorenzoni
Si avvisano gli utenti e i visitatori, che, in caso di problemi di qualsiasi natura, è disponibile un indirizzo mail per aiutarvi; scrivete a sos@madeinfiat.net ! faremo il possibile per rispondere quanto prima al vostro quesito!
Informiamo i gentili visitatori, che per motivi di privacy non sarà possibile visualizzare foto o link all'interno degli argomenti. Per una visione totale dei contenuti, basta registrarsi al Forum. (operazione del tutto gratuita)
...Il forum vive dell'amore, del tempo e della passione che tutti NOI gli dedichiamo....
Siamo piccoli, ma noi di MADE IN FIAT, pensiamo in GRANDE!
Onde evitare doppioni dei post, e per tenere sempre efficiente ed ordinato il forum , vi preghiamo di usare la funzione RICERCA AVANZATA. Grazie.
Il tuo viaggio nel forum COMINCIA QUI!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su FACEBOOK! Clicca "Mi Piace" e seguici sul famoso Social Network. Ti aspettiamo!
Ora, Made in Fiat, lo trovate anche su Google+! Fai "+1" sulla nostra pagina social di Big G! A presto!

Made in Fiat ci piace!

Pubblicità

Link Amici

Di seguito, i nostri siti amici!

REGISTRO FIAT
REGISTRO FIAT ITALIANO

MILLECENTO CLUB

RITMO CLUB

G.A.S. CLUB
Club Gorizia Automoto Storiche

X1/9 CLUB
Club Nazionale X1/9

KADETT.IT
KADETT.it

T.E.A.M.S. FRIULI
Team Epoca Auto Moto Sport Friuli
LA SERIE PICCOLA

Pubblicità

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Genealogia delle berline FIAT

Condividere
avatar
nico131
Utente Famoso: Livello 6
Utente Famoso: Livello 6

Maschile Messaggi : 3412
Punti : 3702
Reputazione : 166
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 43
Località : Vigliano Bilellese
Umore : Altalenante

Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da nico131 il Ven Set 18, 2009 11:04 pm

Promemoria primo messaggio :

Vorrei esporre a tutti gli amici del forum un mio pensiero su quale è stata l' evoluzione delle berline Fiat negli anni, e vedere se è condivisa da tutti gli altri, partendo dai primi anni '30 ad oggi. Lasciando stare le auto dei primordi come 514-509 e via via che tra l' altro non si può dire che nonostante gli ottimi quantitativi di vendita non si possono dire propriamente popolari secondo me l' evoluzione dei modelli parte dalla Fiat 508 Balilla che è stata la prima Fiat di classe medio-alta a larga diffusione... ecco la mia classifica:
508 Balilla-1100E (musone)
1100E-1100/103
1100R-124
124*-131
Dopo la 131 la Fiat secondo me ha fatto un passo indietro, proponendo come sua sostituta la Regata che io considero semplicemente una Ritmo con la coda,e per giunta di qualità inferiore alla Ritmo.. Neutral Anche con la Tempra secondo me la Fiat non ha tenuto fede alla classe delle sue progenitrici, e la più degna erede può considerarsi la Marea che come dimensioni, qualità e classe rispecchia in gran parte la mia idea di berlina di classe media. Ora quel posto è stato preso dalla nuova Croma, che è un' ottima auto, e spero vivamente che la Fiat del nuovo corso sappia rispettare l' immagine di auto da famiglia, robusta,ben rifinita e con ottimi motori che negli anni passati ha fatto la sua fortuna, e che la gente ricorda ancora adesso con passione e affetto.
*P.S.
Alla fine degli anni '60 entra in produzione la 128 che rivoluziona il concetto di auto da famiglia in casa Fiat e molti clienti la preferiscono alla 124 essendo la 128 quasi di pari cilindrata ma offrendo un concetto nuovo e vincente di auto moderna e con qualità di spazio ed economia fin' ora sconosciuta alla clientela di quella classe di cilindrata, comunque la 128 rimane anche nelle versioni successive in un segmento inferiore rispetto alla 124 e 131 e si evolverà poi nella Ritmo, nella Tipo e via via... rabbit
Nella classe superioore, cioè quella di alta gamma l' evoluzione per me è questa:
Fiat 1500 (anni '30/40)-1400/1900 (anni '50)
1400/1900-1300/1500/1800/2300(anni'60)
1300/1500/1800/2300-125
125-132
132-Argenta
Argenta-Croma
Croma-Marea
Marea-Croma (nuova)
Insomma penso di aver stilato una classifica che rispetta la quasi totalità della produzione... a voi un giudizio!! cheers

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Lun Gen 18, 2010 8:31 am

Che la Giulia fosse di un segmento inferiore alla 125 Special non è affatto vero!
La 124 era già al suo nascere meno veloce della Giulia 1300 che faceva 160 mentre la 124 1200 si fermava a 142.

la 124 Special fu creata come contraltare alla Giulia 1300 TI.

Che per classe ed eleganza la Giulia Super non fosse all'altezza di una 125 Special, è un 'opinione molto, ma molto (e sottolineo molto) discutibile. Di sicuro la 125 Special non aveva la raffinatezza meccanica di una Giulia, che era leader del segmento per prestazioni.
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da karme70 il Lun Gen 18, 2010 10:27 am

quoto Orny..la 125 all'epoca era ben rifinita (sempre meno dell Fulvia comunque) ma la giulia era un pò oltre...sia per raffinatezza meccanica che per classe...ricordiamo che, inoltre, le alfa anni 60 erano di fattura molto migliore....e la giulia è la macchina più rimpianta dalle forze del'ordine


Ultima modifica di karme70 il Lun Gen 18, 2010 10:39 am, modificato 1 volta


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Lun Gen 18, 2010 10:35 am

Dirò di più: non è vero che l'Alfa Romeo fece la 1750 in risposta alla 125 Special. La risposta dell'Alfa Romeo alla 125 Special fu la Giulia 1600 S, come si legge in un recente articolo su Automobilismo d'Epoca dedicato proprio a quella Giulia in particolare.
La 1750 fu messa in listino per occupare un segmento più alto in attesa dell'Alfetta, dopo che era stata tolta la vecchia berlina 2000 che non piaceva ai clienti Alfa.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Lun Gen 18, 2010 10:39 am

L'Alfa 1750 e la successiva 2000 (che aveva la stessa carrozzeria) furono in realtà la risposta alle BMW della Neue Klasse (1800 e 1800 TI, 2000, 2000 TI, 2000 tilux e 2000 tii).
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da karme70 il Lun Gen 18, 2010 10:40 am

notevole il contributo di Orny che è sempre molto sensibile all'aspetto storico [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da karme70 il Lun Gen 18, 2010 10:45 am

Orny60 ha scritto:L'Alfa 1750 e la successiva 2000 (che aveva la stessa carrozzeria) furono in realtà la risposta alle BMW della Neue Klasse (1800 e 1800 TI, 2000, 2000 TI, 2000 tilux e 2000 tii).

Orny ti ricordi a col de piana che controsterzi col 1750??? [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Ghibliks
3200cc : La sostanza, innanzitutto!
3200cc : La sostanza, innanzitutto!

Maschile Messaggi : 1098
Punti : 1213
Reputazione : 16
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 37
Località : Pinerolo (TO)
Umore : Sempre allegro!

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Ghibliks il Mar Gen 19, 2010 3:49 am

Non sono d'accordo.

Talvolta, ho scritto io assieme a degli amici appassionati di auto storiche, in particolare FIAT, perchè riviste come ruoteclassiche ed Automobilismo d'epoca le screditano puntualmente invero.

La fiat 125 è mooolto piu nobile ed elegante di una giulia.

E la meccanica della fiat 125, è piu pregiata di quella della giulia, il Bialbero lapredi(ex ferrari) ha fatto scuola, ed è nato proprio sulla 125... che non dovrei ricordarlo ma è stata anche una vettura da rally, dove ha esordito ai primordi persino Montezemolo.

La giulia Dalla 1300 alla 1600 (la carrozzeria era la stessa) era diretta concorrente per segmento e dimensioni alla Fiat 124.

La Fulvia era la concorrente della 124... non della 125, c'era la flavia.

La fulvia berlina la piu potente era la GT/E ed era un 1300... ed era un chiodo da paura.

Come dici tu la 124 berlina 1200, intanto era ben potente per l'auto che era ed in accelerazione neanche la vedeva una fulvia 1200, ed era molto vicina alla giulia, che la superava solo in velocità massima.

La 125 era l'ammiraglia (potabile)in fiat (c'era la 130... ma era inparagonabile ad nessuna altra vettura per segmento d'alto rango) quindi poteva concorrere con la 1750(che era piu lussuosa e comoda della giulia)

La 125 Special aveva prestazioni di tutto rispetto, bisogna smentire il fatto che le alfa erano dei missili, e le altre delle lumache... una 125 a posto faceva i 180 km/h al tachimetro, e 170 effettivi, ed era un fulmine in accelerazione, inpiegava circa 10 sec nello 0-100.

Non voglio sforare nell'ambito delle berline andando in OT, ma sentendomi ferito nell'orgoglio, posso affermare con certezza che negli anni 70 la fiat aveva tirato fuori delle vetture che potevano essere meglio della concorrenza.

Vedi anche le sportive:

Una 124 coupè o spider, avevano una eleganza e sportivita e con delle prestazioni che anche le alfa si potevano sognare.

Ancora oggi io con la mia 124 coupè non ho ancora trovato un'alfa 2000 che riesce a starmi davanti in accelerazione e ripresa.

Dico 2000 perchè le 1600-1750 e le alfetta 1800 le lascio tutte dietro.

C'è qualcuno come dadedepo che mi conosce che può confermare.

Alfetta 1800 prima serie 122 cv VS 124 coupè 1600 ... L'alfetta prende palate alla grande!!!

La giulia Super 1600, bisogna sfatare un mito... non la cambierei mai con uno special T 1600, molto piu nervosa, cattiva e pure comoda!!

a guardare giornali e riviste, che interpellano solo le auto blasonate... e che criticano le fiat, non si arriva lontano. Chi invece le ha provate e vissute cambia idea. Senza rancore.

Conosco 2 fratelli di bologna, una ha un 124 coupè 1600 seconda serie, l'altro ha una alfetta GTV 2000, quest'ultimo sta modificando da mesi la sua afetta, cambiato gli assi a cammes, carburazione, scarico... ma a detta sua la 124 del fratello è imprendibile... solo sul lungo si pareggia.

Sempre a detta sua Il Bialbero del 124 è un'altra cosa dall'alfa romeo... che è piu pacioso e tranquillo, e che privilegia la coppia ed i medi regimi... il fiat è nervoso e senza modifiche tiri a 7500 giri senza problemi!!!

Chi non crede, io lo porto sulla mia 124....


L'alfetta ha sostituito la 1750.

L'alfa 2000 era un gradino sopra dell'alfetta, anche perchè doveva concorrere nel settore 2 litri appunto con la concorrenza bmw ecc.

Andando poi a morire la giulia, L'alfetta da un lato fece un passo indietro e si prese la categoria 1600, per andare a coprire il segmento piu basso, e poi nel 77 diventò anche 2000 per andare a sostituire l'obsoleta alfa 2000.

LA giulia fu poi veramente sostituita dalla nuova giulietta, che venne infatti proposta con le cilindrate 1300 e 1600, che voi si è anche evoluta in 1800 e 2000 e persino in Turbo delta.

Ovviamente la concorrente della giulietta era la 131, e la lancia beta.

La concorrente dell'alfetta invece era la Fiat 132.
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 19, 2010 9:43 am

Ghibliks ha scritto:...
Conosco 2 fratelli di bologna, una ha un 124 coupè 1600 seconda serie, l'altro ha una alfetta GTV 2000, quest'ultimo sta modificando da mesi la sua afetta, cambiato gli assi a cammes, carburazione, scarico... ma a detta sua la 124 del fratello è imprendibile... solo sul lungo si pareggia.

Sempre a detta sua Il Bialbero del 124 è un'altra cosa dall'alfa romeo... che è piu pacioso e tranquillo, e che privilegia la coppia ed i medi regimi... il fiat è nervoso e senza modifiche tiri a 7500 giri senza problemi!!!
...
Sono Mack (admin di quelli del '24 )e il fratello, immagino!!! mr. Green
Mack ha una gran 124, è molto bella, e lo ha dimostrato che la riesce pure a portare (ha postato qui alcuni video Wink ) .

Comunque non posso notare che Ghibliks è molto legato a Fiat, o sbaglio? Orny lo vedo più sul razionale, però Ghibliks lo vedo molto sicuro sul concetto che Fiat producesse vetture di livello più alto di ciò che non facesse. Dobbiamo comunque ricordare, che FIAT, per una politica che ha appreso sin dal principio è il rapporto qualità-prezzo!! Sapevate che nei primi anni post e bellici (prima guerra mondiale) Fiat intraprendeva scambi di informazioni con Ford per poter aumentare la produttività propria grazie alla CATENA DI MONTAGGIO? Questo comportava sì un abbattimento dei costi e una maggiore produzione, ma immancabilmente (vista l'età pionieristica) i problemi si ripercuotevano sulle prime vetture (mentre le finiture venivano curate da carrozzieri esterni quindi non si può parlare di qualità della carrozzeria).
Finita però l'era pionieristica in ambito motoristico e catena di montaggio, fiat si butta sulla produzione della carrozzeria in loco (anni 30-40 se non erro) ed ecco che affiorano quindi i primi problemi in questo senso, nonostante l'aiuto di carrozzieri preparati ed esperti.
In questo senso, mentre fiat vendeva vetture a costi ridotti, le "avversarie" (che poi avversarie non sono in quanto ambivano una alla guida pulita, l'altra alla comodità) producevano motori e carrozzeria di livello maggiore di fiat, ma in numeri minori; dove la fiat non risultava al primo posto, lo recuperava con il numero di prodotti venduti!

Arrivato agli anni 50-60, fiat collabora con Ferrari (e acquisisce la metà del'azienda) per via del motore Dino, infatti, ferrari doveva venderne in numero elevato per partecipare a non ricordo quale segmento delle corse: perché non andare da Alfa o da Lancia che avrebbero fornito una telaistica migliore o finiture di pregio? semplice! FIAT VENDEVA!! E vendeva alla grande! L'unico modo per raggiungere un quantitativo adatto di motori DINO FERRARI, era appoggiarsi alla migliore costruttrice/venditrice di automobili italiana! Se non fosse stato per questa collaborazione, Fiat non avrebbe mai potuto collaborare con il nostro amico Lampredi, progettista di uno dei motori FIAT a medie cubature più longevi del periodo 60-70!
In campo, fiat, ha avuto certamente innovazioni, (chi mi trova una degna concorrente della 130 è avvero bravo, visto che anche BMW e Mercedes faticavano a eguagliare la vettura; parlo nel complesso, perché poi la 130 non era certo un fulmine!!), ma si è comunque impratichita sulle vetture per tutti, e volte con notevoli risultati (124, 125, 128) alle quali ha donato semplicità ma con il meglio che potesse produrre, dai motori alle soluzioni! Non erano certo auto ricche di fronzoli, avevano solo ciò che di meglio FIAT poteva dare loro, ricordandosi comunque per chi erano dedicate e tenendo sempre d'occhio i costi (quini il meglio per fiat non poteva sempre essere equiparato con il meglio delle altre case costruttrici, ma solo per alcune particolari versioni!).
Io credo che è difficile paragonare FIAT, LANCIA e ALFA, proprio per via dello loro fine, anche se Fiat ha da sempre cercato di coprire più fasce di mercato possibili.
Forse da questo testo potete pesare che io simpatizzi FIAT, ma non è così! Io, per motivi vari, non sono mai riuscito a guidare una Lancia o una Alfa concorrente della mia 131, quindi io non posso permettermi di dare la mia opinione, al massimo nel campo estetico, ma per il resto no.
Stessa cosa vale per la 124, mai guidata, e tanto meno le sue "rivali", e quindi non parlerò in bene o in male ne della 124 ne delle altre (che tra parentesi, conosco pure molto poco).

Io credo che vadano valutati bene questi argomenti, e che soprattutto vadano presi con le pinze e confrontati con la più rigorosa imparzialità (un alfista convinto che stravede per ogni singolo modello dell'alfa romeo non screditerà neanche la più brutta o la peggiore delle alfa mai costruita).

Spero concordiate con me Wink .

Sono comunque felice di vedere come siete preparati su argomenti così complessi, dove una sola versione può far propendere l'ago della bilancia a favore di una o dell'altra parte.
Spero solo che questi "dibattiti" così accesi non facciano scaturire delle incomprensioni tra i forumisiti, mi raccomando!!! Cool


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 8:24 pm

Nessuno nega il valore della 125 Special che è vicina in quanto a prestazione alla Giulia, ma inferiore.
Giulia (da Quattroruote): km da fermo in 32"8, 125 Special in 33"3
Giulia: vel max 177,690; 125: 169,819
Se permetti, il pàlmares sportivo della Giulia berlina è tutt'altra cosa rispetto a quello (pur validissimo ) della 125 Special. Con la Giulia corsero piloti come Consalvo Sanesi, Teodoro Zeccoli e daltri, che, con tutto il rispetto per Montezemolo, sono di altra levatura.
Per la meccanica ti consiglio di guardare bene com'è fatto il bialbero tutto in lega leggera della Giulia, con valvole di scarico riportate al sodio, condotti d'aspirazione studiati per sfruttare il fenomeno della risonanza delle colonne fluide (maggiore coppia e potenza), alimentazione singola, al retreotreno dischi (freno a pedale) + tambuti per frano a mano, scocca a struttura differenziata (la 125 non ce l'ha!!!!!) e alla fine un Cx di 0,34 contro lo 0,42 della 125 Special. Ti basta? Continuo?
Perché, se non lo sai, c'è anche la Giulia TI Super (185 effettivi), 31"6 sul chilometro da fermo e 115 CV (DIN) 125 (SAE) che l'ha fatta da padrona nell'euro turismo! Contro la quale anche la 125 Special sparisce!
Che tu dica che la Giulia 1600 è di un segmento inferiore, rivela che non conosci il metodo di attribuzione dei segmenti in quel periodo. Documentati!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 8:35 pm

Preciso una cosa,per non essere frainteso da lettura superficiale o nervosa dle mio post da parte di Ghibliks.
La Fiat produceva ottime vetture. La 125 e le 124 sono validissime. Ma l'Alfa Romeo di quel periodo è superiore. Non c'è nulla da fare. Considerate la cosa con obiettivita, esaminando la macchina sotto vari punti di vista ed arriverete alla conclusione (sempre avendone la necessaria competenza tecnica ed oggettività di giudizio!!) di un mio ex docente universitario (ingegneria meccanica) che, dopo approfondite analisi su ogni singolo componente, scelse di comperare la Giulia Super perché migliore di tutte le altre vetture concorrenti di quel periodo. E c'erano la 125 Special, la Bmw 1600 Ti......

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 8:57 pm

Mamma quanta disinformazione!
La 125 Special lo 0-100 lo copriva in 11"8, (Quattroruote) non in 10"!!! L'LAfetta 1.8 1^ serie copriva lo 0-100 in 9"8. Come facesse la 125 Special a starle davanti è un mistero!
L'Alfetta 1.6 1^ serie copriva il km da fermo in 32"8 e Lo 0-100 in 10"3. Come facesse la 125 Special a darle paga, me lo dovete spiegare. Con la mia Alfetta 1.6 la paga ai 125 la davo io!!! Altro che storie! E sul misto non c'era confronto! la 125 partiva di coda ed io ero incollato all'asfalto a salutarli. Ponte De Dion e pesi bilanciati contro ponte rigido, ma ragazzi, sapete di cosa state parlando?
Se giudicate paciosi i bialbero Alfa, probabilmente vi riferite a quelle con i rapporti lunghi anni '80, che in effetti avevano perduto l'antico smalto. Ma provate una berlina 2000 (0-100 in 8"8, 193 effettivi) e poi ditemi con quale 124 coupé le state davanti!
P.S.: a pareggiare i conti con la 125 Special bastava la Giulia 1300 Super, non occorreva scomodare il 1600! (33"3 km da fermo e 168 orari efettivi).

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 9:06 pm

Il 124 coupé 1600 era molto pronto in 1^ e 2^ marcia, dove esprimeva il meglio. L'Alfa veniva fuori dalla 3^ in su e allora non c'era più storia, anche per la migliore aerodinamica.
Su, ragazzi, guardate all'epoca con quali macchine correvano in pista e quali dominavano. O erano tutti emeriti cretini quelli che correvano con le Giulia GTA perché non sapevano che le 125 e le 124 andavano più forte?
Altra cosa: i "paciosi" bialbero Alfa, inferiori secondo qualcuno al Lampredi, furono impiegati per motorizzare e vincere in F3 (quando era 1600). Come mai non scelsero i Fiat? Me lo spiegate? No? Ve lo spiego io:
-peso inferiore (alluminio contro ghisa)
- potenze raggiungibili superiori
- migliore andamento di coppia motrice
- inferiori consumi specifici
O erano perfetti idioti anche quelli della Novamotor e gli altri preparatori che corsero con il bialbero 1600 Alfa?
Sarebbe questa la leggenda Alfa da sfatare? Se è così riscrivete la storia, ma attenti però, che vi fate spernacchiare da tutti!!!
Altra cosa: dopo l'Alfa, i preparatori di monoposto di F si buttarono sul Toyota! Come mai non sul bialbero 131? Provate a chiederlo a loro!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 9:09 pm

PRECISAZIONE (SCRITTA IN MAIUSCOLO)
"AUTOMOBILISMO D'EPOCA" NON SCREDITA LE FIAT!!! LEGGI CON PIù ATTENZIONE GLI ARTICOLI RIPORTATI, COME LI LEGGO IO! (SEMPRE CHE TU LI ABBIA LETTI SENZA LA LENTE DEFORMANTE DEL TIFO A TUTTI I COSTI) E SE HAI DEI DUBBI RILEGGI, POI PENSACI, E SOLO DOPO SCRIVI!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 9:48 pm

Altra precisazione: la collaborazione Fiat-Ferrari iniziò nel 1969. E se ne cominciò a parlare dal 1963-64.
Lampredi (tecnico eccezionale!) approdò in Fiat ben PRIMA del 1969, cioè prima di qualsiasi contatto tra Fiat e Ferrari.
La Fiat Dino 2000 fu sviluppata per disporre del quantitativo minimo di 500 vetture prodotte per poter correre (la Ferrari) nell'europeo di F2. Il motore di F2 (allora di 1600) era quello da cui fu derivato il Dino duemila, a sua volta figlio del V di 65° impostato nella sua geometria da Dino Ferrari. Poi Lampredi rifece completamente il motore 2400. Il V6 2400 ha il basamento di ghisa ed è nato in Fiat, il V6 2000 è tutto d'alluminio ed è nato in Ferrari.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:16 pm

Henry Ford e Giovanni Agnelli si conoscevano bene. E si frequentarono pure nei loro numerosi viaggi oltreoceano. La prima catena di montaggio fu in effetti quella della Ford T, tuttora visibile al Museo Gratton vicono a Gorizia (consiglio di visitarlo, è molto interessante).
Quanto alla qualità degli assemblaggi Fiat di quel periodi, devo però dissentire, essendo di qualità egregia. Non dimentichiamo che la Fiat costruì e mise in produzione la Superfiat, un'ammiraglia con motore a 12 cilindri! E che in quegli anni deteneva, con la Mefistofele, anche il record mondiale di velocità!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:26 pm

Il 124 Special T 1600 aveva un'accelerazione pari al Giulia Super 1600. Km da fermo in 32"8. Ma non era paragonabile al Giulia TI Super, che tra tutte è stata la più cattiva. Per controbattere quella ci vuole l'ottima accelerazione della 124 coupé 1600 2^ serie, km da fermo in 31"8. L'Alfetta 1800 berlina 1^ serie faceva il km da fermo in 32"3, mentre il 2^ serie (con 4 CV in meno) lo chiudeva in 31"8.
L'Alfetta Gt del 1974 aveva una velocità massima effettiva (4Ruote) di 194 orari. Autosprint provò l'Alfetta GTV 2000 L e ne registrò una velocità massima di 205 orari, contro i 193 e rotti registrati invece da 4 Ruote. Per tutti questi dati che vi scrivo sto andando a memoria, ma potete controllarili se volete! Ho in archivio tutte le prove su strada, e anche di diverse riviste!

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:32 pm

Quanto ai migliori motori di 1600 litri del periodo, bisogna citare anche i Ford-Cosworth FVA e i BDA. Erano dei gran motori, con enormi margini di sviluppo, basti pensare che il 2000 16 valvole in elaborazione Zakspeed (Escort RS anno 1973-74) in versione pista per l'Euro-turismo sviluppava 286 CV! E non era mica turbo!
La lotta tra le monoposto di F3 daa metà anni 70 in avanti vedeva per protagonisti tre motori: Alfa Romeo, Ford e Toyota.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:36 pm

In quanto a finiture dell'abitacolo, la 125 Special aveva un aspetto un po' più ricco della Giulia, anche se la Giulia vantava particolari fatti con materiali di migliore qualità (volante in legno, legno vero sul cruscotto e sulla console centrale....).
L'abitabilità della Giulia è inferiore rispetto al 125 special che è più larga, ma la Giulia vanta un miglior assetto di guida e sedili più avvolgenti e meglio conformati anche dietro.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:40 pm

L'Alfetta ha in effetti sostituito la 1750, ma anche la 2000. Il lancio in versione 2 litri fu rimandato (al 1977) a causa della crisi energetica. Ma l'Alfetta era stata progettata per sostituire INTERAMENTE la gamma 1750-2000. Il lancio dell'Alfetta 2000 avrebbe dovuto avvenire già nel 1974, ma la crisi fece invertire i programmi. Dal 2000 al 1600.

Orny60
Utente Famoso: Livello 3
Utente Famoso: Livello 3

Maschile Messaggi : 1857
Punti : 2002
Reputazione : 65
Data d'iscrizione : 20.09.09

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Orny60 il Mar Gen 19, 2010 10:45 pm

Il bialbero Alfa può sembrare più "tranquillo" del Fiat perché è a corsa lunga. Ma ha il 90% della coppia massima tra 2200 e 5800 giri (versione Alfetta 1800). E senza elettronica! Questo risultato non è uguagliato dal Fiat (pur, ripeto ottimo) e da nessun altro motore del periodo di pari cilindrata.
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da VidiV il Mar Gen 19, 2010 11:08 pm

Orny60 ha scritto:Henry Ford e Giovanni Agnelli si conoscevano bene. E si frequentarono pure nei loro numerosi viaggi oltreoceano. La prima catena di montaggio fu in effetti quella della Ford T, tuttora visibile al Museo Gratton vicono a Gorizia (consiglio di visitarlo, è molto interessante).
Quanto alla qualità degli assemblaggi Fiat di quel periodi, devo però dissentire, essendo di qualità egregia. Non dimentichiamo che la Fiat costruì e mise in produzione la Superfiat, un'ammiraglia con motore a 12 cilindri! E che in quegli anni deteneva, con la Mefistofele, anche il record mondiale di velocità!
Sì, so che con Ford erano in rapporti, e tra le altre già nel 1908 si apriva la prima fabbrica d'oltreoceano a Poughkeepsie nello stato di New York per il montaggio delle vetture destinate al mercato americano!
Bhe, se poi parliamo della Mefistofele, entriamo subito negli ambiti dei record motoristici, e già dalle prime produzioni fiat si centravano i record (tipo la belva di Torino, S76 300HP o la Tipo Record, la prima vettura della storia che supera i 200km/h), ma i record restano nella nicchia, erano sperimentazioni di fiat, mentre lasciava ad Alfa in primis il piacere della guida sportiva (se non sbaglio Wink ).
Ma la superfiat è stata prodotta solo in 6 esemplari, forse intendevi la 519, che pur sostituendo la Superfiat (che di fatto non è mai entrata in commercio), era la FIAT più lussuosa e curata degli anni 20!

Accidenti quanta sapienza Orny, sei sicuro di non averli divorati i libri che leggevi? Sei un pozzo di conoscenze automobilistiche!!!!


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da VidiV il Mer Gen 20, 2010 8:23 am

Errata corrige:

Vero, Lampredi passò a Fiat nel 1956, mentre la Dino entrò in produzione solo nel 1967. Chiedo venia.


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ospite
Ospite

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 20, 2010 6:38 pm


Boni, stattebboni... Smile
avatar
VidiV
Amministratore
Amministratore

Maschile Messaggi : 7460
Punti : 8113
Reputazione : 111
Data d'iscrizione : 02.09.09
Età : 28
Località : Provincia di Verona
Umore : Rombante

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da VidiV il Mer Gen 20, 2010 8:39 pm

Certo che stiamo boni!! Quello che vedi è solo il trasporto dato dalla passione!!! What a Face


_________________________
Deus ex machina


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
karme70
Team
Team

Maschile Messaggi : 21052
Punti : 22236
Reputazione : 368
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 46
Località : Trento

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da karme70 il Gio Gen 21, 2010 1:55 pm

Mi sono letto con grande curiosità e attenzione tutto il dibattito (interessantissimo) e nonostante io sia un grande innamorato del bialbero Fiat non posso ceh concordare con Orny: il bialbero alfa è tutt'altro ceh pacioso e rimane una spanna sopra quello Fiat. Anche se dal punto di vista strettamente tecnico trovo meccanicamente più raffinato il bialbero Fiat col suo innovativo sistema di regolazione punterie che , a differenza di quello dell'Alfa , non richiede la rimozione degli alberi a cammes per sostituire i piattelli di spessoramento. Non so se sapete come sia fa....comunque sul Fiat tolti i coperchi punterie basta abbassare le punteria con l'apposito leverino, fissarla in posizione abbassata con un cavalletto specifico e sostituire il piattello con uno più idoneo con una apposita pinza....sull'alfa non solo devi togliere la catena di distribuzione (o meglio aprirla...il che non è già cosa da tutti) ma poi devi togliere fisicamente gli alberi a cammes per accedere agli spessori


_________________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Contenuto sponsorizzato

Re: Genealogia delle berline FIAT

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab Set 23, 2017 10:16 pm